Se i bambini vanno a letto tardi possono soffrire di disturbi del sonno

5 Ottobre 2019
Uno studio dimostra che i bambini che vanno a letto tardi tendono a soffrire di disturbi da deficit dell'attenzione, ansia e altri problemi.

Pensate di essere troppo severi con i vostri figli quando si tratta di mandarli a letto presto? Uno studio ha confermato che se i bambini vanno a letto tardi possono soffrire di disturbi del sonno.

L’abitudine di mandare i bambini a dormire presto non è moderna, ma si tramanda di generazione in generazione. Ovviamente, ci sono vari motivi che giustificano questa tendenza.

Perché oggi i bambini vanno a letto tardi?

La psichiatria infantile afferma che prima era molto più facile per i bambini dormire presto, ma con il passare degli anni, questo è diventato un compito molto più complesso. Non bisogna sottovalutare l’argomento, perché questa cattiva abitudine influisce notevolmente sul futuro dei nostri figli, generando disturbi da deficit dell’attenzione, ansia e altri problemi. Ormai è chiaro: se i bambini vanno a letto tardi possono soffrire di disturbi del sonno.

Queste abitudini possono essere cambiate?

Sì, come tutto il resto, ma ci deve essere un grande contributo da parte della famiglia. Se volete cambiare le abitudini del bambino, dovranno cambiare le abitudini di tutti.

Se il bambino sente ancora rumori in casa, persone che guardano la televisione, luci e altri dispositivi accesi, penserà che è ancora tempo di giocare e non dormire.

Se i bambini vanno a letto tardi tendono a soffrire di disturbi del sonno
Alcune raccomandazioni per mandare vostro figlio a letto presto

1. Andare a dormire tutti alla stessa ora. Sebbene i genitori non dormano davvero, dovreste inscenare una situazione di tranquillità in casa, in cui sembra che tutti stiano dormendo.

2. Leggere dei racconti prima di dormire. Abituare i bambini ad ascoltare un racconto prima di andare a letto farà sapere loro che si sta avvicinando il momento di dormire.

3. Adottare la luce gialla per l’illuminazione domestica. Il medico raccomanda che l’illuminazione della casa sia gialla, perché rilassa e stimola l’arrivo del sonno.

4. Non interrompere il sonno dei bambini. È importante evitare a tutti i costi di lasciare i telefoni cellulari con la suoneria attiva nelle vicinanze, poiché questi stimoli disturbano e riducono il sonno dei vostri figli.

5. Lo sport aiuta i bambini a dormire. Questo fa sì che i bambini si stanchino di più e vogliano dormire prima.

Non c’è mai stato un bambino così adorabile che la madre non voglia mettere a letto.

-Emerson-

Disturbi che possono comparire se i bambini vanno a letto tardi

Le ricerche dicono che i bambini dovrebbero dormire non più tardi delle 00:30, perché l’ormone della crescita funziona nella quarta fase del sonno. Se il bambino va a letto troppo tardi, il funzionamento di quell’ormone viene pregiudicato.

Al fine di determinare il risultato di questo studio, è stata confrontata l’immagine del cervello di un bambino che dorme presto con quella di uno che dorme tardi. Durante l’esecuzione di un esame matematico, il primo ha attivato molte più aree cerebrali, mentre il secondo molte meno. Ciò ha portato alla conclusione che il bambino che andava a letto più tardi aveva meno capacità di ricordare e risolvere gli esercizi.

Bambino con tablet

Possono anche soffrire di Alzheimer

Inoltre, i bambini che vanno a letto presto hanno meno probabilità di soffrire della malattia di Alzheimer in età avanzata, mentre i bambini che si addormentano tardi sono più inclini. Questo perché la comparsa della malattia è ritardata dal sonno e dall’esercizio fisico. Un buon sonno, insomma, serve anche a costruire la sua salute futura

La tecnologia impedisce ai bambini di dormire presto

I medici consigliano di far riporre ai propri figli i dispositivi elettronici in un cestino sul pavimento prima di andare a letto. Infatti, la tecnologia ha un effetto che impedisce il sonno.

Gli studi dimostrano che l’utilizzo di questi dispositivi prima di andare a letto riduce il sonno tra 17 e 45 minuti a notte. Pensate che trascorrere solo due ore con un dispositivo elettronico riduce la melatonina del 20%, una sostanza prodotta dall’organismo e necessaria per dormire.

Gli specialisti concordano sul fatto che è importante attuare delle strategie intelligenti in modo che i bambini non utilizzino la tecnologia prima di coricarsi e quindi riposino tranquillamente.