Farmaci da evitare in gravidanza: attenzione!

· 1 luglio 2018
Esistono alcuni trattamenti che sembrano innocui, come l'ibuprofene o l'omeprazolo, che sono però dei farmaci da evitare in gravidanza perché potrebbero danneggiare il feto. Di seguito vi spieghiamo tutto quello che dovete sapere a riguardo.

È molto importante conoscere quali sono i farmaci da evitare in gravidanza in modo da salvaguardare la salute del bebè. La madre, prima di ingerire qualsiasi tipo di pillola, deve consultare il suo medico curante. Tutto questo ovviamente si applica anche durante il periodo dell’allattamento.

Esistono molti farmaci da evitare in gravidanza perché producono serie conseguenze sulla salute del feto. Oggi ve ne parliamo per permettervi di sapere tutto quello di cui avete bisogno.

Farmaci da evitare in gravidanza

Uno dei fattori da tenere a mente durante la gravidanza è conoscere le sostanze che potrebbero danneggiare il bambino. I trattamenti che decide di prendere una madre possono passare direttamente alla placenta e causare danno o difetti congeniti al feto. Il primo trimestre è la tappa più pericolosa per assumerli.

Questi sono alcuni dei farmaci che è bene evitare.

1. Omeprazolo

Si tratta di un protettore gastrico che, anche se è non molto forte e non troppo dannoso per il bebè, è raccomandabile non utilizzare. Esistono altri antiacidi che possono sostituirlo, ma come sempre, consultate prima il vostro medico.

2. Contraccettivi orali

Questo tipo di farmaci aumenta il rischio nel bebè di Sindrome di Down e di alterazioni genitali e delle vie urinarie.

Inoltre la madre può aumentare il rischio di cancro vaginale precoce. Se si c’è la possibilità di essere incinta, dunque, bisogna consultare il medico prima di continuare ad assumere un contraccettivo orale.

farmaci da evitare in gravidanza

3. Bicarbonato

Il bicarbonato produce un aumento naturale del Ph del sangue, sia nella madre che nel feto. Inoltre il cortisone può provocare una malformazione fetale caratteristica: il labbro leporino. Per questo bisogna fare molta attenzione davanti ai farmaci che contengono questa sostanza.

4. Antinfiammatori non steroidei

Farmaci comuni come l’ibuprofene, l’aspirina e il naprosseno non si raccomandano durante l’ultimo periodo di gravidanza e durante l’allattamento. Questo perché possono alterare il flusso sanguigno del feto, inibendo la produzione di prostaglandine che dilatano i vasi sanguigni.

5. Antidiabetici secretagoghi

Se la madre seguiva questo tipo di trattamento prima della gravidanza dovrà cambiare e passare all’insulina, sempre sotto supervisione medica. I componenti possono causare ipoglicemia sostenuta nel tempo e di difficile controllo; e questo potrebbe causare delle alterazioni nel sistema nervoso del feto.

“Altri elementi da evitare durante la gravidanza sono l’olio di fegato di merluzzo, che può impedire il corretto assorbimento di vitamine e minerali”

6. Derivati della vitamina A

Altri farmaci da evitare in gravidanza sono i derivati della vitamina A. L’etretinato e la isotretinoina, sono derivati da questa vitamina e possono causare malformazioni nella testa, il cuore, il cervello e nel midollo spinale del bambino se consumati in grandi quantità.

7. Immunosoppressori

Alcuni farmaci indicati per il trattamento del cancro possono inibire il sistema immunitario e devono essere evitati durante la gestazione. Inclusi i farmaci utilizzati per trattare l’artrite reumatoide.

Si raccomanda di evitarli perché questi farmaci possono danneggiare la crescita e il sistema immunitario del feto.

Farmaci che si possono assumere in gravidanza

Tuttavia è bene fare ogni mossa sempre consultando il proprio medico di fiducia, ci sono ad ogni modo alcuni farmaci che possono essere assunti durante la gravidanza che non hanno effetti sul bebè. Alcune sostanze come il paracetamolo e antibiotici come l’amossicillina, prescritti dal medico, possono rivelarsi dei farmaci sicuri.

farmaci da evitare in gravidanza

D’altra parte i decongestionanti nasali non si possono prendere per 3 o 4 giorni di seguito.

Il mal di testa è uno dei sintomi più comuni in gravidanza, specialmente durante il primo trimestre. Ecco perché si è soliti raccomandare il paracetamolo, per alleviare il dolore. Sarebbe praticamente l’equivalente dell’acetaminofene. Vi ricordiamo che si deve sempre evitare l’aspirina e l’ibuprofene per calmare il malessere.

“Per evitare di soffrire di stitichezza si raccomanda di bere molta acqua e di seguire una dieta sana ricca di fibre.”

Per tutti i motivi sopra elencati è bene conoscere le sostanze sicure e quelle da evitare durante la gravidanza, per non correre il rischio di danneggiare la salute del bebè. Tenete a mente che ogni donna è diversa così come ogni organismo; prima di assumere qualsiasi farmaco è bene consultare prima il vostro medico.