Ore di sonno: quante ne perdono i neo genitori?

· 27 marzo 2018

“Il riposo è una delle più grandi sfide quando un neonato si aggiunge alla famiglia. Inevitabilmente i genitori dovranno cambiare le proprie abitudini fino a che il bebè non dormirà tutta la notte. La domanda che tutti si chiedono è: quante ore di sonno perdono i neo genitori?”

L’importanza del sonno viene decisamente rivalutava una volta imbarcati nell’avventura di diventare genitori. Molti si chiedono quante siano le ore di sonno che si perdono con l’arrivo di un nuovo membro della famiglia. Recenti studi hanno dato una risposta a questo dubbio.

Durante i primi mesi di vita del bebè i neo genitori vengono spesso avvistati con occhiaie, stanchi e con un miliardo di faccende in sospeso in casa. Questo perché il bebè non è ancora abituato al ritmo circadiano, ossia il ciclo di 24 ore regolato dalla luce solare e dall’oscurità della notte.

Allora, vi siete mai chiesti esattamente quante ore di sonno perdono i novelli genitori? Prima di fornirvi tutti i dati vogliamo ricordarvi perché il sonno è così importante per grandi e piccini.

Ore di sonno: i benefici del riposo

Il fatto che ogni individuo debba dormire almeno 7 ore a notte non è un mito popolare ma un comprovato dato di fatto. Quali vantaggi apporta il riposo al vostro organismo? Ecco alcuni esempi:

  • Previene le malattie: quando dormite il sistema immunitario si rigenera. In questo modo potrete difendervi meglio di fronte alle minacce.
  • Previene malattie cardiache: durante il riposo la pressione arteriosa diminuisce notevolmente. Inoltre, le arterie si puliscono da grassi e zuccheri.
  • Migliora il rendimento sportivo e l’energia sessuale: il sonno permette la ricostruzione del muscolo dalle microlesioni provocate dall’esercizio fisico. Allo stesso tempo, permette di rinnovare le energie sessuali.
  • Combatte lo stress: durante il riposo la mente si libera dai pensieri quotidiani: lavoro, debiti, doveri. In questo modo l’individuo al risveglio è sollevato dai pensieri della routine e si sentirà anche più creativo nella risoluzione dei problemi quotidiani.
  • Vi fa mangiare meglio: quando si riposa bene si produce meno l’ormone chiamato leptina. Tra gli altri effetti, è capace di ridurre l’appetito.
ore di sonno

Conseguenze di un cattivo riposo

Contrariamente a quanto detto in precedenza, il non riposare bene si ripercuote integralmente sul benessere della persona. Questi sono gli effetti più comuni a livello di salute:

  • Malumore.
  • Basso rendimento fisico e intellettuale.
  • Mala alimentazione.
  • Stanchezza durante il giorno.
  • Bassa protezione contro germi e batteri.

Quante ore di sonno deve dormire un bebè?

Suona contraddittorio affermare che i genitori perdano ore di sonno quando, i neonati minori di sei mesi dormono tra le 16 e le 20 ore al giorno. La spiegazione è molto semplice, il sonno dei neonati è spesso interrotto, si svegliano infatti ogni paio d’ore in cerca di cibo e della madre.

Questo fa in modo che la madre sia sveglia per nutrire il piccolo. Di conseguenza anche il padre non dorme o comunque riposa molto meno. Tuttavia degli studi affermano che le donne perdono più ore di sonno degli uomini durante i primi mesi di vita del bebè.

“Anche se i neonati minori di sei mesi dormono tra le 16 e le 20 ore al giorno, non lo fanno di seguito: si svegliano infatti ogni paio d’ore per essere alimentati.”

Dopo i sei mesi le abitudini del piccolo invece cominceranno ad adattarsi a quelle della famiglia. A partire da quest’età comincerà a dormire 6, 7 ore di fila durante la notte.

Man mano che cresce si sveglierà durante la notte sempre meno. Ad un anno di vita dormirà tra le 11 e le 14 ore al giorno.

ore di sonno

Quante ore di sonno perdono i neo genitori?

Alcuni anni fa durante la VII Giornata Universitaria dei Progressi nella Medicina Pediatrica del Sonno dell’Università di Valencia; venne rivelato l’importante dato. Il capo del servizio di Pediatria dell Unità del sonno dell’ospedale Quirón di Valencia, di nome Gonzalo Pin, rivela quanto segue.

Lo studioso e membro dell’Istituto Europeo per la Qualità del Sonno, rivela che i genitori perdono approssimativamente 700 ore di sonno annuali nel primo anno di vita del bebè. Questo con una media di due ore a notte.

“I genitori perdono approssimativamente 700 ore di sonno annuali nel primo anno di vita del bebè.”

Quindi, se si considera la raccomandazione di dormire 8 ore a notte, la perdita è del 25%. Esatto, i neo genitori perdono un quarto delle ore abituali di sonno. Sorprendente, non è vero?

E nel caso della madre questo dato risulta ancora più evidente; dato che è l’incaricata di nutrire il bebè. Perciò risultano essere le donne le maggiormente colpite dalla perdita di sonno durante il primo anno di vita del bambino.

Si può concludere dicendo che l’esperienza di essere genitori è un compito stupendo ma anche stancante. Tenete a mente che il consiglio migliore per vivere bene questa esperienza è distribuire correttamente le responsabilità nella coppia. Così che tutti gli ostacoli diventino più semplici.