Emorroidi durante il parto: perché compaiono e come prevenirle?

· 27 Novembre 2018
La comparsa delle emorroidi durante il parto è purtroppo un problema abbastanza comune. Ecco come prevenirlo.

Le emorroidi sono un infiammazione delle vasi sanguigni situati nel retto o canale anale. Si tratta di un problema molto comune durante la gravidanza. Tuttavia, le emorroidi tendono a svilupparsi soprattutto mentre la donna spinge durante il parto.

Durante la gravidanza le vene situate sotto l’utero sono soggette a un possibile gonfiore o ad una dilatazione. In effetti, è molto frequente che la pressione dell’utero sulle vene della regione anale provochino la comparsa delle emorroidi.

Per di più, oltre ad apparire durante la gravidanza o il parto vero e proprio, le emorroidi possono essere la conseguenza della stitichezza post-partum. Si tratta del momento in cui il corpo elimina il liquido addizionale che era necessario durante la gravidanza e comincia a produrre il latte materno.

Qui di seguito, vi spiegheremo cosa può provocare i disturbi delle emorroidi durante il parto e le prevenzioni necessarie per alleviare il dolore che esse provocano.

Perché possono apparire le emorroidi durante il parto?

Durante gli sforzi fatti durante il parto e con l’aumento della pressione sull’ano è possibile che le emorroidi inizino ad apparire. Ciò nonostante, ci sono altre cause che possono provocare questo disturbo. Di fatto, i cambiamenti fisici sperimentati dalle donne nei mesi della gravidanza sono in generale quelli che causano le emorroidi.

Bisogna tenere conto che, durante questo periodo, mano a mano che il bebè diventa più grande, l’utero della donna incinta a sua volta comincia a crescere. Questo processo causa una diminuzione del flusso sanguigno. Ecco che questi cambiamenti provocano la comparsa delle emorroidi a causa dell’aumento della pressione venosa nella parte inferiore del corpo.

Le emorroidi posso essere interne o esterne. In questo senso, se si formano dentro il retto, si chiamano emorroidi interne. Quando invece si generano al di fuori dell’ano, vengono chiamate emorroidi esterne.

Allo stesso modo, il sanguinamento è un sintomo importante delle emorroidi interne. Avviene quando le vene si dilatano fino al punto di uscita attraverso l’ano e ritornano poi al retto.

Donna con dolori a causa delle emorroidi durante il parto

Per quanto riguarda le emorroidi esterne, di solito appaiono nella parte esterna della pelle, nell’orifizio dell’ano. Normalmente, svaniscono dopo un paio di settimane.

Per rimanere in buona salute, spesso le donne incinte fanno usa di supplementi di ferro. Tuttavia, ingerire questo minerale in grandi quantità può causare stitichezza, che è un fattore importante nella formazione delle emorroidi.

Come prevenire le emorroidi durante il parto?

I disturbi delle emorroidi sono causati in modo principale dalle spinte durante il parto. Possono anche essere però, una conseguenza della stitichezza che si può provare dopo aver partorito. Ecco alcuni suggerimenti per prevenirle:

1. Assicuratevi di essere ben idratate

In primo luogo, dovete bere molta acqua per mantenere una idratazione adeguata durante tutto il periodo della gravidanza. Di fatto, la dose giornaliera di acqua dovrebbe essere di 1,5 a 2 litri. Questo spesso aiuta a rendere le feci più morbide e a facilitarne l’evacuazione.

2. Avere un’alimentazione ricca di fibre

Una dieta che contenga molte fibre è il miglior rimedio naturale per combattere i disturbi di regolarità. Consumate quindi grandi quantità di frutta, verdura e cereali. Per esempio, l’arancia è un buon lassativo naturale e aiuta a combattere la stitichezza.

“I cambiamenti fisici che le donne provano durante il tempo in cui sono incinta, sono generalmente le cause principali della comparsa delle emorroidi”.

3. Controllare meglio le emozioni negative

D’altra parte è importante controllare lo stress emotivo. Eliminate l’ansia non necessaria delle quale potete essere vittima prima di partorire. Lo stress ha la capacità di aumentare la pressione arteriosa e questo fa si che le vene della cavità anale diventino più gonfie. Come risultato possono formarsi le emorroidi.

Esercizio fisico durante la gravidanza

4. Fare attività fisica frequentemente

Infine, dobbiamo essere coscienti che non è facile mantenere un livello costante di attività fisica durante la gravidanza. Ciò nonostante, è importante evitare di rimanere sedute troppo a lungo.

Dovete sapere che camminare riduce la pressione arteriosa e aiuta la circolazione sanguigna nel corpo. Per tanto, è utile per ridurre le possibilità di avere le emorroidi.

Dopo il parto, la cura delle emorroidi combina un trattamento locale per ridurre l’infiammazione e delle supposte, della crema o dei corticosteroidi locali. Regolarizzare il transito intestinale è molto importante.

Per finire, considerate le emorroidi come un segno per migliorare il vostro stile di vita e prendervi cura della vostra salute come future madri. Per questo, date più importanza alla dieta, all’idratazione e all’esercizio. Evitate lo stress emotivo e l’ansia. Così, di sicuro riuscire a prevenire le emorroidi.