Combattere la stanchezza in fase di allattamento

· 20 novembre 2018
Se state allattando il vostro piccolo e vi sentite più stanche del solito, dovete tenere conto di alcuni consigli per combattere l'affaticamento. In questo articolo, vi proponiamo come riuscirci.

L’allattamento materno provoca in molte donne senso di fatica e mancanza di forze. Tuttavia, non dovete preoccuparvi di questi sintomi. Nella maggioranza dei casi è possibile combattere la stanchezza in fase di allattamento.

L’allattamento è un’opzione molto salutare per il neonato. In quanto gli apporta i nutrienti di cui ha bisogno per la crescita e lo sviluppo. L’allattamento consuma molta energia e provoca stanchezza nelle mamme. Per fortuna, esistono molte forme per combattere la stanchezza in fase di allattamento. Di seguito, vi suggeriamo come farlo.

Come combattere la stanchezza in fase di allattamento?

1. Buona alimentazione

Un’alimentazione corretta è uno dei modi migliori per combattere la stanchezza durante l’allattamento materno. Dovete cercare di aumentare le vostre energie. E per questo, è utile ingerire i nutrienti di cui il corpo ha bisogno.

In tal senso, si consiglia di includere molte proteine nella dieta. Così farete il pieno di energia. Semplici cambiamenti nel programma di alimentazione quotidiana possono rimediare alla situazione. E aiutarvi a sentirvi più vitali.

Aggiungere carne magra, pesce, latte, formaggio o legumi alla dieta, vi permetterà di aumentare l’apporto di proteine. Gli alimenti ricchi di fibre possono ugualmente potenziare l’energia. Perché si digeriscono più lentamente di quelli che ne hanno poche.

Allo stesso modo, gli alimenti ricchi di ferro devono essere presenti. Il motivo è che una deficienza di ferro in questa situazione può causare molta stanchezza.

Combattere la stanchezza

 2. Dormire di più

Dalla nascita del bebè, di solito si dorme meno di quanto si è abituati. Il bisogno di alimentare il piccolo durante la notte e i brevi cicli di sonno interrompono il sonno normale. Cosa che può causare affaticamento.

Se vi sentite molto stanche durante l’allattamento, uno dei cambiamenti essenziali è dormire di più. In effetti, è difficile dormire a sufficienza quando il bimbo si sveglia la notte piangendo. Ma è il modo di combattere la fatica e di recuperare energie.

Cercate di dormire le vostre 7-8 ore, sempre che sia possibile, durante la notte. Potete anche fare un riposino mentre il bimbo durante il giorno. Dovete anche considerare il fatto di chiedere aiuto alla famiglia. Questa può prendersi cura del piccolo quando vi sentite particolarmente stanche.

“L’allattamento materno consuma molta energia e provoca nelle mamme un senso di affaticamento”

3. Buona idratazione

D’altra parte, è anche importante mantenersi ben idratate durante l’allattamento e ogni giorno con i vostri fluidi. Può essere di aiuto per il vostro livello di energia. La disidratazione può provocare affaticamento e sconvolgere le vostre funzioni corporali durante tutto il giorno.

Allo stesso tempo, si raccomanda, ogni volta che vi sentite stanche allattando il piccolo, di avere con voi un bicchiere d’acqua. Potete anche bere mentre allattate. In ogni caso, dovete assicurarvi di avere sempre con voi una bottiglia d’acqua, per favorire una corretta idratazione.

4. Fare esercizio

Anche se può sembrare contraddittorio, l’esercizio vi permette di combattere la stanchezza in fase di allattamentoQuando fate esercizio, si produce un aumento nella secrezione di endorfine. Questo vi fa sentire più piene di energia. Inoltre, l’attività fisica permette di aumentare il livello di ossigeno nel sangue.

Comunque, ricordate che potete iniziare con l’attività sportiva dopo che il medico vi ha dato il suo permesso. Questo vuol dire che il vostro corpo dovrebbe essersi ristabilito al 100% dopo la nascita del piccolo. E se non bastasse, l’attività fisica vi permetterà di recuperare la forma che avevate prima di rimanere incinte.

 5. Cura di voi stesse

Infine, l’ultimo consiglio per combattere la stanchezza durante l’allattamento è di prendervi cura di voi stesse. In questo senso, non dovete dimenticare di fare i controlli e ricevere l’attenzione medica necessaria.

Nello stesso tempo, se vi sentite stanche, sarà opportuno che il medico vi visiti per vedere se si rileva anemia, problemi di tiroide o altri disturbi medici che possono apparire dopo la nascita del bimbo e provocano stanchezza.

D’altro canto, non dovete nemmeno dimenticare i bisogni emotivi. In effetti, l’arrivo del piccolo più farvi sentire un po’ depressa e angosciata. Non dimenticate di confidare sulla vostra famiglia e contare sull’aiuto professionale necessario.

In ultimo, ricordate che se continuate a sentirvi stanche dopo i cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, sarà il caso di consultare il medico. E magari considerare eventuali trattamenti per controllare i sintomi e incrementare l’energia.