Quante settimane dura la gravidanza?

15 Luglio 2018
Sapere quante settimane dura esattamente una gravidanza è cruciale per ogni donna incinta.

Quanto dura una gravidanza normale? Quante settimane sono? A che settimana il feto si è già formato del tutto?

Ogni donna incinta, che sta ricevendo delle attenzioni prenatali, parlerà della settimana a cui è per sapere il progresso del suo bambino. Qui vi spieghiamo la realtà su quante settimane dura una gravidanza.

Quante settimane dura una gravidanza?

Di fronte alla prima gravidanza sorgono molti dubbi. Tra questi, quello di quante settimane durerà è uno dei più comuni. Se diventerete madri per la prima volta vi avranno detto dei 9 mesi, ma non è del tutto così.

Una gravidanza normale dura circa 40 settimane. Se ogni mese ha circa 4 settimane, risulta una durata di… 10 mesi? Sì, 10 mesi. Com’è possibile?

9 mesi di gravidanza?

I conti sono stati fatti bene. Una gravidanza normale dura 40 settimane. Ma il conto del tempo di gestazione non si inizia dallo stesso momento in cui avviene il concepimento. Questo è dovuto al fatto che non sempre abbiamo una data esatta. Per cui, quando arriva il momento di parlare di settimane, il medico conta a partire dal primo giorno della vostra ultima mestruazione. Così saprete che la fecondazione è avvenuta due settimane prima o due settimane dopo la data segnalata.

Mamma fa la prima ecografia

Nonostante ciò, è importante sapere che quando farete la prima ecografia, potrete sapere a che momento esatto della gestazione vi trovate. Infatti, è una delle misurazioni che si fanno su questa prima immagine del vostro bambino.

Tenendo questo in considerazione, i conti risultano perfetti. La gravidanza si svilupperà nell’intervallo tra le 38 e le 42 settimane. È entro questo intervallo che il bambino potrà nascere completamente formato. Si considera quindi che la gravidanza è giunta al termine.

Un bambino può nascere prima del tempo?

Certo che può. Le settimane di gestazione determinano anche le probabilità che il bambino finisca di formarsi e nasca con una sicurezza maggiore di essere sano.

Bambini nati a otto mesi, o persino a sette mesi di gestazione, sono sopravvissuti e non hanno avuto nessuna difficoltà di sviluppo. Nelle gravidanze multiple, per esempio, tendono ad esservi parti prematuri. Il motivo è che lo spazio che hanno a disposizione i feti è minore, per cui nascono prima, anche se non è detto che presentino alcun tipo di complicazione.

Il limite di sopravvivenza è di 26 settimane, anche se a questo punto il bambino non è ancora formato al 100%. Questo limite segna il punto a partire dal quale il bambino potrebbe nascere e sopravvivere, ma non vuol dire che sia la cosa migliore per lui.

Tanto prima avviene il parto, maggiori sono le complicazioni che può presentare il neonato.

Come si suddividono le settimane di gravidanza?

Le gravidanze si suddividono in tre trimestri o fasi, tenendo conto dello sviluppo fetale. Questi trimestri sono distribuiti a seconda della settimana di gestazione a cui vi trovate:

  • Primo trimestre. Settimane 1-12. Alla settimana 5, il cuore del vostro bambino comincia a battere.
  • Secondo trimestre. Settimane 13-28. Alla settimana 15, gli organi genitali si sono già completamente formati, per cui è già un bambino o una bambina. Tra la settimana 17 e la 18, il bambino può sentire, anche se non distingue perfettamente i suoni.
  • Terzo trimestre. Settimane 29-40. In questo ultimo trimestre, il bambino aumenta rapidamente di dimensioni. Inoltre, alla settimana 19 inizia ad aprire e chiudere gli occhi, percepisce un po’ la luce e gli si possono dilatare le pupille.
Feto nell'utero della mamma

Ogni trimestre presenta un traguardo o un cambiamento importante nello sviluppo del bambino. Esistono un’infinità di informazioni su come sta crescendo il feto e su quali organi si stanno sviluppando.

Potreste andarvi a leggere ogni settimana che iniziate e scoprire cosa succede nel vostro corpo in questa fase. Questo vi aiuterà a rendere l’attesa più sopportabile.

Man mano che vi avvicinate alla settimana 38, il bambino inizierà ad assumere la posizione preparatoria per il parto, la posizione cefalica. In questa posizione, adottata dalla maggior parte dei bambini, la testa si trova incastrata tra le ossa della pelvi. A partire da questo momento, il bambino potrebbe nascere in qualsiasi momento.

Vi raccomandiamo di rivolgervi al medico perché vi offra ogni informazione che desiderate sullo sviluppo dell’embrione e del feto durante la gravidanza.