Come insegnare l’autostima ai bambini

· 16 novembre 2018
Insegnare l'autostima ai propri figli è uno dei regali più importanti che un genitore può fargli, perché gli permetterà di crescere fiduciosi e forti.

Insegnare l’autostima ai bambini è un processo lento, ma che può essere avviato fin dall’infanzia. Si tratta di una qualità che può aiutare i piccoli ad impegnarsi di più a scuola, in casa e nelle relazioni personali.

L’autostima nei bambini inizia a svilupparsi nei loro primi anni di vita. I genitori sono le persone più importanti durante l’infanzia e svolgono un ruolo fondamentale per il loro sviluppo. Le parole di incoraggiamento possono contribuire a costruire il loro amor proprio, specialmente quando si fa riferimento all’impegno e alle abilità specifiche di un bambino.

Insegnare l’autostima al proprio figlio è uno dei migliori regali che un genitore può fargli. Un bimbo con amor proprio ha una percezione positiva e realistica delle sue abilità. Per questo, è molto importante lavorarci il prima possibile.

Di seguito, ecco una lista con i migliori modi per insegnare a vostro figlio a costruire un’immagine positiva di se stesso.

Come insegnare l’autostima al proprio figlio

1. Incentivatelo a praticare degli sport

Il primo passo per insegnare l’autostima a vostro figlio è spingerlo a praticare attività fisica. Gli sport aiutano i bambini ad avere fiducia in se stessi, poiché gli permettono di porsi degli obiettivi, di migliorare le loro capacità e di raggiungere gli scopi che si sono prefissati. Tra gli altri benefici c’è il fatto di riconoscere i propri punti di forza e di accettare le debolezze.

bambine che giocano a calcio

Superare delle difficoltà negli sport è un modo per rafforzare l’autostima. Inoltre, permette ai bambini di tenersi in forma e gli insegna a prendersi cura del loro corpo.

2. Parlategli e dategli il buon esempio

Parlare con vostro figlio per educarlo è sempre positivo. Consigliategli di affrontare i problemi e di lavorare su di essi con maggior impegno per superarli.

È importante che vostro figlio sappia come dare valore ai suoi punti di forza e riconoscere le sue debolezze. Risolvere i problemi fa crescere il suo amor proprio.

Dategli anche il buon esempio. Dovete amare voi stessi prima di poter insegnare l’autostima a vostro figlio.

D’altro canto, potete condividere le vostre forze e le vostre debolezze con lui e dirgli cosa fare per superare le situazioni più complicate. Fategli capire che deve impegnarsi per riuscire ad abbattere gli ostacoli.

3. No alle critiche

Le critiche che i bambini ascoltano su di loro da parte di altre persone si ripercuotono sul modo in cui si considerano. Di fatto, le parole negative sono sempre dannose e non motivanti.

Pertanto, se volete correggere alcune attitudini di vostro figlio, fatelo con pazienza e concentratevi su quello che volete che faccia la prossima volta. Focalizzatevi sui suoi punti di forza e su ciò che mette in pratica positivamente. Date più importanza ai punti di forza che alle cose che deve migliorare se volete aiutarlo ad avere amor proprio.

4. Imparare cose nuove

Infine, tenete in considerazione che imparare cose nuove è una delle migliori soluzioni per incentivare l’autostima nei bambini.

Anche durante l’infanzia, il fatto di apprendere a bere da un bicchiere o a camminare, provoca loro una sensazione di dominio e di successo ineguagliabili.

bambino che crea

Per questi motivi, a mano a mano che crescono devono imparare a vestirsi, a leggere e ad andare in bicicletta. In genere, qualsiasi opportunità per acquisire concetti e abilità è un buon modo per far crescere il loro amor proprio.

Vi raccomandiamo di aiutare all’inizio vostro figlio se gli insegnate a creare degli oggetti. Successivamente potrà sbagliare, riprovare, riuscire nell’intento ed esserne orgoglioso. Le sfide devono sempre essere adatte al suo livello.

Se seguirete questi consigli riuscirete ad insegnare al vostro bambino ad avere amor proprio.