Avere un account su Facebook è sicuro per i bambini?

25 Giugno 2019
Sono molti i genitori che si domandano se Facebook sia sicuro per i bambini. E anche se Facebook ha posto delle restrizioni in termini di età, sono molti i bambini che hanno un account e che lo utilizzano.

Conosciamo tutti Facebook, a prescindere dal fatto che abbiamo un account o meno, visto che parliamo del social network più diffuso al mondo. Facebook richiede un’età minima per creare un profilo, e questo metodo ha l’ambizione di impedire che i minori di 13 anni utilizzino il sito. Considerando questa restrizione in termini di età minima, ci sorge il seguente dubbio: Facebook è sicuro per i bambini?

Viviamo in una realtà che solitamente non rispetta i requisiti minimi di età quando si tratta di usare Facebook. Qualunque persona di qualunque età può creare un account; basta inserire una data di nascita falsa al momento della creazione dello stesso.

Il risultato è che milioni di bambini al di sotto dei 13 anni lo utilizzano ogni giorno. In realtà, dobbiamo ricordare che Facebook ha un’opzione con cui è possibile segnalare che un bambino al di sotto dei 13 anni sta utilizzando il social network. Questo può essere fatto cliccando sul link che riporta al modulo apposito.

Perché Facebook proibisce ai minori di 13 anni di utilizzare il sito?

Il motivo alla base del limite di età imposto da Facebook è perlopiù connesso alla normativa vigente. Tale normativa può variare da Paese a Paese e impedisce l’accesso ai servizi internet ai bambini, allo scopo di garantire la loro privacy.

avere un account su facebook è sicuro per i minori?

Se fosse per il fondatore, Mark Zuckenberg, Facebook potrebbe essere utilizzato anche dai bambini piccoli. Ricordiamo che nel 2011 fu lo stesso Zuckerberg ad affermare che il limite di età avrebbe dovuto essere abbassato, in modo che i bambini più piccoli potessero accedervi a scopo educativo. Ecco, quindi, che insorge nuovamente la domanda.

Ma avere un account su Facebook è sicuro per i bambini?

Questo aspetto ha scatenato non poche polemiche. Ci sono molti difensori dei social media che ritengono che proprio per la loro utilità, sia positivo per i minori di 13 anni utilizzare un social come Facebook. Potrebbe scaturirne un utilizzo a scopo educativo. I detrattori si oppongono totalmente a ciò, elencando i numerosi pericoli in cui i bambini possono imbattersi.

L’importante è riuscire a capire quali sono i rischi reali che Facebook può comportare e, sulla base di ciò, decidere se vogliamo o meno che i bambini ne facciano uso. Tutto questo senza senza ignorare le restrizioni che lo stesso Facebook prevede per evitare che i minori di 13 anni si uniscano alla community.

Un Facebook sicuro per i minori con meno (e con più) di 13 anni

  • Se i nostri figli hanno meno di 13 anni la risposta è molto semplice: non devono avere un account su Facebook. In nessun caso.
  • Per i ragazzi sopra i 13 anni i rischi sono sempre presenti e alcuni possono essere molto sottili. L’intimidazione online è la più evidente, sebbene tendenzialmente colpisca una piccola parte di bambini.

Rischi evidenti di Facebook

Visto che non possiamo accedere all’account di nostro figlio senza conoscere la sua password e visto che Facebook non ce la passerà, proprio sulla base della legge sulla protezione dei dati, probabilmente non siamo a conoscenza di cosa sta pubblicando, di chi siano i suoi amici né quali opzioni sulla privacy abbia configurato.

Il fatto di non sapere chi sono i suoi amici non è da sottovalutare, visto che molti molestatori si fanno credere bambini. Di conseguenza, potremmo non avere la certezza che il bambino stia comunicando con altri bambini che conosce davvero.

avere un account su facebook

Il rischio più sottile è il fatto evidente che Facebook permette che la gente crei un’immagine ideale di se stessa e faccia in modo da mantenerla. Questo provoca un forte concorrenza sociale e questo può far sì che i bambini si sentano a disagio, non all’altezza, non accettati dal punto di vista sociale…

Inoltre, come succede con qualunque altro sito online, può essere difficile o impossibile cancellare i dati, a seconda della loro natura, che si tratti di una foto o di qualunque altra cosa che non vorrebbero avere mai pubblicato. L’impronta digitale si crea nel tempo e può arrivare a diventare un vero problema porre rimedio a tutto questo mesi o anni dopo.

Se i bambini decidono di creare il proprio account su Facebook

Ovviamente, c’è il rovescio della medaglia. Se capiamo che i nostri figli (con più di 13 anni di età) hanno deciso di aprire un account con Facebook, possiamo stabilire delle regole di base che devono rispettare e spiegare loro i pericoli cui possono andare in contro.

Evidentemente ci saranno dei rischi, ma il punto è capire che nella vita ci saranno sempre dei pericoli e che è meglio imparare ad affrontarli piuttosto che cercare sempre di evitarli. Ma bisogna ricordare che la responsabilità di decidere se i nostri figli dovrebbero usare Facebook o meno, ricade sempre su di noi, che ci piaccia o meno.