Il sesto senso della mamma: una voce da ascoltare

· 25 Marzo 2019
Il sesto senso è quella vocina dentro dentro di noi che ci guida, un sussurro che con la maternità diventa più forte e distinto. Scoprite quello che c'è da sapere su questa dimensione psicologica così importante per tutti.

Il sesto senso è la voce dell’intuizione che ci guida nella vita, un sussurro che, con la maternità, diventa ancora più forte e distinto. Al di là di quello che in molti vi hanno fatto credere, qui parliamo di una dimensione psicologica di grande importanza, che tutti dovremmo ascoltare.

Lo disse anche Albert Einstein: la cosa più importante in questa vita è l’intuizione. Ci troviamo di fronte ad un concetto che ha sempre più importanza in molte discipline, in molte scienze e in molte aree del comportamento… e la maternità non è da meno.

Il sesto senso ha poco di soprannaturale. Di fatto, gli scienziati localizzano questo istinto in un’area ben concreta del cervello: la corteccia cingolata anteriore.

Secondo uno studio pubblicato dai neurologi della Washington University di St. Louis, è una regione situata in modo strategico tra i due emisferi e, quello che è ancora più interessante, è che è connessa con la mente inconscia per avvertire di alcuni pericoli, di alcune informazioni del subconscio che bisogna tenere in considerazione.

Così, la prossima volta che vi arriva una sensazione indefinibile quando dovete prendere una decisione, ascoltatela, date ascolto al vostro sesto senso.

I 4 pilastri del sesto senso nella maternità

mente inconscia

Il cervello delle mamme si ri-struttura

Come vi abbiamo già spiegato in altri articoli di “Siamo Mamme”, il cervello della donna cambia quando sta crescendo un bambino, e lo fa in un modo affascinante.

Il cervello sperimenta un restringimento con un fine molto concreto: concentrarsi nelle aree delle emozioni, in queste strutture più interne dove ovviamente, si localizza la struttura al sesto senso.

  • Si creano molteplici connessioni neuronali in aree come l’ippocampo (centro dedicato alla memoria emozionale) ed il sistema sistema limbico.
  • Si acutizzano i sensi, si è più allerta e vengono efficacemente anticipati i rischi.
  • Si intensificano i sensi, l’udito per esempio, permette di riconoscere il pianto del proprio bambino da quello di altri. Aumenta anche il senso della vista, il tatto si affina, si captano in forma più intensa gli odori e, ovviamente anche il sesto senso eleva il suo potenziale.

Il sesto senso è come una bussola interiore

Per capire come agisce il sesto senso faremo un semplice esempio. Vi presentano una persona e qualcosa in voi dice che non bisogna fidarsi, dopo aver parlato per qualche minuto con questa persona, evitate di scambiarvi i numeri di telefono perché non volete più contatti.

  • Perché si fa? Cosa spinge a prendere una strada invece di un’altra? Perché ci si interessa di alcune persone e di altre no?
  • La risposta si trova nell’inconscio e nell’intuizione. È li dove viene accolta l’esperienza, i ricordi, l’essenza della propria personalità ed i desideri. Il sesto senso è quello che permette di prendere decisioni velocemente in alcuni casi e, di fatto, è qualcosa che si utilizza molto spesso.

Nonostante questo, ci sono persone che, anche se sentono il loro sesto senso, preferiscono non dargli importanza. Preferiscono azzittirlo ed affidarsi alla logica o ad un’analisi razionale, più profonda e dettagliata, ignorando l’istinto e quello che suggerisce il cuore.

subconscio

L’intuito nella crescita del bambino

Il sesto senso, quando si cresce un bambino, ha a che vedere con l’istinto naturale. Nonostante ci siano persone molto critiche per quanto riguarda questo aspetto, non va rifiutato ne scartato a priori.

  • L’istinto materno, così come il sesto senso, si trova nel cervello per qualche motivo: per incoraggiare una prima riflessione, una prima valutazione che esce direttamente dal nostro essere. Se si desidera, non costa niente far passare questo istinto attraverso un filtro più obiettivo, ma è importante ascoltare questa voce saggia che si trova dentro ognuno di noi.
  • Il sesto senso è quello che vi dice, per esempio, che vostro figlio si trova in pericolo, quando ha bisogno di qualcosa…
  • Il sesto senso è questa voce saggia che in alcune occasioni entra in conflitto con le altre persone. Per fare un piccolo esempio, ci sono volte in cui vostro figlio può dirvi che a scuola va tutto bene però voi intuite che qualcosa è accaduto. È una sensazione veloce che vi arriva perché conoscete vostro figlio, perché qualcosa in voi vi avvisa di un rischio di cui dovete occuparvi.

Caratteristiche delle persone che accettano ed ascoltano il loro sesto senso

ascoltare il sesto senso

  • Sono persone che ascoltano la loro voce interiore, qualcosa che, per curioso che possa sembrare, iniziano a sviluppare molte donne durante la gravidanza.
  • Si connettono con la loro solitudine in modo frequente. Apprezzano questi momenti da sole.
  • Sono anche persone creative oltre che osservatrici.
  • È facile che siano persone abituate ad ascoltare il proprio corpo, le proprie sensazioni e le proprie emozioni. Qualcosa che, come stiamo dicendo, si potenzia maggiormente con la gravidanza.
  • Danno importanza ai sogni che fanno.
  • Non gli piacciono le regole.
  • Sono persone indipendenti.

Per concludere, siamo sicuri che in più di un’occasione vi siete lasciati trasportare da questa intuizione che tanto caratterizza il genere femminile. Non bisogna averne paura, neppure rifiutare questo sesto senso che tutti abbiamo e che in più di un’occasione può essere di grande aiuto.