Infusi che potete assumere se siete in gravidanza

19 Dicembre 2018
Essere in gravidanza non è per forza un sinonimo di privazione. Se vi piacciono gli infusi, vi parleremo a seguire di alcuni tipi che potete assumere durante questa fase, previo consenso del vostro medico.

Assumere tè o bevande calde a base di erbe e piante è sempre stato considerato benefico per la salute. Durante il periodo della gravidanza, quando si tendono ad avvertire certi fastidi legati a questa fase, sicuramente il poter consumare una bevanda calda e confortante sarebbe l’ideale. Ora, la domanda principale riguardo a questo aspetto è quali sono gli infusi che potete assumere se siete in gravidanza.

Vogliamo partire dal fatto che qualsiasi cosa che assumete durante la gravidanza deve essere approvata dal vostro medico curante, senza eccezioni. Per questo motivo in questo articolo informativo vi elencheremo le bevande, e in particolare le tisane, che secondo i nutrizionisti non vanno a incidere sulla vostra salute; in qualsiasi modo però, prima di iniziare a prepararle, consultate nuovamente uno specialista.

Prime considerazioni

Esistono diverse varietà di infusi che portano dei benefici alla salute e sono di consumo quotidiano. Il problema dell’assunzione di queste bevande durante la gravidanza sta nel fatto che, anche se possono essere consumate, la frequenza di consumo non dovrebbe essere la stessa.

Tuttavia, così come ci sono varietà di piante adatte ad essere consumate durante il momento della gestazione, molti infusi possono essere negativi per i loro effetti lassativi, abortivi, sulla pressione arteriosa o perché sono dei potenti stimolanti.

Esempio di questo sono il tè nero, il tè verde o il tè con le foglie di coca, molto comune in alcuni paesi sudamericani. Inizieremo, quindi, ad identificare quali bevande sono proibite tassativamente.

Infusi proibiti durante la gravidanza

Le piante che elencheremo qui di seguito sono assolutamente proibite se siete in gravidanza. Di fatto, assumerle in modo sporadico non ne diminuisce gli effetti sul vostro organismo e su quello del vostro bambino. Prestate attenzione ed eliminatele dalla vostra dispensa per un po’ di tempo.

  • Rabarbaro: provoca contrazioni uterine e può indurre l’aborto.
  • Sabila (aloe vera) e ginseng: hanno effetti diuretici che vi possono provocare diarrea e, di conseguenza, una disidratazione.
  • Radice di liquirizia: i suoi effetti provocano un innalzamento della pressione.
  • Ginkgo Biloba: può causare problemi al cuore del bambino e problemi gastrointestinali nella madre.
  • Eucalipto: induce il vomito e la diarrea; non deve essere assunto nemmeno quando si allatta il bambino.
  • Boldo: viene considerata una pianta abortiva.

Tra le piante proibite, sono presenti anche queste: menta poleggio, salvia, rosmarino, valeriana, finocchietto, centella asiatica, ginepro, sedano e verbena.

Gravidanza

Infusi che potete assumere siete in gravidanza

È possibile che questa lista di infusi proibiti vi abbia lasciate un po’ affrante, perché vi appaiono molti tra gli infusi più popolari. Nonostante ciò, qui vi diamo le buone notizie con queste deliziose e sane opzioni:

1. Tè di rooibos

Questo infuso risulta benefico per il suo ottimo sapere e perché appartiene alla famiglia delle leguminose. Per questo motivo, non presenta i tannini che ostacolano l’assorbimento del ferro e che sono presenti negli altri tè.

2. Infuso di gelsomino

Il suo aroma dona un effetto tranquillizzante immediato. Allo stesso modo, le sue proprietà aiutano ad alleviare diversi fastidi comuni durante la gravidanza.

3. Infuso di limone

È delizioso e aiuta ad alleviare i fastidi allo stomaco. Inoltre, è molto semplice da preparare ed è aggiungendoci del miele diventa irresistibile.

4. Timo

Questa erba aromatica apporta all’organismo molte vitamine; è un’ottima fonte di antiossidanti, ferro, manganese e calcio.

“Così come ci sono varietà di piante adatte ad essere consumate durante il momento della gestazione, molti infusi possono essere negativi per i loro effetti lassativi, abortivi, sulla pressione arteriosa o perché sono dei potenti stimolanti.”

5. Infuso di ortica

Apporta molti nutrienti essenziali all’organismo. I suoi benefici si riflettono sul fegato e sul sistema nervoso centrale; ha un’azione sulla tonicità uterina, aumenta l’emoglobina e attiva il metabolismo.

6. Infuso di zenzero

È l’ideale per combattere le nausee durante la gravidanza e, allo stesso tempo, combatte molte infezioni respiratorie e del tratto oro-faringeo. Il vantaggio dello zenzero è che, così come altre spezie utilizzate in cucina, non genera nessun danno alla gravidanza.

Infuso

7. Infuso di foglie di lampone

L’infusione di foglie di lampone è molto popolare tra le donne incinte, perché tonifica i muscoli uterini e aiuta così a prevenire degli aborti. Inoltre, apporta ferro, fosforo, potassio e varie vitamine importanti come la C, la E e vitamine del gruppo B.

Infine, vogliamo nuovamente rinforzare il concetto che se volete assumere degli infusi durante la gravidanza la cosa migliore è consultarvi con il vostro ginecologo, perché solo lui conosce la vostra storia clinica. Con questi dati, sarà indicarvi se qualche tipo di infuso potrebbe danneggiarvi, a seconda del vostro stato di salute, della vostra storia di malattie o del momento di gestazione nel quale vi trovate, anche se questa non figura tra quelle pericolose.

  • Industrial, U., & Arom, P. (2012). Analisis Químico De Plantas Aromáticas Y Medicinales. Uso Industrial De Plantas Aromáticas Y Medicinales.
  • Houghton, P. J. (2003). Boletín Latinoamericano y del Caribe de Plantas Medicinales y Aromáticas. Boletín Latinoamericano y Del Caribe de Plantas Medicinales y Aromáticas.
  • H, H. (2010). Pequeño manual de Plantas Medicinales. Huerto Medicinal. https://doi.org/10.5433/1679-0359.2015v36n6Sup2p4297