Siamo sicuri che i bambini dicano sempre la verità?

20 Giugno 2019
Parte del fascino dei bambini deriva dalla loro ingenua e sfacciata sincerità, ma i bambini sono sempre sinceri?

Molte volte abbiamo sentito la frase: “I bambini dicono sempre la verità. A tutti sarà capitato di ridere di fronte a dei commenti spontanei di un bambino fatti in un momento poco opportuno. In un certo modo, abbiamo memorizzato questa frase come qualcosa di incontestabile. Ma sarà proprio così?

I bambini dicono la verità

La realtà è che una delle caratteristiche più peculiari dei bambini è la spontaneità. Sono ancora ingenui ed innocenti e si esprimono liberamente. Quando sono ancora piccoli, esternano i loro pensieri in modo chiaro, semplice e diretto e non pensano a come possano reagire le persone alle loro parole.

Questa naturalezza risveglia la tenerezza negli adulti e li diverte nella maggior parte dei casi. Probabilmente è questo il motivo della celebre frase riportata in precedenza. In genere, i bambini si esprimono senza timori e senza filtri morali.

Questo atteggiamento è tipico soprattutto nei primi anni di vita. Fino ai quattro anni circa, i bambini non sviluppano empatia. Senza questa capacità, non sono in grado di mettersi nei panni dell’altra persona e vogliono solamente raggiungere i loro obiettivi guidati dalla già citata spontaneità.

Madre e figlia

I bambini non sempre dicono la verità, a volte mentono

Se ci riflettiamo un momento, ci rendiamo conto che anche i bambini mentono e lo fanno sin dalla tenera età.

Nonostante la loro innocenza, per varie ragioni dipendenti dall’età e dalla fase di sviluppo, i piccoli si trovano a dire bugie.

In età prescolare, capita spesso che i bambini mentano a causa della difficoltà di distinguere la realtà dalla fantasia. Non preoccupatevi, è normale che nei loro racconti vangano mescolate situazioni reali ed elementi fittizi.

Possono mentire anche perché vogliono ottenere o evitare qualcosa. Ad esempio, un bambino può dire delle bugie per ottenere un regalo che desidera fortemente o per non deludere i suoi genitori.

Può farlo per nascondere dei problemi o per attirare l’attenzione. Comunque sia, di solito, i bambini non mentono di proposito per fare del male a qualcuno: questa non è la loro intenzione.

Inoltre, sono abbastanza capaci di scoprire le bugie dei genitori analizzando i loro gesti e le loro espressioni e percepiscono questo tipo di “menzogne” come un tradimento. In questi casi, bisogna che i genitori dicano le cose e trasmettano le informazioni in modo che i piccoli possano comprenderle; senza essere costretti a mentire.

Come essere sinceri in modo equilibrato

Sebbene l’ingenua sincerità dei bambini sia adorabile, a volte può portare a situazioni spiacevoli e può persino ferire i sentimenti di qualcuno.

Avere empatia ed essere diplomatici quando si interagisce con le altre persone, sono dei valori importanti che bisogna trasmettere ai più piccoli nel miglior modo possibile.

Bambino che non dice la verità

In modo naturale, man mano che i bambini crescono e si sviluppano da un punto di vista cognitivo ed emotivo, questa sincerità e schiettezza si trasformano. Col tempo, iniziano ad essere in grado a controllare o omettere le espressioni che possono offendere o ferire qualcuno. Per dirla in breve, trovano l’equilibrio tra sincerità e tatto.

Come genitori, come ci dobbiamo comportare?

  • Non bisogna rimproverare duramente il bambino quando ci accorgiamo che non sta dicendo la verità. Bisogna spiegargli che le bugie non si dicono e che è importante pensare prima di dire qualcosa.
  • Essere dei modelli di comportamento. Come abbiamo detto in precedenza, i bambini sono in grado di percepire le bugie dei genitori e questo genera in loro confusione. Come tutti sappiamo, i piccoli fanno quello che vedono e non quello che si dice loro. Siate dei modelli ed insegnate loro ad esprimersi con coraggio, sincerità e delicatezza.
  • Valorizzateli ogni volta che hanno dei comportamenti o usano delle espressioni appropriate alla situazione. Fate loro comprendere che il comportamento avuto era corretto. In questo maniera, memorizzeranno questo modo di relazionarsi e saranno più propensi a ripeterlo in futuro.
  • Mostrate ai bambini le conseguenze delle loro azioni piuttosto che punirli e basta. Avrete dei risultati migliori se spiegate loro che un comportamento errato può ferire le persone che li amano. È preferibile far comprendere gli errori piuttosto che punirli negando loro, ad esempio, la televisione.