Alimenti da assumere in gravidanza: quali sono?

· 2 ottobre 2017
Alimenti da assumere in gravidanza: frutta, verdura, amidi, latticini.

“L’alimentazione è una delle cose che maggiormente mi preoccupano da quando sono rimasta incinta.Non sto mangiando come dovrei, perché prendo sempre più chili, ma non riesco a far sì che il bambino raggiunga il peso giusto per le settimane che ha. Quali sono gli alimenti da assumere in gravidanza?”.

Se anche voi avete queste ansie, possiamo aiutarvi.

L’alimentazione durante la gravidanza è fondamentale

Durante la gravidanza gli alimenti ingeriti servono a nutrire sia la mamma che il nascituro.

Il che vuol dire che, in questa fase, un solo pasto serve a nutrire due commensali.

Quindi non è sbagliato pensare di aumentare la quantità di cibo. La cosa importante è migliorarne la qualità.

I pasti devono essere più nutrienti e regolari di prima, poiché da essi dipendono lo sviluppo del feto e la salute della madre.

Colazione, spuntino, pranzo, spuntino, cena e spuntino leggero. Questa è una regola inviolabile.

Altre tre regole di base da non dimenticare sono:

  • Assumere quotidianamente i gruppi fondamentali di alimenti della piramide alimentare, in proporzione equilibrata.

  • Evitare di assumere cibo spazzatura e di mangiare a orari irregolari.
  • Bere abbondante acqua per mantenervi idratate.

Durante la gestazione sia il vostro organismo, sia quello del piccolo che cresce dentro di voi hanno bisogno di viamine, minerali, grassi, carboidrati e proteine per svolgere tutte le loro funzioni e svilupparsi nel migliore dei modi.

Il corpo umano deve essere considerato alla stregua di una macchina: se non riceve la giusta quantità di combustibile di ottima qualità smette di funzionare.

Come influisce una carenza alimentare in quella piccola macchina dentro di voi che ha appena cominciato a funzionare?

Gli alimenti da assumere in gravidanza

Di seguito vi forniamo informazioni su tre alimenti da assumere in gravidanza. Inseriteli nella vostra dieta.

Pomodoro

Il pomodoro è uno degli ortaggi più coltivati al mondo. Si consuma al naturale, condito in insalata, come contorno o sotto forma di passata, di salsa, di conserva e di sugo.

Il pomodoro è un antiossidante, previene le malattie cardiovascolari e riduce il colesterolo. 

Combatte le infezioni e rinforza il sistema immunitario, cosa importante dato lo stato interessante.

È composto per la maggior parte da acqua, pertanto è l’ideale per mantenersi idratate.

Ha poche calorie, è ricco di minerali e vitamina A, C, E e delle vitamine del gruppo B.

Tamarindo

Oltre ai noti dolci e alle bibite a base di tamarindo, questo frutto è utilizzato anche per la preparazione di zuppe, salse, sciroppi, pani e caramelle.

La sua polpa agrodolce e rinfrescante serve da aperitivo e come condimento nella preparazione delle carni.

Il tamarindo è un frutto ricco di fosforo, calcio, potassio e ferro, tra gli altri sali minerali.

Contiene proteine, carboidrati, fibre, antiossidanti, vitamina C e alcune del gruppo B.

Il tamarindo, uno degli alimenti da assumere in gravidanza.

Grazie alle sue proprietà curative, è raccomandato in caso di tosse, asma, parassiti, vomito, nausea, stitichezza ed emorroidi, tutti disturbi di cui soffrono non poche donne incinte.

L’assunzione di questo frutto aiuta a eliminare le tossine, previene i calcoli renali e alcune infezioni urinarie.

Uovo

L’uovo, anche se in maniera controllata, è un altro alimento che non deve mancare nella tua dieta. 

Quet’ovulo enorme contiene fosforo, ferro, potassio, iodio, selenio e zinco, tra gli altri minerali.

È ricco di retinolo, vitamine del gruppo B, tocoferolo, ed è uno dei pochi alimenti che contiene naturalmente vitamina D. 

Durante la gestazione se ne raccomanda l’assunzione per proteggersi dai disturbi cardiovascolari e poiché contiene grassi buoni.

Nel feto influisce sullo sviluppo cerebrale.

L’uovo di gallina è uno dei più consumati al mondo, ma ne esistono anche altri che puoi inserire nella tua dieta: quello di anatra, di oca e di quaglia.

Ora, un’intossicazione alimentare provocata dall’uovo può essere dannosa per la tua salute. 

Per questo motivo, ogni volta che vuoi consumarne uno devi verificarne la qualità. 

Ecco due modi per farlo.

Prima tecnica: metti l’uovo di fronte a una lampadina o un’altra fonte di luce intensa.

Osservalo in controluce alla ricerca di macchie scure. 

Se non ce ne sono, puoi mangiarlo. Se ce ne sono, buttalo subito perché vuol dire che si sta alterando.

Seconda tecnica: immergi l’uovo in una soluzione salina. Se affonda puoi consumarlo. Se resta a galla buttalo.

Quando un uovo resta a galla è perché ha perso l’umidità e ciò significa che è vecchio.

Per riassumere e rispondere alla domanda: “qual sono gli alimenti da assumere in gravidanza?”: la varietà di colori ti offre un equilibrio alimentare.

Il rosso si trova nei pomodori, nel melone, nelle ciliegie, nei peperoni, nelle guaiave…

Il verde è quello dei vegetali come il crescione, la lattuga, le bietole, gli spinaci.

Il giallo è quello del tuorlo d’uovo e del mais.

L’arancione lo trovi nella carota, nell’arancia, nella papaya.

Fai dei tuoi pasti e dei tuoi spuntini un carnevale di colori e otterrai una dieta equilibrata.