A che età i bambini possono fare la doccia da soli?

· 27 giugno 2018
A che età è bene lasciar fare la doccia da soli ai più piccoli? Quali sono le misure minime di sicurezza da prendere in considerazione? Oggi rispondiamo alle vostre domande riguardo questo tema.

A che età i bambini dovrebbero iniziare a fare la doccia da soli? Si tratta di una questione all’apparenza secondaria, ma invece importante perché definisce l’indipendenza dei figli.

Prima che i bambini comincino a fare la doccia da soli, però, bisogna assicurarsi che possano compiere questo piccolo gesto quotidiano in tutta sicurezza.

Anche se mentre li lavate vi accorgete dell’impulso dei piccoli di lavare autonomamente il proprio corpo, non significa siano pronti per farlo da soli. Almeno finché non sapranno padroneggiare tutte le loro funzioni motorie non potranno fare la doccia da soli. Potrebbero persino incorrere in qualche pericolo.

Prendendo tutto ciò in considerazione, analizzeremo di seguito a che età è bene lasciare i bambini fare la doccia da soli. Inoltre parleremo delle misure di sicurezza da adottare per salvaguardare il benessere del bambino.

Fare la doccia da soli: a che età iniziare?

I bambini possono cominciare a fare la doccia da soli approssimativamente intorno ai 6 anni. Ovviamente, si tratta di una stima infatti dipende dall’individualità di ogni bambino.

Già a 4 anni si può notare come siano in grado di spogliarsi da soli, durante il bagno si insaponano autonomamente e riescono a lavare anche i capelli. A partire dai 6 anni sono in grado di prendersi cura autonomamente dell’igiene del corpo.

Ciò nonostante per compiere questa importante azione che segna l’inizio della loro indipendenza, occorre insegnargli passo passo quali azioni compiere. È molto importante prendere in considerazione le misure di sicurezza per creare la condizione necessaria affinché tutto vada per il meglio.

fare la doccia da soli

Cosa devono sapere i bambini per poter fare la doccia da soli

Perché i bambini possano fare la doccia da soli è importante che sappiano come fare. Non omettete nessuna delle seguenti fasi, anche se possono sembrare scontate, ricordate che i bambini devono ancora imparare tutto sul mondo che li circonda.

Ecco le diverse azioni da compiere passo per passo:

  • Indicategli tutte le aree importanti da lavare: il collo, i gomiti, le orecchie ed il retro, il petto, le gambe ed i piedi.
  • Spiegategli che ci sono zone del corpo delicate, come gli occhi, che non possono essere lavate con bagnoschiuma o shampoo. Quindi, quando ci si insapona la faccia o si lavano i capelli bisogna fare attenzione ed evitare che i prodotti finiscano negli occhi.
  • Parlategli del pericolo di saltare, correre e fare contorsioni.
  • Mostrategli la quantità necessaria di prodotto da utilizzare per lavare i capelli. Se il piccolo apprende dell’economia domestica e non contribuisce agli sprechi è un plus.

“Per fare in modo che quest’azione venga conclusa con successo è necessario insegnargli passo passo come fare.”

Misure di sicurezza necessarie

Fondamentale sapere che, se anche il piccolo si laverà da solo, bisogna sempre prendere eventuali misure di sicurezza. Le raccomandazioni sono le seguenti:

  • I genitori devono regolare la temperatura dell’acqua con cui i piccoli si laveranno. Questo è molto importante per evitare che il piccolo si bruci con acqua bollente.
  • Per evitare che cada durante il bagno potete fargli indossare dei sandali antiscivolo, oppure potete mettere un tappeto dello stesso materiale nella doccia. Esistono anche delle sedie speciali apposta per i piccoli per facilitare il lavaggio delle zone difficili, come i piedi.
  • Il piccolo deve avere a portata di mano i prodotti necessari alla pulizia: sapone, spugna e shampoo. Questi prodotti devono essere a portata di mano senza che il piccolo si alzi, si allontani o faccia movimenti non necessari.
fare la doccia da soli

  • Togliete dal bagno e dallo spazio addetto al lavaggio ogni oggetto che considerate pericoloso, come le lamette per la depilazione o prodotti esfolianti ad uso esclusivo degli adulti.
  • Lasciate sempre la porta del bagno semiaperta, non permettete che il piccolo si chiuda a chiave.
  • Mentre il piccolo fa la doccia, restate nei pressi del bagno e chiedetegli se tutto procede bene.
  • Chiedete al piccolo di avvisarvi quando avrà finito così che potrete aiutarlo ad uscire. In questo modo potrete dargli una mano e assicurarvi che non cada. Se la struttura del vostro bagno permette che il piccolo esca da solo, procuratevi comunque un tappeto da mettere sul pavimento per una maggiore sicurezza.

Come ultima raccomandazione, tenete a mente che i bambini hanno bisogno dei propri prodotti per la doccia, adeguati all’età e al tipo di pelle; come lo shampoo ed il balsamo. Inoltre la spugna da bagno deve essere di uso personale.