Il sonno del bambino in estate: consigli per dormire meglio

È normale che in estate il vostro bambino abbia più difficoltà ad addormentarsi e riposare correttamente. Ecco che vogliamo condividere alcuni consigli per migliorare la qualità del sonno del piccolo durante questi mesi.
Il sonno del bambino in estate: consigli per dormire meglio

Ultimo aggiornamento: 03 novembre, 2022

Arriva l’estate e le temperature salgono alle stelle. Non solo abbiamo un clima molto più caldo, ma sperimentiamo anche frequenti ondate di calore che diventano quasi impossibili da sopportare. Questo, naturalmente, influisce sul riposo, sulla capacità di addormentarsi e dormire senza interruzioni; e succede non solo agli adulti, ma anche ai bambini. Infatti in questo periodo sono particolarmente vulnerabili e per questo motivo vogliamo condividere alcune consigli per migliorare la qualità del sonno del bambino in estate.

Se è difficile per gli adulti provare a dormire con un tale caldo, immaginate se non lo sia per una creatura di pochi mesi o anni.

I bambini non sono consapevoli di cosa stia succedendo o del perché, sanno solo che si sentono a disagio. Né hanno l’autonomia per poter coprire o scoprire, togliersi i vestiti o alzarsi per accendere il ventilatore. Per lo stesso motivo, dobbiamo essere molto attenti e incoraggiare loro il riposo notturno assicurandoci che siano il più comodi possibile.

Prendete nota degli eccezionali consigli per aiutare il vostro bambino a trascorrere al meglio le notti d’estate.

1. La temperatura ideale per il sonno del bambino in estate

Uno dei problemi principali è individuare la temperatura più adatta affinché il vostro piccolo riposi senza problemi. Anche se può sembrare che la temperatura sia bassa, in realtà un ambiente che si mantenga tra i 20 e i 24°C sarebbe l’ideale. Ora, durante le notti estive questo è abbastanza difficile riuscirci, ma possiamo ricorrere a diversi metodi.

L’importante è che la stanza sia fresca prima dell’arrivo del bambino, in modo che il piccolo sia a suo agio prima di coricarsi. A questo scopo, durante il giorno, tenete le persiane abbassate e le finestre chiuse, per evitare che il calore entri. La sera, quando inizia a scendere la temperatura, aprite e fate arieggiare un po’.

Utilizzate poi un ventilatore o l’aria condizionata senza alcun problema. È opportuno azionarli per un po’ prima di mettere a letto il bambino e spegnerli all’arrivo. Inoltre, potete utilizzare un deumidificatore per evitare che l’ambiente si asciughi e questo influisca sulle mucose del tuo piccolo.

la mamma con il bambino che dorme in braccio accende il condizionatore con il telecomando
Se decidete di tenere gli apparecchi accesi di notte, evitate il flusso d’aria diretto sul bambino e cercate di impostarli alla minima potenza possibile. Ricordate che la temperatura ideale dovrebbe essere di circa 22 °C.

2. Scegliete un pigiama e biancheria da letto di qulità

È fondamentale utilizzare tessuti leggeri e traspiranti sia nell’abbigliamento del neonato che nella biancheria da letto. Sarebbe preferibile optare per il cotone o filo sottile ed evitare tessuti sintetici. Inoltre, cercate di non avvolgere troppo il piccolo, poiché uno strato eccessivo di vestiti potrebbe sopraffarlo o metterlo a disagio. Tenete presente che, ad eccezione dei neonati, i bambini più grandi hanno freddo o caldo quanto noi.

Quindi, un body con spalline o maniche corte di solito è più che sufficiente in questi casi. Se poi il vostro bambino ha molto caldo ed è una notte particolarmente calda, dormire solo nel pannolino può essere una buona opzione. Allo stesso modo, evitate di coprirlo con il lenzuolo, poiché questo potrebbe sopraffarlo e impedirgli di addormentarsi.

3. Mantenete l’idratazione sufficiente per tutto il giorno

Un’adeguata idratazione è fondamentale per combattere il caldo; Pertanto, durante i mesi estivi, assicuratevi di allattare il vostro bambino a sufficienza o di offrire al piccolo molta acqua, se già la beve.

Durante la notte, potrebbe svegliarsi assetato, quindi offritegli dei liquidi anche se non li richiede. Se il vostro piccolo è un po’ più grande e più autonomo, allora potreste lasciare un biberon vicino alla culla o al lettino da bere se ne ha bisogno.

4. Mantenete le abitudini

Non solo il caldo influisce sul sonno del bambino in estate, ma cambia anche la routine. Inevitabilmente, tendiamo tutti a rendere i nostri orari più flessibili durante la stagione estiva e, inoltre, cambiamo le attività quotidiane. Questo può influenzare il sonno dei più piccoli, impedendo loro di dormire bene. Pertanto, è importante mantenere un certo ordine nella vostra giornata.

Rispettate i ritmi dei piccoli e la loro routine e assicuratevi che vadano a letto alla stessa ora ogni giorno.

Inoltre, non abbandonate la routine serale poiché aiuta i bambini a sistemarsi e prepararsi per dormire. Anche fare loro un bagno caldo prima di andare a letto può essere un’ottima idea.

5. Prendetevi cura di alcune abitudini di igiene del sonno

Ci sono alcune abitudini di igiene del sonno che dovrebbero essere applicate durante tutto l’anno, ma che sono particolarmente importanti durante l’estate. Oltre a mantenere un programma regolare, evitate l’esposizione a schermi o stimoli luminosi intensi prima di andare a letto e aiutate il vostro bambino a capire che è ora di dormire.

Per riuscirci potreste abbassare le persiane e ridurre la luce ambientale per un po’ prima di metterlo a letto, visto che il maggior numero di ore di luce estiva può confondere i più piccoli e tenerli svegli fino a tardi.

6. Un aiuto dall’allattamento al seno

Studi interessanti hanno scoperto che l’allattamento al seno può aiutare i bambini ad addormentarsi e dormire bene. E questo accade, tra l’altro, perché il latte notturno che produce la madre contiene un carico maggiore di melatonina (ormone che induce il sonno). Per beneficiare di questo effetto, il bambino ha bisogno di consumare il latte che viene secreto durante la notte.

allattamento al seno notte notte co-sleeping divano letto bambino sonno sveglio prende attaccamento tetta sviluppo maternità
Se avete bisogno di praticare l’allattamento al seno ritardato, può essere opportuno imbottigliare il latte e offrirlo al bambino prima di farlo addormentare.

7. Regolare la temperatura durante la notte per favorire il sonno del bambino in estate

Infine, è importante tenere presente che durante la notte possono verificarsi sbalzi di temperatura. Pertanto, è consigliabile prestare attenzione e controllare se il bambino ha caldo o freddo per apportare le modifiche necessarie. Ad esempio, riaccendete il ventilatore o, al contrario, copritelo con il lenzuolo.

Per controllare la temperatura del tuo bambino, è meglio toccargli la nuca o il petto. Se lo trovate sudato o troppo accaldato, provate a eseguire uno dei passaggi precedenti per renderlo più comodo.

Prendersi cura del sonno durante la notte, aiuta il bambino a godersi al meglio la giornata

In breve, il sonno del bambino in estate può essere influenzato dalle alte temperature, dalle ore di luce del giorno e dal cambiamento delle routine. E, anche se possiamo aiutarliin una certa misura, è possibile che durante questi mesi riposi un po’ peggio. Pertanto, cercate di armarvi di pazienza e comprensione: è possibile che entrambi siate più stanchi e irritabili del solito.

Potrebbe interessarti ...
Le mamme hanno bisogno di dormire di più
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Le mamme hanno bisogno di dormire di più

Dormire di più e meglio è importante, soprattutto quando si diventa madri. Dedicare più tempo al buon riposo non deve farvi sentire in colpa.



  • Cohen Engler, A., Hadash, A., Shehadeh, N., & Pillar, G. (2012). Breastfeeding may improve nocturnal sleep and reduce infantile colic: potential role of breast milk melatonin. European journal of pediatrics171(4), 729-732.
  • Zamora, T., Pin, G., & Dueñas, L. (2014). El Papel de la matrona en la higiene del sueño del futuro bebé. Introducción al sueño y claves principales en la prevención de riesgos durante el sueño del bebé. Matronas Profesion, 2014, vol. 15, num. 1, p. 28-31.