Mio figlio non vuole continuare a studiare: che fare?

14 Maggio 2019
Vostro figlio non vuole continuare a studiare? Forse dovreste seguire alcuni consigli come quello di ascoltare per trovare una soluzione, non rimproverarlo e aiutarlo a scoprire il proprio cammino.

“Mio figlio non vuole continuare a studiare, che faccio?” È una domanda normale, visto che quando si tratta di bambini e ragazzi non è tutto rosa e fiori. Ci sono momenti durante la loro crescita che sono un boccone amaro.

A molti non piace studiare e ciò può essere dovuto a diversi fattori. Potrebbe essere a causa della pressione che soffrono a casa, perché vengono tormentati dai compagni o semplicemente che perché stanno attraversando un momento di ribellione e quindi non vogliono continuare a studiare. Volete sapere cosa fare se vostro figlio non vuole continuare a studiare? Continuate a leggere.

bambino arrabbiato non vuole continuare a studiare

Oltre ai fattori citati, possono influenzare anche i cattivi consigli e le abitudini che si vedono in televisionecome affermazioni di coloro che dicono che studiare non serve a nulla perché loro hanno fatto strada senza studiare.

Questo è il momento in cui i genitori dovrebbero cercare di capire qual è la ragione che li induce a non voler continuare a studiare. Dovrebbero cercare di capire cosa pensano e cosa li ha spinti a voler prendere una tale decisione. A seconda della risposta, bisognerebbe dare loro l’aiuto necessario: naturalmente non è facile comunicare con un bambino che attraversa un periodo di ribellione, quindi, dovrete essere pazienti.

Alcuni consigli per aiutare un figlio che non vuole continuare a studiare

Ascoltare con attenzione perché non vuole continuare a studiare

Mantenete la calma. Cercate di coltivare la capacità di ascolto nei confronti di vostro figlio. Non scoraggiatevi se non ha voglia di parlare e non disperate, non arrabbiatevi e non abbiate paura. Quando vuole sfogarsi, è importante non interromperlo, poiché sarebbe come alzare una barriera tra di voi. Quando un figlio o una figlia vedono che siete persone comprensive, saranno disposti a risolvere i problemi insieme a voi.

Permettetegli di svolgere altre attività

I figli, sia bambini che adolescenti, devono disporre di tempo libero. Se vedono che senza motivo viene loro negato di svolgere attività come ascoltare musica, fare sport, giocare o ballare e che lo studio, o che vadano bene a scuola, sono l’unica cosa importante, sicuramente non vorranno continuare a studiare per cercare di darvi una lezione.

Pertanto, invece di avere o di mostrare tale atteggiamento, cercate di dare loro tempo e spazio per svolgere altre attività, concedete loro il vostro tempo per condividere momenti di svago insieme a loro, uscite dalla routine. Questo aiuterà i vostri figli a capire che ogni cosa ha un equilibrio nella vita.

Scoprite: Come insegnare a un bambino a studiare da solo?

Siate comprensivi

È importante non essere permissivi e correggerlo quando è necessario. Tuttavia, non bisogna essere troppo severi, perché se siete flessibili guadagnerete sicuramente la fiducia di vostro figlio. Ciò lo stimolerà a raccontarvi tutto quello che succede nella sua vita e si sentirà sicuro di poter parlare con voi di qualsiasi questione. Tutto questo, a sua volta, vi darà l’opportunità di trovare insieme una soluzione.

bambina non vuole parlare

Aiutatelo a scoprire il suo futuro

Analizzate insieme le conseguenze  di questa decisione, aiutatelo a vedere questa situazione da un punto di vista equilibrato, fategli vedere i contro. Approfittate e chiedetegli quali sono i suoi obiettivi, cosa vorrà fare una volta indipendente, che lavoro vorrà fare … Queste informazioni possono aiutarvi a sapere cosa dovrà fare da adesso in poi per ottenere ciò che vuole. È possibile che, pensando a cosa vorrà fare da grande, lo incoraggi a continuare a studiare.

Pertanto, dimostrate ai vostri figli che per diventare una persona importante e apprezzata da tutti, (magari come alcune delle persone che ammirano) dovranno sforzarsi e lavorare di più, superare se stessi, mostrate loro la realtà della vita.