La stimolazione prenatale: tecniche e benefici

16 Novembre 2017

Uno dei momenti più belli della gravidanza è quando cominciate a sentire il vostro bambino. Sapete che esistono delle tecniche per stimolare il feto nella pancia? Non perdetevi questo articolo sulla stimolazione prenatale e i suoi molteplici benefici.

In genere il primo calcetto è uno dei momenti più importanti di qualsiasi donna incinta, poiché si passa da un’idea astratta a una percezione reale del proprio bambino. A partire da quel momento non potrete fare a meno di sentirlo, e i suoi movimenti, anche se alle volte fastidiosi, vi infonderanno tranquillità.

La stimolazione prenatale si basa sull’idea di accompagnare il bambino nel suo sviluppo, sollecitando tutti i suoi sensi. In questo modo aiutate vostro figlio a crescere a livello sensoriale, emotivo e motorio, e al contempo create con lui momenti di intimità.

Vi consigliamo di eseguire gli esercizi di stimolazione con maggiore costanza a partire dal secondo trimestre di gestazione fino alla fine dello stesso. Alcuni esercizi, come quelli per la stimolazione tattile, possono essere iniziati quasi subito.

I benefici derivanti dalla pratica della stimolazione prenatale sono molteplici. La gravidanza può risultare molto lunga, ma se ogni giorno farete gli esercizi giusti, il tempo volerà senza che ve ne accorgiate.

Ecco alcuni buoni motivi per far diventare le tecniche di stimolazione prenatale parte integrante della vostra routine quotidiana.

  • Vi aiutano a entrare in sintonia con il vostro bambino. Vi renderete conto che quello che fate lo stimola direttamente e sentirete instaurarsi un legame profondo.
  • Favoriscono lo sviluppo sensoriale del bambino. Ogni esercizio va focalizzato su un senso e sul suo sviluppo specifico, per fare in modo che questo avvenga correttamente.
  • Vi infondono tranquillità. La reazione del vostro bambino di fronte a ogni esercizio fa abbassare notevolmente i vostri livelli di preoccupazione per la sua salute. E lui lo sente.
Stimolazione prenatale del feto.

Tecniche di stimolazione prenatale

I seguenti esercizi di stimolazione prenatale riguardano ciascuno un senso. Vi consigliamo di farne uno diverso al giorno. 

In questo modo, né voi, né il bambino vi annoierete. Ricordatevi che più ne beneficerete voi, più ne beneficerà il vostro bambino.

Stimolazione visiva

A partire da circa il quarto mese, il vostro bambino potrà sfruttare al massimo il suo apparato visivo, reagendo agli stimoli visivi.

  • Esponete la pancia alla luce diretta del sole. La luce filtrerà dolcemente attraversando ogni strato fino ad arrivare al bambino.
  • Fate dei giochi di luce usando delle torce. Accendete e spegnete, per attirare l’attenzione del vostro piccolo e provocare in lui una risposta.

Stimolazione uditiva

A partire dalla 14° settimana sarà più efficace, ma potete cominciare già dall’inizio della gravidanza.

  • Parlate con il vostro bambino. Non smettete di parlargli: la vostra voce sarà il migliore stimolo che possa ricevere.
  • Potete fargli ascoltare della musica dolce, lo tranquillizzerà.
  • Fate delle passeggiate all’aperto, in mezzo alla natura. I suoni della natura sono stimoli per il vostro bambino.
  • Giocate con diversi strumenti. Melodie al pianoforte o percussioni delicate alla batteria, o anche i tamburi potranno provocare reazioni diverse nel vostro bambino.

Stimolazione tattile

L’importanza delle carezze viene dal ventre materno, soprattutto a partire dalla sesta o settima settimana.

  • Potete sperimentare diversi tocchi sulla pelle, come per esempio quello di una piuma o di una spazzola.
  • Accarezzatevi la pancia, utilizzando le dita in maniera alternativa o usandole tutte.
  • Massaggiatevi la pancia. Il vostro bambino reagirà ai diversi gradi di pressione che eserciterete.
  • Rispondete ai movimenti del bambino. Quando si muove, esercitate una pressione nel punto in cui lui vi ha dato il calcetto. Sarà un’interazione prefetta tra entrambi.
mamma incinta

Stimolazione motoria

Il bambino si muoverà quando cambierete posizione. Provateci. Già alla decima settimana comincerà a farsi sentire.

  • Lo yoga prenatale è ottimo per questo tipo di stimolazione.
  • Assumete posizioni diverse in casa. Provate a mettervi sull’altro fianco quando siete a letto o ad abbassarvi tenendo la pancia rivolta verso il basso.  

Anche l’ingestione di certi cibi, come il cioccolato, può provocare una reazione nel vostro bambino. Tuttavia, vi consigliamo di non abusare di questi alimenti e di non stimolare il bambino al massimo.