Il mio bambino si sveglia sempre piangendo: perché succede?

Se alzarsi la notte per prendersi cura del proprio piccolo che si è svegliato piangendo è la regola, allora è necessario individuarne le cause e applicare misure correttive in tempo prima che riposare male porti complicazioni.
Il mio bambino si sveglia sempre piangendo: perché succede?

Ultimo aggiornamento: 23 febbraio, 2022

Molte neo mamme devono alzarsi durante la notte per accudire un piccolo irrequieto. Quindi la domanda “perché il mio bambino si sveglia sempre piangendo?” è più del normale e ha diverse risposte.

I bambini hanno uno stato di sonno profondo, chiamato REM, che è breve. Per questo la maggior parte delle ore viene trascorsa in fasi superficiali —chiamate Non-REM—, meccanismo primitivo di sopravvivenza di fronte a qualsiasi cambiamento pericoloso.

Anche il temperamento e le abitudini del bambino possono influenzare il modo in cui dorme. Sebbene nel tempo alcuni diventino più regolari nel proprio ritmo sonno-veglia, altri non hanno la stessa fortuna.

Generalmente, dopo 3 mesi, i bambini saranno pronti per durare diverse ore di sonno senza piangere per la fame. Se ciò non accade, potrebbero esserci dei disagi, legati all’ambiente o alle tue condizioni fisiche.

I motivi per cui si svegliano di notte possono essere molto vari. I genitori impareranno nel tempo a riconoscere i bisogni che si nascondono dietro le grida del loro bambino. Tuttavia, possiamo educare noi stessi sui più comuni.

Perché il mio bambino si sveglia sempre piangendo?

Piangere è un modo per i bambini di attirare l’attenzione dei genitori. Di fronte a qualsiasi desiderio o esigenza, questa è la loro reazione naturale a cercare il contatto con mamma o papà e sentirsi al sicuro. Se sei uno di quelli a cui la frase “il mio bambino si sveglia sempre piangendo” suona come una cosa di tutti i giorni, fai attenzione ai motivi più comuni per trovare una soluzione pratica e veloce.

Cosa fare per far calmare il bambino?

La separazione

I piccoli non sanno di essere in un luogo sicuro. Svegliarsi lontano dal calore materno li rende vigili e cercano disperatamente la protezione della mamma. Ecco perché, quando per qualche motivo si rendono conto di essere lontani dai genitori, si svegliano immediatamente e piangono.

Routine quotidiane con periodi di sonno prolungati

Se i bambini trascorrono molto tempo dormendo durante il giorno, si sentiranno meno stanchi di notte. Questo li manterrà attivi quando dovrebbero, così sarai più rilassato ad addormentarti. Alla fine della giornata, vorranno l’attenzione dei loro genitori e, non ottenendola come vogliono, allora piangeranno per questo.

Il bambino mangia ogni volta che piange

Durante il giorno, il tuo stomaco si è abituato a ricevere cibo costantemente e in piccole porzioni senza un programma fisso. Pertanto, di notte piangerà per il cibo mentre attende di continuare la sua routine di alimentazione.

Assicurati che le porzioni di cibo a fine giornata siano sufficienti per riposare completamente senza avere fame e modificare gradualmente il tempo tra un pasto e l’altro.

Cambio pannolino di notte

Se il bambino è abituato a essere cambiato al minimo accenno di umidità nel pannolino, la notte non farà eccezione. Sentendosi un po’ a disagio, senza nemmeno lasciare che il materiale assorbente faccia il suo lavoro, il bambino si sveglierà e piangerà per ritrovare il suo senso di benessere.

Una domanda ripetuta da molti genitori: è bene o male far piangere il bambino?

Cosa devo fare se il mio bambino si sveglia sempre piangendo?

La prima cosa da ricordare è che se si sveglia piangendo, dobbiamo fornirgli un ambiente calmo in modo che possa addormentarsi. È un errore cercare giocattoli o altri oggetti per intrattenerlo; di notte dobbiamo concentrare i nostri sforzi per creare l’abitudine di dormire correttamente.

È importante non prenderlo tra le braccia o giocare quando lo vedi sorridere quando è felice di vederti, perché questo lo rivelerebbe completamente. Entra lentamente nella stanza, parla con lui a bassa voce e accarezzagli delicatamente la testa; cerca di rilassarti e aiutarti a dormire di nuovo.

Una volta verificato che dietro al pianto non c’è nulla di grave, dobbiamo lasciare la stanza. Non commettere l’errore di dormire lì o di portare il bambino nel tuo letto.

La causa principale per cui un bambino si sveglia piangendo non ha le giuste abitudini di sonno, quindi dovresti rivedere le tue pratiche su questo problema e correggere ciò che è necessario in modo che sia tu che tuo figlio abbiate un buon riposo. Ricorda che la loro crescita dipende in gran parte da questo.

Potrebbe interessarti ...
Come educare bambini indipendenti e responsabili
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come educare bambini indipendenti e responsabili

È importante educare dei bambini indipendenti e responsabili. La scienza fornisce ai genitori una serie di preziosi suggerimenti. Eccone alcuni.