Fare yoga in gravidanza: un’abitudine salutare

24 Aprile 2018

Fare yoga in gravidanza può essere una pratica molto salutare per lo sviluppo del feto. Frequentare posti all’aperto, arieggiati e luminosi fa bene alla salute della mamma ma anche a quella del bebè che riceve maggiore ossigenazione attraverso il cordone ombelicale.

Fare esercizio fisico, avere una corretta dieta e fare controlli prenatali periodici è la chiave per il corretto sviluppo, del benessere fisico e psicofisico di bebè e madre. Inoltre vi pone nel corretto stato di idee per dare alla luce il bambino.

Lo stato d’animo con cui si vive una gravidanza rappresenta la difesa contro eventuali malattie e infezioni a cui la futura madre è esposta.

Perché fare yoga in gravidanza?

Lo yoga è una disciplina che ha come obiettivo raggiungere l’equilibrio tra corpo, mente e respiro, per questo è fondamentale riuscire ad armonizzare questi elementi. I benefici di questa disciplina sono molteplici per ottenerli però è necessario seguire i consigli degli esperti che vi guideranno in questa pratica.

fare yoga in gravidanza

Per le gestanti si raccomanda di seguire uno stile di yoga Hasha, che insegna posture base ed è perfetto per i principianti. Per completare la pratica è importante introdurre il Pranayama, che sono gli esercizi di respirazione profonda simili a quelli che si insegnano nei corsi prenatali; indispensabili per fare yoga in gravidanza.

Elemento chiave della pratica è la fase di rilassamento, che vi renderà più coscienti del vostro corpo e vi farà vivere ogni tappa della gravidanza con calma. Al tempo stesso modo rappresenta del tempo per meditare e per mandare messaggi positivi al vostro corpo.

Molte donne incinte che seguono classi di yoga hanno riscontrato benefici soprattutto nella gestione delle emozioni, diminuiscono le preoccupazioni e aumentano le soluzioni ai problemi in modo più rapido e fluido. Tutto ciò può anche aiutare ad alleviare i fastidi del terzo trimestre di gravidanza dato che aiuta a controllare i dolori dovuti al peso eccessivo sulla colonna vertebrale.

La classe di yoga

Trovare una buona classe per fare yoga in gravidanza per una gestante è una soluzione ottimale per il processo che sta vivendo. Che sia una giornata all’aria aperta o al chiuso ma in uno spazio arioso, l’esperienza si rivelerà essere soddisfacente e positiva.

Come tutte le pratiche che richiedono sforzo fisico, l’abbigliamento adatto è con cose comode e morbide. Restate costantemente idratate e consumate frutta fresca che fa bene al metabolismo.

In genere si tratta di sessioni da un’ora; i benefici possono variare ma sono più o meno questi.

  • Stimolazione di braccia, gambe e spina dorsale attraverso il riscaldamento e lo stiramento. Permette di aumentare la forza e la resistenza. Per le donne incinte viene anche stimolato il tratto intestinale, particolarmente utile per chi soffre di stitichezza.
  • Rinforza la colonna e aiuta ad avere un parto meno doloroso.
  • Favorisce la circolazione, il tono muscolare e la flessibilità. Questo si rivela essere molto conveniente soprattutto durante il terzo trimestre di gravidanza in cui si trattengono molti liquidi.
  • Stimola il riposo e il sonno.
  • Controlla l’eccesso di peso, fondamentale per le donne in gravidanza, per il quale il peso è un fattore di rischio.
  • Aiuta a combattere il volume ormonale, genera un clima di armonia e stabilità emotiva nella donna.
  • Migliora gli episodi di ansia.

Posture non raccomandate per la gravidanza

fare yoga in gravidanza

Nonostante i benefici che lo yoga può apportare al vostro corpo durante la gravidanza, non dovete andare contro il volere della vostra ostetrica. Soprattutto consultate uno specialista riguardo le vostre condizioni di gestazione dato che ci sono delle posture che non sono raccomandabili per donne incinte.

  • Quelle da adottare prone dopo la settimana 16 di gestazione. Cambiare posizione lentamente, rendendosi conto del peso del pancione soprattutto nel terzo trimestre di gravidanza.
  • Stiramenti o posizioni difficili che includono maggiore forza. Se non riuscite a fare un esercizio non applicate ulteriore forza che possa causare un incidente come una caduta.
  • Qualsiasi posizione che preveda di stare prone. Può provocare perdita di sangue durante la gravidanza.
  • Con la testa in basso. Questo esercizio non permette al sangue di fluire in maniera corretta e può provocare vertigini e cadute indesiderate.