Come evitare che il bambino soffra il mal d’auto durante i viaggi?

13 agosto 2018
Se la chinetosi, o mal d'auto durante i viaggi, è un problema che affligge vostro figlio, non potete evitare di leggere i consigli che vi illustriamo di seguito.

Sapere come fare a evitare che il bambino soffra il mal d’auto durante i viaggi o gli spostamenti in macchina è indispensabile per qualsiasi genitore. La chinetosi, o disturbo dell’organismo provocato dal movimento, genera nei bambini sintomi sgradevoli. Oltre alla ben nota nausea, può provocare vomito e malessere generale nel corpo.

Tra i 3 e i 12 anni di età, i bambini sono particolarmente predisposti a soffrire il mal d’auto. Di fatto, è possibile che questa condizione permanga fino all’età adulta.

Tuttavia, una volta che avrete capito che il bambino è predisposto a soffrire di chinetosi durante gli spostamenti in macchina, il vostro obiettivo sarà quello di essere il più possibile previdenti. Solo in questo modo eviterete che il bambino soffra il mal d’auto durante i viaggi. 

Che cos’è la chinetosi e perché si manifesta?

La chinetosi è definita come l’incapacità di controllo dell’organismo, provocata dal movimento. Che cosa accade nello specifico? Viene a mancare l’equilibrio tra l’udito medio e il sistema osteomuscolare, provocato dall’assenza di corrispondenza tra la vista e le sensazioni corporee.

Si deve al fatto che il corpo del bambino è fermo, mentre tutto intorno a lui è in movimento.  Quando il cervello percepisce, erroneamente, che l’individuo si sta muovendo, invia segnali che turbano l’organismo.

Sintomi

Questi segnali provocano, tra l’altro:

  • Sensazione di vertigine o giramenti di testa
  • Pallore
  • Perdita di equilibrio
  • Mal di stomaco
  • Vomito
  • Sudorazione o sensazione di freddo
Bambina che vuole vomitare

Come evitare che il bambino soffra il mal d’auto durante i viaggi? 

Esistono diversi modi per  evitare che il bambino soffra il mal d’auto durante i viaggi. La cosa meno raccomandata è l’uso di farmaci, poiché si ritiene che il bambino possa regolare in maniera graduale le sensazioni che alterano l’udito medio. Come abbiamo già detto nell’introduzione, questa condizioni può permanere anche in età adulta.

“Nella chinetosi, viene a mancare l’equilibrio tra l’udito medio e il sistema osteomuscolare, provocato dall’assenza di corrispondenza tra la vista e le sensazioni corporee.”

Tenendo in considerazione questi presupposti, i genitori dovrebbero sistemare i bambini in macchina o in aereo, in posizioni specifiche, per evitare che facciano movimenti bruschi. Di seguito, alcune indicazioni da seguire.

Misure da adottare prima del viaggio

Prima di partire bisogna avere almeno due accorgimenti per evitare che il bambino soffra il mal d’auto. Il primo è farlo mangiare almeno un’ora e mezza prima di partire. Gli adulti devono assicurarsi che il bambino non mangi troppo. In questo modo, in caso di mal d’auto, lo stomaco non ne risentirà troppo e non gli verrà da vomitare.

Gli alimenti consigliati prima del viaggio sono proteine date da carne magra e verdure. Si devono evitare cibi come pasta o hamburger. Questi, infatti, provocano una sensazione di pesantezza allo stomaco. In caso di viaggio in aereo, provocano anche abbondanti flatulenze.

Il secondo accorgimento è viaggiare nelle ore in cui il bambino di solito fa il sonnellino, o addirittura di notte. La perdita di equilibrio nell’udito medio non avviene quando un individuo è addormentato.

Per questo motivo, riuscire a fare in modo che il bambino viaggi addormentato o che si addormenti subito dopo la partenza, sarà di grande aiuto.

Evitare che il bambino soffra il mal d'auto

Misure da adottare durante il viaggio

Le misure più efficaci durante il viaggio sono:

  • I bambini devono viaggiare seduti nel seggiolino o, quando sono più grandi, legati con la cintura di sicurezza, con lo sguardo fisso sull’orizzonte o al massimo con la testa leggermente rivolta verso il finestrino.
  • Bisogna evitare che il bambino giochi con il telefonino, l’ipad, le bambole o che legga. Tutte queste attività, infatti, lo fanno stare con la testa inclinata in avanti o da un lato. Ciò è dovuto al fatto che, quando il suo sguardo è concentrato su un punto fisso, sollevando la testa e percependo il movimento veloce della macchina, il suo cervello non riuscirà ad adattarsi al cambiamento repentino, e ciò gli provocherà il mal d’auto.
  • Non è consigliabile che il bambino mangi durante il viaggio. Il suggerimento che ci sentiamo di darvi è che ingerisca solo acqua e in poca quantità. Nel caso in cui il viaggio sia lungo, deve mangiare durante le soste.
  • In macchina bisogna evitare temperature estreme. Vale a dire, tenere l’aria condizionata a una temperatura bassissima o il riscaldamento troppo alto. Nel caso in cui il bambino stia già soffrendo il mal d’auto, bisogna lasciar circolare nel veicolo aria fresca.

Come raccomandazioni finali, se il bambino sta soffrendo il mal d’auto, esortatelo a fare esercizi di respirazione. Analogamente, portate sempre con voi salviettine umide, sacchettini per il vomito e medicine contro il mal d’auto prescritte dal pediatra.

Guarda anche