Consigli per educare un figlio altamente sensibile

· 24 ottobre 2016

Se avete un figlio altamente sensibile, certamente vi starete chiedendo come educarlo affinché abbia successo nella vita.

Ogni bambino è speciale, ma forse scoprire che il proprio figlio è altamente sensibile può creare sconforto e far sorgere mille dubbi. La realtà è che vostro figlio è diverso dagli altri bambini perché sente e vive ciò che succede attorno a lui moltiplicato per due. Dimostrandogli quanto sia speciale per voi lo aiuterete a crescere con sicurezza e a maturare.

Cause e sintomi

La causa può essere genetica, ed essere stata tramandata di generazione in generazione. Un figlio altamente sensibile è sopraffatto dai cambiamenti improvvisi, dagli stimoli troppo forti e dall’angoscia emotiva del prossimo.

In generale i figli altamente sensibili si comportano coscienziosamente perché riflettono molto sulle cose prima di agire. Sin da bambini reagiscono in modo immediato ai cambiamenti di luce e temperatura; assaporano cibo e aromi ma, ad esempio, il tessuto dei vestiti può causargli fastidio e irritazione alla pelle.

Piangono per qualsiasi cosa, gli stimoli li infastidiscono, i suoni inattesi li spaventano e, crescendo, affrontano problemi sempre più complessi.

bambino

Se volete scoprire se vostro figlio presenta i sintomi di un bambino altamente sensibile, potete fargli delle prove, anche se questi non sono identici in ogni individuo. Essi dipenderanno dalla famiglia, dall’ambiente in cui vive, dall’attenzione e dalle cure che gli sono state fornite e, soprattutto, dalla sua educazione.

Tutti questi aspetti portano il bambino a sviluppare una sua personalità nonostante si tratti di un individuo altamente sensibile, ovvero con dei sensi (tatto, vista, udito, gusto e olfatto) che lo rendono particolarmente sensibile al mondo esterno.

Per dargli la miglior educazione possibile, dovete mettervi nei suoi panni, perché nessuno più dei genitori dovrebbe accettare e comprendere tale situazione.

Cosa bisogna fare?

Verificate ciò che potete su tale diagnosi per spiegare a maestri, amici e familiari, perché il bimbo si comporta così. Cercate opinioni di esperti come Elaine Aron o Liliana Cassuso, che hanno studiato e scritto molto su questo problema.

Un figlio altamente sensibile cerca di unificare ciò che sente dentro con il mondo esterno. È ipersensibile e sperimenta le sensazioni sia a livello emotivo che fisico. Come potete educarlo per fargli avere successo nella vita?

bambina

Cominciamo poco a poco, con 5 passaggi fondamentali:

  • Limiti: non dovete reprimerlo né consentirgli qualsiasi cosa. Dovete dettare delle regole e fargli capire perché lo fate, ovvero perché volete il meglio per lui.
  • Tecnologia: nonostante si tratti di uno strumento per imparare a comunicare con gli altri, può portarlo a nascondersi dal mondo reale. Meglio non fargli passare troppo tempo al computer.
  • Comprensione: vostro figlio non è un adulto in miniatura. Lui non sa controllare le sue emozioni, tutto ciò che lo circonda lo sopraffà. Cercate di mettervi nei suoi panni.
  • Calma o tranquillità: ormai sapete perché reagisce in un certo modo, dunque arrabbiarsi con lui non migliorerà le cose. Inoltre, per lui lo stress non è affatto positivo.
  • Interagire: dovete stimolarlo ad interagire col mondo reale e, per questa ragione, dovete essere molto creativi nel presentargli le cose. Potete ad esempio andare al parco, guardare le stelle da un telescopio, prendergli un animale, aiutarlo a controllare le sue emozioni, ecc.

I figli altamente sensibili dimostrano un maggiore interesse per le persone e le situazioni attorno a loro. Per questo è importante aiutarli sin da piccoli ad avere amici. Grazie a ciò diventeranno dei bambini estroversi e più sicuri al momento di prendere decisioni. Bisogna dargli l’opportunità di scegliere, non farlo al posto loro, ed evitare di metterli fretta.