Le paure dei bambini di 6 anni

· 18 Aprile 2018

I bambini sono timorosi per natura, dal momento che sono in piena scoperta del mondo e delle sue caratteristiche. Aiutateli a comprenderli e ad affrontarli, in modo che non sviluppino delle paure irrazionali di fronte a situazioni che non dovrebbero rappresentare un problema.

Avere paura è una cosa completamente naturale per gli esseri umani. Sopratutto per i più piccoli, che ancora stanno scoprendo il mondo e le sue minacce. A seguire esamineremo le paure che si presentano con maggiore frequenza nei bambini di 6 anni e vedremo come affrontarle.

Man mano che un bambino interagisce con il mondo esterno e acquista nuova conoscenze attraverso le storie, la televisione o i videogiochi, sperimenta nuove sensazioni. In un primo periodo, passa molto tempo in casa e i suoi timori sono collegati soprattutto a una possibile assenza dei suoi genitori.

Tuttavia, circa a partire dai 5 anni, la sua vita si allarga a nuove situazioni. Comincia a relazionarsi con i compagni di scuola, esce di più di casa e cambiano i suoi gusti per quanto riguarda i programmi televisivi.

Gli piace vedere film dell’orrore in televisione o uccidere i cattivi al computer. Ma non vorrebbe affrontarli nella vita reale per nessuna ragione al mondo.

Le paure dei bambini di 6 anni: le cause più frequenti

In età più precoce, i timori sono associati alla mancanza dei genitori, agli animali, ai mostri o a fenomeni fisici (un tuono, ad esempio). Dai 6 anni, questo ventaglio di possibilità si amplia considerevolmente.

Queste sono le paure dei bambini di 6 anni che si presentano con maggior frequenza:

Gli animali

Come dicevamo prima, il piccolo si trova in una fase in cui gli piace correre e camminare all’aria aperta. Nel suo percorso, può imbattersi in qualche cane o in qualche altro animale che gli può fare male o gli può far avere una brutta esperienza.

Questo è il fattore più comune che causa la paura verso gli animali. Tuttavia, può trattarsi anche di mancanza di conoscenza. Ad esempio, un bambino può aver paura di un gatto finché non si avvicina e scopre che è amichevole.

Inoltre, possiamo includere in questa categoria gli insetti. I ragni sono chiaramente al primo posto di questa lista, in cui possiamo inserire anche gli scarafaggi e i vermi.

“La paura è naturale nel prudente, e il saperla vincere significa essere coraggiosi.”

-Alonso de Ercilla y Zúñiga-

Il buio

Inizia una fase in cui ai bambini è richiesto di dormire nella loro camera. Di conseguenza, spegnere le luci si collega alla comparsa di ogni genere di esseri malvagi che approfittano di questa solitudine.

È una paura completamente naturale che si presenta persino in alcuni adulti. Perciò, dovete essere pazienti e, se ve lo chiede, lasciare qualche luce accesa di notte finché non supera questa sensazione.

Bambina spaventata

Le persone cattive

Molti bambini hanno paura dei ladri, dei rapitori o di qualunque tipo di malvivente che potrebbero incontrare per le strade.

Nonostante si tratti di uno stato di allerta che li tiene in guardia, l’eccesso può provocare una sfiducia eccessiva verso gli altri, anche quando la situazione non ne vale la pena.

È importante, però, che gli insegnate che non deve interagire con gli estranei in nessuna circostanza. In questo modo sarà più sicuro e potrà far fronte a questa paura.

I mostri

Non c’è bambino al mondo che non abbia paura dei mostri. O almeno, è così per la stragrande maggioranza. Con un’immaginazione in pieno sviluppo, è normale che i bambini inventino esseri e situazioni tanto impensabili quanto terrificanti.

Questa è una cosa normale per loro, non avete di che allarmarvi. Aiutateli solo a rimanere tranquilli e a poco a poco la supereranno.

L’acqua

Tra le paure dei bambini di 6 anni, compare anche l’acqua. Il motivo principale è che non si tratta di un elemento naturale in cui si trovano le persone.

Per questo, i bambini si sentono insicuri nell’entrare in acqua al mare o in una piscina. Potrebbero persino aver paura di affogare nella vasca di casa.

Per prevenire ciò, dovete abituare il piccolo al contatto con l’acqua fin da un’età precoce. In questo modo, saprà che lo terrete al sicuro e che quello acquatico è un elemento in cui può divertirsi molto.

Bambino ha paura del buio

Cosa fare se vostro figlio ha paura?

La cosa principale che i genitori devono fare è essere comprensivi. È necessario ascoltare il bambino, capirlo e fargli compagnia ogni volta che ha paura.

Inoltre, sarà d’aiuto dargli un qualche elemento di potere. Ad esempio, una bacchetta magica per allontanare i mostri o un animale che lo “difenda” dalle creature malvagie.

Dall’altro lato, dobbiamo anche dare il buon esempio. Quando ci sarà la situazione adatta, mostriamo al bambino che la cosa migliore è affrontare le proprie paure.

Quello che non dovete fare

Tra le cose che non dovete fare nell’affrontare le paure dei bambini di 6 anni, ci sono:

  • Sottostimare la loro paura, dirgli “bisogna essere coraggiosi” o “non c’è motivo di avere paura”.
  • Fargli dei regali quando hanno paura, perché questo potrebbe confermare il loro timore.
  • Raccontargli delle storie dell’orrore per evitare un loro comportamento, come uscire a giocare in giardino di sera.
  • Trasmettergli le vostre paure. Questa è una cosa molto comune, ad esempio, quando i bambini stanno giocando e qualcuno dice “scendi da lì, che vengono a prenderti”, invece di “stai attento a non farti male”.

Di fronte a queste paure, è normale che il bambino pianga ed eviti ad ogni costo la fonte che origina questa sensazione. Se si presentano dei sintomi che vi sembrano sproporzionati, potreste consultare uno psicologo infantile, dal momento che potrebbe trattarsi di una fobia verso qualcosa in particolare.

Infine, ricordate che tutti abbiamo paura di qualcosa. Per questo, siate comprensive e mettetevi nei suoi panni per aiutarlo a superarlo nel modo migliore.