In che modo iPad e smartphone influenzano i bambini sotto i 2 anni

Ipad e smartphone sono diventati un ottimo intrattenimento per bambini e neonati. È qualcosa di dannoso per i più piccoli?
In che modo iPad e smartphone influenzano i bambini sotto i 2 anni
Nadyra Muhammad

Scritto e verificato da la psicopedagoga Nadyra Muhammad.

Ultimo aggiornamento: 27 dicembre, 2022

I dispositivi elettronici come Ipad e smartphone influenzano i bambini, un’affermazione che è stata molto dibattuta da varie prospettive, soprattutto per i suoi effetti sulla salute e sulla socializzazione dei bambini.

Coloro che mettono in guardia sui pericoli che potrebbe generare per la salute, di solito argomentano con alcune indicazioni di condizioni importanti come malattie e tumori. Tuttavia, è anche valido affermare che ad oggi non sono stati trovati risultati di ricerca conclusivi che indichino che sia così.

In ogni caso la prudenza non guasta mai, soprattutto se consideriamo le seguenti argomentazioni pienamente verificabili.

Si è detto che l’uso indiscriminato di dispositivi elettronici, tra cui smartphone e Ipad, favorisce uno stile di vita sedentario, che è una delle principali cause di obesità nel mondo, i cui tassi sono in aumento, soprattutto tra i bambini e i giovani.

Dal punto di vista sociale, la critica è stata rivolta alla mancanza di socializzazione che incoraggia l’uso eccessivo di questi dispositivi, dal momento che alcuni bambini spesso preferiscono “relazionarsi” con il telefono piuttosto che con i loro coetanei.

In che modo iPad e smartphone influenzano i bambini sotto i 2 anni

Gli studi parlano di disturbi del sonno, sovrappeso e persino ritardo nel linguaggio espressivo, che richiedono le dovute precauzioni e l’esercizio di meccanismi di controllo che limitino il tempo trascorso davanti agli schermi. Diamo uno sguardo dettagliato ad alcuni degli effetti.

I bambini hanno bisogno di muoversi

Indipendentemente dal fatto che consideriamo valida o meno la ricerca postulata contro l’uso di questi dispositivi, dobbiamo pensare che i bambini sotto i 2 anni di età (e anche oltre) hanno bisogno di esplorare il loro ambiente per raggiungere il loro sviluppo: gattonare, camminare, arrampicarsi, saltare, rotolare, ballare, correre, ecc. Ma tutto questo non si ottiene attraverso un tablet seduto su una poltrona.

Lo sviluppo cerebrale (neurosviluppo) dei bambini è un processo che inizia nel grembo materno ma continua fino a 4 o 5 anni dopo la nascita. Poiché durante questo periodo le strutture cerebrali continuano a formarsi, così come le sinapsi (giunzioni tra i neuroni). In questo giocano un ruolo fondamentale l’esperienza e la necessità dell’organismo di generare risposte alle richieste dell’ambiente. Ma in che modo guardare video sul cellulare di mamma o papà può aiutare il neurosviluppo?

I bambini hanno bisogno di conoscere il proprio corpo e imparare a controllarlo per esperienza, anche se scombina la casa e crea rumore.

I bambini hanno bisogno di sperimentare con i sensi

Il neurosviluppo implica anche che il sistema nervoso sappia elaborare le informazioni che entrano attraverso i cinque sensi e sia in grado di utilizzarle per apprendere. Inoltre, è importante che i bambini possano assimilare gli stimoli vestibolari (equilibrio e movimento) e propriocettivi (sensazioni dal corpo).

Tutto questo si ottiene giocando, scoprendo nuove consistenze e temperature, usando strumenti musicali, andando al parco, dondolando, cantando, sporcandosi, ecc., e non giocando al gioco della moda su Ipad.

Ipad e smartphone ostacolano lo sviluppo della comunicazione

Saper comunicare non è vedere le immagini sull’iPad e nominarle, è riuscire a far sapere agli altri cosa vogliamo dire e anche riuscire a capire cosa ci dicono gli altri e cosa succede intorno a noi. Avere un vocabolario è importante, ma questa non è comunicazione.

I bambini imparano a comunicare interagendo con le persone, non con le macchine, ascoltando la mamma, giocando con fratelli e cugini, all’asilo, risolvendo problemi, cantando, ascoltando storie.

È la comunicazione che permette lo sviluppo delle abilità sociali, che i piccoli crescano sapendo rispettare le opinioni degli altri, aspettare il proprio turno quando giocano, saper ascoltare, guardarsi negli occhi quando parliamo e quando loro parlaci. Niente di tutto questo si impara con il cellulare di mamma o papà.

Gli smartphone influenzano i bambini: il sonno può essere disturbato

Oltre alla comunicazione, anche il sonno dei bambini può essere alterato dall’uso indiscriminato di questi schermi. Questo studio, pubblicato nel 2019, mostra le prove di come i modelli di sonno cambiano nei neonati e nei bambini che sono esposti a tablet, telefoni e televisione per lunghe ore.

Uno degli argomenti afferma che la luce a onde corte arricchita emessa dai media elettronici sopprime la produzione di melatonina nel cervello, sregolando così il ritmo circadiano del bambino”.

In questo senso, la ricerca funge da invito alla riflessione per genitori e tutori dei bambini, poiché il sonno è una parte essenziale dello sviluppo e garantisce benefici per la salute.

I bambini hanno bisogno di sviluppare nozioni di base

Le nozioni di base sono concetti che si apprendono attraverso l’esperienza, parliamo di cose come nozioni spaziali (sopra, sotto, vicino, lontano, davanti, dietro, dentro, fuori) e temporali (prima, dopo, prima di, veloce, lento, in occasione).

Sono inclusi altri concetti come peso, somiglianza e distanza. È vero che ci sono giochi su dispositivi elettronici che affrontano questi concetti. Tuttavia, non consentono al bambino di imparare cosa c’è sopra o quale giocattolo è più pesante di un altro, per esempio. Servono solo a evocare ciò che è già noto attraverso l’esperienza per selezionare la risposta corretta.

smartphone influenzano i bambini

Gli smartphone influenzano i bambini: non solo aspetti negativi

Smartphone e Ipad non colpiscono irreversibilmente i bambini sotto i due anni purché non sostituiscano mai l’esperienza. Cioè, non passate il tempo a insegnargli i giochi su questi dispositivi, piuttosto investite quel tempo e gli sforzi per giocare con lui all’aperto, se possibile, se non con i suoi giocattoli. Solo allora svilupperete l’intelligenza di vostro figlio, anche se a volte la pressione sociale ci fa pensare diversamente.

Un bambino che corre, ride, cade, fa pasticci, balla e si diverte con i fratelli è un segno di un bambino sano in via di sviluppo.

Usate l’Ipad o lo smartphone magari quando la situazione proprio non permette di avere i giocattoli a portata di mano. Selezionate “giochi educativi” senza illudervi di pensare che stanno effettivamente imparando qualcosa. State solo esercitando qualcosa che avete già imparato giocando sul serio e il dispositivo serve a tenerlo calmo, solo questo.

Potrebbe interessarti ...
8 motivi per proibire lo smartphone ai minori
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
8 motivi per proibire lo smartphone ai minori

A volte, pensiamo che proibire lo smartphone ai bambini sia un po' esagerato. Tuttavia, esistono prove che indicano questa come la decisione miglio...




Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.