3 tipi di frutta ideali per le donne in gravidanza

16 Aprile 2019
In una dieta equilibrata la frutta ha sempre la sua importanza, soprattutto in periodo delicato come quello della gravidanza. Scopriamo insieme quali sono i tipi di frutta ideali in questa fase.

La donna che si trova nel periodo della gestazione deve seguire una dieta bilanciata ma, soprattutto, mangiare anche tanta frutta. Questo perché l’aiuta a regolare il peso, idratarsi e nutrirsi bene.

Per conoscere quali sono i 3 migliori tipi di frutta che dovete consumare ora che state aspettando un bambino, rimanete con noi, perché in questo articolo ve li presentiamo.

Quale frutta scegliere?

La papaya

La papaya è un frutto ricco in papaina (da qui il nome), un enzima con ottime proprietà digestive e analgesiche. Viene utilizzato molto per la digestione lenta tipica delle donne in gravidanza e più in generale per il buon funzionamento dell’apparato digerente.

È consigliabile contro i parassiti intestinali. Inoltre, serve come lassativo e aiuta a evitare quella fastidiosissima stipsi che può presentarsi durante i mesi della gravidanza.

Uva

Il consumo di papaya viene suggerito anche per contrastare i problemi associati all’arteriosclerosi. Questo tipo di frutta è ricco di minerali e vitamine come la vitamina E, importantissima per:

  • Alleviare l’acidità di stomaco tipica durante la gravidanza.
  • Evitare la degradazione dei globuli rossi e combattere così l’anemia emolitica.
  • Aumentare le energie e l’attività fisica.
  • Prevenire l’aborto spontaneo.
  • Combattere le infezioni polmonari.
  • Regolare i livelli di zucchero nel sangue e contribuire al controllo del diabete.
  • Evitare gli edemi, molto frequenti durante la gravidanza, e la comparsa di infiammazione a mani, gambe e piedi.
  • Contrastare gli effetti della sindrome del tunnel carpale, che si presenta spesso in gravidanza.
  • Migliorare la salute della pelle.
  • Aumentare le difese immunitarie del corpo per combattere le malattie.

L’assunzione di papaya è raccomandabile anche per prevenire il tumore al seno e quello che colpisce il collo dell’utero. Alcuni esperti affermano che contribuisce anche ad aumentare la produzione di latte materno dopo il parto.

Il mandarino

Il mandarino contiene molta vitamina C, come tutti gli agrumi, per cui è l’ideale per rinforzare il sistema immunitario. Favorisce le difese dell’organismo per combattere i germi in modo naturale.

Come se questo fosse poco, ha anche un elevato contenuto di vitamine del gruppo B, importanti per:

  • La prevenzione della stanchezza: molto comune soprattutto nel primo trimestre di gravidanza.
  • Il buon funzionamento del sistema nervoso centrale e la produzione di neurotrasmettitori.
  • Aumentare l’energia, che tanto si necessita per portare a termine tutte le funzioni del corpo e mantenere una buona qualità di vita.
  • Il metabolismo del ferro, minerale fondamentale durante la gravidanza sia per la madre che per il futuro bambino.
  • La stabilità dei livelli di zucchero nel sangue e la produzione di insulina, soprattutto nelle donne che soffrono di diabete gestazionale.
  • Alleviare le emicranie che colpiscono molte donne.
  • La rigenerazione e la protezione dell’epidermide. La gravidanza, infatti, è una fase che può vedere la comparsa di smagliature, cellulite e macchie sulla pelle.
  • Ridurre la pressione arteriosa. Il controllo della pressione arteriosa tende ad essere un argomento ricorrente in gravidanza, a causa del pericolo che rappresenta per la preeclamsia, un difficile quadro clinico che può portare alla morte della madre e del bambino.
Neo mamma mangia una mela

Un altro tipo di frutta importantissimo: la mela

La mela è un tipo di frutta estremamente piacevole, ma, soprattutto, anche nutriente e utilissimo se state aspettando un bambino. Per questo, non dovete farne a meno nella vostra dieta.

Tra le proprietà principali di questo frutto, che lo rendono molto raccomandabile, possiamo citare:

  • Proprietà anti-infiammatorie.
  • Degli effetti come anti-acido naturale. Riduce i problemi di acidità di stomaco e la gastroenterite, uno dei fastidi che più spesso si presentano durante la gestazione.
  • Controlla la pressione arteriosa.
  • È anti-diarroica. Previene anche la stipsi: una difficoltà che accomuna molte donne incinte.
  • Combatte gli edemi, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso e prevenendo la comparsa di infiammazione.
  • Riduce il colesterolo.
  • Ha un effetto calmante.
  • Si raccomanda contro i problemi dell’apparato urinario, come la cistite: si tratta infatti di un problema abbastanza comune in questa fase della vita.
  • Aumenta le difese del sistema immunitario. Contrasta l’influenza e ha ottime proprietà espettoranti.
  • Può essere utile per prevenire il diabete.
  • Si utilizza per ridurre i crampi, molto frequenti in gravidanza.
  • Ali, Amanat & Devarajan, Sankar & Waly, Mostafa & M. Essa, Mohamed & S. Rahman, M. (2002). Nutritional and Medicinal Values of Papaya (Carica Papaya L.).
  • See-Ling Loy, M Marhazlina, Y Nor Azwany y JM Hamid Jan. Higher intake of fruits and vegetables in pregnancy is associated with birth size. Southeast Asian J Trop Med Public Health. Vol 42 No. 5 September 2011.
  • Jang, Won et al. “Maternal fruit and vegetable or vitamin C consumption during pregnancy is associated with fetal growth and infant growth up to 6 months: results from the Korean Mothers and Children’s Environmental Health (MOCEH) cohort study.” Nutrition journal vol. 17,1 105. 12 Nov. 2018, doi:10.1186/s12937-018-0410-6