Insegnate ai vostri figli a dire “no” alla droga

· 8 Ottobre 2016

Questo tema può sembrare troppo ripetitivo, ma molte volte affrontarlo non sembra essere un obbligo ed è possibile trattarlo in modo superficiale. Allo stesso modo, a scuola sono ricorrenti le campagne per evitare il consumo di droga, ma la spiegazione resta in mano a gente inesperta.  

Insegnare ai figli il rispetto nei confronti di un tema così delicato parte da casaanche se il bambino è molto piccolo, dobbiamo istruirlo affinché non si avvicini a gente sconosciuta ed eviti di accettare qualsiasi cosa per strada.

È conveniente che il piccolo possa capire quando si tratta di droga, ma è difficile da spiegare. Per questo motivo, è importante fargli capire che non deve accettare nessuna cosa offertagli da uno sconosciuto. Tuttavia, arriva una fase in cui i bambini sono più indipendenti, dunque iniziano a fidarsi e a non preoccuparsi.

In questo senso, diviene imperante adattare l’educazione che impartiamo ai bambini in base alla loro età. Si consiglia anche di fare maggiore attenzione a quei piccoli che sono soliti prendere l’iniziativa, perché a volte valutano i pericoli con minore attenzione.

Consigli per insegnare ai propri figli a dire no alle droghe

ragazzini

Un aspetto chiave da tenere in conto è che non è necessario consumare o trafficare droga per subirne gli effetti negativi: è sufficiente trovarsi nel momento e nel posto sbagliato. Per questo motivo, è bene toccare tutti i temi riguardanti l’uso delle droghe, perché si tratta di una minaccia costante e pericolosa.

D’altra parte, a volte i genitori credono di avere tutto sotto controllo, di conoscere i propri figli abbastanza da sapere che non avranno nessun problema. Questo è il motivo principale per cui i problemi arrivano senza aspettarli.

Anche se non esiste una ricetta per essere sicuri al 100% di essere immuni a questa situazione, possiamo iniziare a prendere spunto da questi saggi consigli:

1. Migliorare la comunicazione

Parlare con i figli dei loro studi, delle loro emozioni e dei loro interessi è importante così come consigliare loro i pericoli che ci sono in strada. Non è mai sufficiente, perché dobbiamo ricalcare costantemente molte cose, e sappiamo che a volte hanno la memoria corta.

La comunicazione è il segreto della comprensione, è utile per conoscere il bambino, migliorare il nostro rapporto con lui e intervenire in tempo se necessario.

 2. Conoscere vostro figlio

Si consiglia di assimilare i gusti, le amicizie, i luoghi che frequentano e il modo di agire dei propri figli, per valutare meglio la situazione. Tramite l’osservazione, sapremo se corrono qualche rischio o se si trovano sulla retta via.

ragazzi-a-scuola

In generale, le persone si avvicinano al mondo della droga tramite gli amici. È possibile che, pur essendo veri amici e persone di fiducia, non sono abbastanza preparati per evadere da queste situazioni complicate.

3. Essere chiari quando si parla

Esprimere con chiarezza i pericoli che corrono le persone che assumono droga permette al bambino di riflettere al riguardo. Il problema delle droghe non è solo di chi le assume: se si hanno molti amici che ne fanno uso, il semplice fatto di stargli vicino è un fattore di rischio.

L’uso di sostanze illegali causa rischi di tipo morale, legale, economico, emotivo, fisico, familiare, mentale e molto altro. In questo senso, in base all’età di vostro figlio, a volte è preferibile usare esempi drastici piuttosto che rifilare sermoni interminabili.

4. Promuovere la fiducia in sé

Un bambino emotivamente sano, equilibrato nel suo contesto familiare e dalle basi morali solide, è abbastanza fiducioso da condividere i suoi problemi e le sue inquietudini. Questo non evita i pericoli della strada, ma facilita una risposta adeguata ad essi.

5. Dare l’esempio

Non serve a molto parlare di questo problema se non siamo un buon esempio. Conviene allontanare i bambini dai contesti negativi, bisogna consigliare loro di dire “no” alle droghe, ma sarà più difficile interiorizzarlo se vedono fare il contrario.

6. Controllare l’assunzione di alcol

Assumere alcol con moderazione non fa male, di fatto è divenuto un elemento di relazione sociale. Tuttavia, un uso eccessivo dello stesso può causare problemi maggiori. Evitare di bere alcol con frequenza davanti ai bambini e insegnare loro a controllare questa abitudine è un buon inizio.

È importante sapere che quando si esagera con l’assunzione di alcol, l’essere umano è propenso ad agire senza fare uso della ragione. Un gran numero di consumatori di sostanze illegali ha iniziato proprio in stato di ebrezza.