La canzone creata scientificamente per far ridere il bambino

· 24 ottobre 2017

Esiste una canzone per far ridere i bambini, ed è stata studiata scientificamente. È stata creata da un gruppo di scienziati del Regno Unito e si intitola Happy Song Canzone felice. Dura due minuti, durante i quali il vostro bambino può ascoltare una combinazione singolare di rumore dell’acqua, versi di animali e musica strumentale. Il tutto accompagnato da una voce di una donna, sempre in grado di calmare i piccoli.  E le risate sono solo uno dei numerosi benefici che la musica offre ai bambini per farli stare bene.

Per creare questa canzone è stata necessaria la collaborazione di 2.300 genitori.  Su richiesta di Caspar Addyman e della musicoterapeuta Lauren Stewart, mamme e papà hanno elencato i rumori che facevano ridere i loro figli. I due studiosi hanno fatto poi una cernita di quelli più citati: starnuti, versi di animali e risate di bambini. Una volta selezionati, i suoni sono stati testati su una cinquantina di bambini.

Gli specialisti hanno studiato la reazione dei piccoli, osservandone i movimenti, le espressioni del viso, il ritmo cardiaco e e i vocalizzi, per vedere quali parti della canzone suscitavano uno stato d’animo allegro e positivo.

Già allora hanno intuito quali sarebbero state le reazioni dei bambini e hanno deciso di registrare la Canzone felice. Essa comprende, oltre a una voce femminile, rumori della natura, il suono di un clacson e urletti di emozione. Questi ultimi in particolare, mantengono alta l’attenzione dei piccoli.

Oltre alla Happy Song esistono molte canzoni che possono far ridere vostro figlio. Per scegliere potete farvi guidare dalle conclusioni cui sono giunti gli esperti che hanno creato la canzone che fa ridere i bambini.

Una di esse è che ai più piccoli piace la musica ripetitiva e prevedibile. I bambini. infatti, provano soddisfazione a sapere in anticipo che cosa succederà. Ad esempio che dopo il verso della mucca c’è quello dei pulcini.

Gli scienziati spiegano anche che i bambini sono propensi a preferire la musica più veloce, dato che il loro cuore batte a un ritmo più accelerato rispetto a quello degli adulti.

Bambino che ascolta una canzone.

Canzoni che stimolano positivamente

Oltre a farlo ridere, la musica ha molti effetti positivi su vostro figlio.  Alcuni di essi sono già stati studiati. Per esempio, i ricercatori di un’università di Washington hanno dimostrato che i bambini che giocano a seguire il ritmo della musica migliorano le proprie capacità cognitive. 

Nei primi mesi di vita è meglio far ascoltare loro ninnenanne o brani strumentali di breve durata e dal ritmo lento.  Sono consigliabili anche canzoni che ricordano il battito del cuore della mamma, poiché favoriscono il rilassamento del sistema nervoso. La musica, infatti, riduce i livelli di stress, poiché sui bambini più piccoli ha un effetto rilassante. 

È stato dimostrato che i bambini di nove mesi, dopo aver ascoltato più volte un brano, sono capaci di riconoscerne le diverse melodie e le parti cantate. Questa capacità li aiuta ad apprendere rapidamente.

Nell’ultimo decennio è stato dimostrato che la musica favorisce lo sviluppo cerebrale e stimola le capacità di apprendimento del bambino.

La musica, un’alleata per i piccoli

Bambino e musica.

La musica aiuta anche a migliorare la concentrazione e la creatività. Stimola lo sviluppo psicomotorio e, quando il bambino comincia a camminare, favorisce il senso dell’equilibrio e un movimento più armonico.

Le parole delle canzoni, in particolare, hanno un effetto positivo sullo sviluppo linguistico. Incentivano collegamenti attivi nel linguaggio. Ascoltare musica e imparare canzoni aiuterà il bambino a parlare in modo più scorrevole.

Ai bambini prematuri vengono fatte sentire spesso melodie musicali. Grazie a esse infatti, i neonati prematuri modificano in meglio le proprie abitudini alimentari mentre migliora il loro ritmo cardiaco e respiratorio.

Questi sono solo alcuni dei vantaggi offerti dalla musica al vostro bambino. Se ascoltare musica non trasformerà i vostri figli in geni, di sicuro li aiuterà a sviluppare diverse abilità.