Perché il mio bambino vomita?

· 27 aprile 2018

Il vomito del neonato tende a mettere in allarme i genitori. Eppure le cause non sempre sono legate a patologie serie. A seguire, vi informeremo delle principali cause per cui il bambino vomita.

È comune che i neonati vomitino nelle loro prime settimane di vita. È una condizione normale, perché si stanno abituando a ricevere l’alimento in un modo diverso e il loro corpo è ancora in pieno sviluppo. Quando vi chiedete perché vostro figlio vomita, dovete sapere che ci sono molteplici cause che possono provocare questa situazione.

A seguire troverete alcune tra le cause più comuni del vomito nei neonati. Vanno dall’indigestione, a un periodo prolungato di pianto, alla tosse o al fatto che abbiano della nausea a causa di un viaggio in auto.

Molte malattie possono provocare il vomito nell’infanzia. È prevedibile che il neonato presenti degli episodi di vomito, basta che cresca e si sviluppi adeguatamente. Di solito, è un disturbo che termina rapidamente e senza bisogno di un trattamento.

-Accademia Americana di Pediatria (AAP)-

Perché il mio bambino vomita? Le cause più frequenti

Problemi nell’alimentazione

Durante i primi mesi di vita, il vomito tende ad essere legato a problemi al momento di alimentarsi. L’eccesso di alimento causa vomito. Un altro fattore meno comune è l’allergia nei bambini alle proteine presenti nel latte materno o nelle formule.

Infezioni virali o batteriche

La congestione e le malattie respiratorie in molti casi causano il vomito, specialmente quando c’è tosse. Il muco accumulato durante l’influenza può anche ostacolare la trachea e causare il riflesso del vomito. Molti bambini espellono il muco dal proprio organismo in questo modo.

Neonato che piange

Pianto eccessivo

Anche il pianto prolungato è una causa molto comune del riflesso del vomito. Quando questo succede e il bambino vomita ma non presenta altri sintomi, non c’è ragione per cui preoccuparsi.

Nausea per gli spostamenti in auto

Se la vostra routine di tutti i giorni prevede lunghi spostamenti in auto, è possibile che la causa del vomito sia legata al movimento del veicolo. Questo sia ha perché non c’è una sintonia tra quello che il bambino vede e il modo in cui il suo corpo oscilla.

Sostanze tossiche

Un’altra causa per cui il bambino vomita è l’ingestione di una sostanza tossica. Le più comuni sono i farmaci, le piante o i cosmetici. Inoltre, certi alimenti o l’acqua non trattata possono causare un’intossicazione all’organismo del neonato.

Occlusioni intestinali

Il vomito improvviso e persistente può essere un segnale di numerosi disturbi, tra cui anche l’occlusione intestinale. Se il vostro bambino vomita in grandi quantità, non si alimenta bene e presenta altri sintomi è necessario rivolgersi al vostro pediatra di fiducia.

Normalmente gli attacchi di vomito durano poco tempo e, se non si tratta di un disturbo serio, non richiedono nessun trattamento. Dovete solo assicurarvi che il bambino rimanga ben idratato. Se il bambino sembra sano e il suo peso è all’interno del range previsto per la sua età, allora non dovete preoccuparvi.

Quando dovreste portarlo dal dottore?

In certi casi il vomito è un segnale di patologie più severe. È necessario rivolgersi al pediatra quando osservate una o più dei seguenti ulteriori segnali:

  • Segni di disidratazione: bocca secca, assenza di lacrime e minore urina rispetto a quella che produce normalmente.
  • Febbre.
  • Mancanza di appetito.
  • Vomito che persiste per più di 12 ore o che è molto abbondante.
  • Eruzioni cutanee anomale.
  • Sonnolenza o irritabilità.
  • Addome infiammato.
  • Vomito anomalo (sangue o bile, che dà una colorazione verde al vomito).
Bambino in braccio alla madre

Che cosa fare quando il bambino vomita?

  • Mantenetelo idratato. Con il vomito escono dal corpo liquidi di cui il bambino ha bisogno. Per questo dovete rimpiazzarli perché non si disidrati. Evitate di dargli succhi industriali o bevande gasate. Consultate il pediatra per capire se è necessario aggiungere una soluzione per la reidratazione orale.
  • Occupatevi della sua alimentazione. Se il bambino mangia già alimenti solidi, evitate di dargli alimenti irritanti o dolci. Iniziate ad reintegrare la sua dieta con liquidi, cereali e altri alimenti che siano di facile digestione.
  • Fate in modo che si riposi. Il sonno è uno dei migliori rimedi per calmare il bambino. Durante la nanna si svuota l’intestino del neonato, cosa che farà automaticamente diminuire il vomito. Dovete essere sempre al suo fianco per aiutarlo se vomita durante il sonno.

Anche se il vomito mette in allarme qualsiasi genitore, di solito non si tratta di una cosa per cui dovete preoccuparvi. Mettete in atto le misure necessarie perché l’organismo del vostro bambino torni alla normalità e consultate un medico se vedete che i sintomi non migliorano o che il bambino non si comporta come al solito.