4 esperimenti per bambini per imparare la scienza

30 Gennaio 2019
Con questi esperimenti per bambini per imparare la scienza stimolerete le loro capacità analitiche e si divertiranno. Avete il coraggio di farli?

La scienza è una cosa che, se spiegata bene e attraverso esperimenti per bambini, può essere molto appassionante per i più piccoli. Offre loro la possibilità di capire il mondo che li circonda e provare a fare certe cose può essere molto divertente. Ecco perché vi vogliamo proporre una serie di esperimenti per bambini per imparare facilmente la scienza.

Facciamo scienza con esperimenti per bambini!

Un uovo che diventa pietra

Con questo esperimento vedranno come un uovo diventa indistruttibile solo con l’aiuto dell’aceto. Avrete bisogno di:

  • Un uovo
  • Un barattolo di vetro con un coperchio
  • Aceto bianco

Mettete l’uovo nel barattolo e riempitelo 2/3 con l’aceto e chiudetelo. Lasciatelo riposare per 48 ore ed estraete l’uovo. Sarà di una tonalità arancione e vedrete che non si potrà rompere. Perché? Ciò accade perché il guscio dell’uovo è composto da carbonato di calcio che, essendo solubile nell’aceto, ha creato invece un duro strato resistente.

Spiegare esperimenti per bambini

Camminare sulle uova

Come vedete, le uova permettono di eseguire diversi esperimenti. Chiedete ai bambini cosa succede se ci mettiamo in piedi su un un letto di uova. Sicuramente, tutti saranno convinti che si romperanno, ma dimostrerete loro che non è così.

A lavoro! Dovete mettere le uova in un portauova, tutte nella stessa posizione. Controllate in anticipo che nessuna abbia delle crepe. Aiutate il bambino a salire sulle le uova e a distribuire il suo peso in modo uniforme – questa è la cosa più importante. Una volta ben collocato sulle uova, lasciatelo.

Le uova non si rompono perché la loro forma è molto simile a quella di un arco tridimensionale, una delle forme architettoniche che resistono alla pressione uniforme.

Creare una pila o una batteria con un limone

Questo esperimento può essere eseguito solo con un limone, una vite e una moneta di rame. Tagliate il limone in due. Su un pezzo mettete la vite e sull’altro la moneta di rame. Se avete un multimetro potrete misurare la corrente elettrica che si genera e potete usare diversi limoni per riuscire ad accendere un dispositivo elettrico.

Questo accade perché la vite trasmette elettroni alla moneta di rame e genera una piccola corrente elettrica.

Un termometro fatto in casa

Per creare un termometro atmosferico avrete bisogno di materiali che di solito si trovano in casa:

  • Bottiglia vuota da 50 ml
  • Cannuccia trasparente
  • Plastilina
  • Acqua (per riempire la bottiglia)
  • Forbici
  • Ciotola con acqua calda
  • Colorante alimentare
  • Alcol e ghiaccio per calibrare

Realizzazione:

  1. Fate un buco al tappo della bottiglia con le forbici e infilatevi la cannuccia.
  2. Per sigillarlo bene, riempitelo di plastilina in modo che non ci siano perdite.
  3. Riempite d’acqua la bottiglia fino alla metà.
  4. Aggiungete qualche goccia di colorante fatto in casa, in modo da vedere meglio quando l’acqua sale per la cannuccia.
  5. Chiudete la bottiglia ed assicuratevi che la cannuccia arrivi alla parte in cui inizia l’acqua.
  6. Scaldate adesso l’acqua nella ciotola e mettete la bottiglia a bagnomaria. Questo fa sì che le molecole si muovono più velocemente e spingono il liquido per la cannuccia.
  7. Guardate come l’acqua calda sale per la cannuccia!
Microscopio per esperimenti per bambini

A seconda dell’età dei bambini è possibile aumentare un po’ la complessità calibrando il termometro. Per farlo aggiungete dell’alcol al liquido. Dobbiamo contrassegnare dove sono i 90 gradi, quindi, faremo bollire l’acqua e immergeremo la bottiglia per 5 minuti. Segnate il punto fino a cui sale l’acqua e questo sarà il punto per i 90 gradi.

Fate la stessa cosa per indicare il punto per zero gradi e immergete la bottiglia in una ciotola con acqua e ghiaccio per altri 5 minuti. Avrete quindi identificato zero gradi e 90 gradi e potrete calcolare (a occhio) le temperature intermedie.

Risvegliate il loro interesse con questi esperimenti per bambini, lasciate che si pongano delle domande e che dimentichino per un po’ tablet, tv e smartphone!