Donne di 30 anni? Danno alla luce figli più intelligenti

1 Febbraio 2018

Buone notizie per le neo mamme trentenni! Uno studio inglese ha concluso che le donne di 30 anni danno alla luce bambini più intelligenti. I bambini nati da donne oltre questa fascia di età hanno migliori capacità cognitive che i nati da madri ventenni.

Il motivo è che le donne di 30 anni tendono ad essere più stabili, più educate, più dedite alla loro salute, guadagnano meglio e hanno più gravidanze pianificate. Inoltre, la fascia dei 30 si considera la fase di completezza della donna, che si traduce nell’età ideale per avere figli più intelligenti.

In passato, la maggior parte delle donne che partorivano alla fine del trentennio era già al suo secondo, terzo o persino quarto figlio. Oggi, questa tendenza è cambiata: le donne aspettano di avere una buona posizione lavorativa prima di iniziare una famiglia.

Lo studio, realizzato da un gruppo di ricercatori della London School of Economics, ha segnalato che i figli di mamme di età superiore ai 30 anni mostrano maggiori livelli di benessere psicologico e di sviluppo mentale. Questo perché a quell’età le donne si trovano in uno stato di completezza personale e professionale.

Secondo i risultati, le donne dai 30 anni in su hanno generalmente delle relazioni più stabili e, a loro volta, formano famiglie più unite e più educate. Inoltre, le entrate economiche sono maggiori, grazie alla stabilità acquisita dopo alcuni anni di lavoro.

Bambina che sorride e guarda la mamma.

Altra cosa importante da sottolineare è che le donne di 30 anni conducono uno stile di vita più salutare, con una maggiore cura personale (ad esempio, meno alcol e nicotina). Si è anche osservato che prestano maggiore attenzione alle cure prenatali: la maggior parte pianifica la nascita e si prepara fisicamente per accogliere il bimbo.

D’altra parte, questo studio ha anche rivelato che i figli di donne che partoriscono verso i 40 anni sono più propensi all’obesità. Esse presentano più probabilità di complicazioni come il diabete prestazionale e l’ipertensione. Infine, le donne di questa età tendono a giocare meno con i propri figli.

La ricerca ha anche segnalato che le donne nella ventina hanno un alto tasso di stress. Ciò è dovuto, tra le altre cose, al fatto che a questa età la donna cerca di consolidare una relazione, costruire una casa, finire gli studi e trovare un lavoro.

Donne di 30 anni con i loro bebè

Vantaggi delle donne di 30 anni che diventano neo-mamme

Una donna dai 30 ai 34 anni di solito gode di una serie di vantaggi rispetto ad altre più giovani, poiché il loro sviluppo gli fa affrontare la maternità con più maturità. Ecco alcuni di questi vantaggi:

  • I genitori possono contare su una situazione economica e lavorativa più stabile, godendo così della gravidanza con maggiore tranquillità.
  • Le donne di 30 anni di solito hanno gravidanze pianificate, che rientrano nelle loro mete di vita.
  • A questa età, i bambini sono più desiderati rispetto alle donne di 20 anni.
  • La coppia ha una relazione più equilibrata e sostenibile.
  • La donna di 30 anni non ha la sensazione che il bambino stia ostacolando i suoi sogni e desideri, anzi il contrario.
  • La futura mamma tende ad essere più previdente e organizzata con i controlli medici.

Se sei nella trentina e stai pensando di diventare madre per la prima volta, questa ricerca può darti la spintarella finale per prendere la tua decisione. Ricorda che avrai figli più intelligenti e di certo sarai la donna più felice del mondo. Su questo non c’è dubbio: essere madri è un’esperienza unica.