Monsterbox: un cortometraggio che insegnerà ai vostri figli il valore dell’amicizia

8 Novembre 2019
Se volete trasmettere ai vostri figli il valore dell'amicizia, dovete assolutamente fargli vedere Monsterbox. Si tratta di un divertente e sorprendente cortometraggio che li farà sicuramente riflettere.

Se volete trasmettere ai vostri figli il valore dell’amicizia, dovete assolutamente fargli vedere Monsterbox. Si tratta di un divertente e sorprendente cortometraggio che li farà sicuramente riflettere. Ideale per grandi e bambini, è un’ eccellente strategia per favorire lo sviluppo dell’intelligenza emotiva dei bambini, ma anche degli adulti.

Grande brio, colonne sonore che vi trasporteranno e  colori che cattureranno la vostra attenzione. Così si presenta questo tenero e commovente cortometraggio che parla delle emozioni. Sentimenti nati da gesti e atteggiamenti davvero nobili e genuini.

Monsterbox parla di un’amicizia indistruttibile. Infatti non c’è niente di più bello che apprezzare le differenze tra i vari esseri, accettarle e rispettarle. L’affetto e l’interesse sincero ci dimostrano che in fin dei conti tutte le persone sono unite da un filo che passa per il loro cuore.

I creatori di questo importante corto sono Ludovic Gavillet, Derya Kocaurlu, Lucas Hudson e Colin Jean-Saunier. Con lo stupore di molti, questo delizioso e commovente cortometraggio nasce da un lavoro di tesi. Non lo avete ancora guardato? Rimediate subito, vi piacerà sicuramente!

Protagonisti che comprendono il valore dell’amicizia

I protagonisti di questo prodotto audiovisivo sono un anziano e una bambina. Pertanto, hanno davvero poco in comune. Inoltre compaiono, con un ruolo secondario, una serie di ‘strane creature’ che apparentemente non c’entrano niente.

Tuttavia, il corto invita a riflettere proprio su questo punto. Sebbene le persone tendano a frequentare i propri simili, in realtà è il rapporto con la diversità a permetterci di crescere. E da quei rapporti che possiamo imparare il rispetto e l’integrazione, due valori fondamentali per la vita in società.

Immagine di Monsterbox, un cortometraggio sull'amicizia

Infatti, a volte rapportarci solo con chi è simile a noi non ci arricchisce in alcun modo. È l’unione, a prescindere dall’età, dal sesso, dai gusto e dal colore della pelle a rendere forte un rapporto. Probabilmente, il segreto che sta alla base dell’amicizia è l’empatia. Basta saper ascoltare, preoccuparsi ed empatizzare per capire davvero il valore dell’amicizia.

Monsterbox dimostra proprio questo: la comprensione e l’affetto tra diverse generazioni, tra sessi opposti, interessi e modi di vedere le cose completamente contrapposti. Anche in questo contesto possono nascere rapporti interessanti e intensi.

Si tratta di un prodotto cinematografico destinato a dipingere con un’arguzia invidiabile i sentimenti umani. Paure, speranze, necessità, solidarietà, generosità e obiettivi propri di ogni persona. Non c’è bisogno di parole, sono le azioni a trasportarci in questo mondo magico in cui vivono i sentimenti più puri.

Monsterbox e il messaggio che sottolinea l’importanza dell’amicizia

Moonsterbox rappresenta senza dubbio uno spunto per delle riflessioni profonde. Soprattutto invita a riflettere sul valore dell’amicizia. Un legame che dovrebbe essere più viscerale, sincero, incondizionato, leale. Un legame che nasce dalla pazienza e dalla comprensione senza limiti.

L’inestimabile valore dell’amicizia che non si limita a mero ‘siamo amici perché siamo uguali’, che abbatte lo stereotipo delle ‘anime gemelle’. La conclusione è chiara e inconfondibile. Viva la diversità! Sono proprio le differenze che prima o poi (ma più prima che poi) nutriranno il nostro essere e lasceranno il segno sulla nostra anima.

Sono le particolarità di ogni persona a lasciare il segno nel cuore degli altri. Sono le particolarità a renderci immortali. Quindi, la diversità non deve mai essere considerata una minaccia. Tutte le differenze, amalgamate e armonizzate, apportano qualcosa. Da ogni differenza si può trarre un insegnamento.

Questo corto è senza dubbio affascinante sia dal punto di vista visivo che da quello sonoro. Inoltre  contribuisce sicuramente allo sviluppo adeguato dell’intelligenza emotiva. Personaggi di età, dimensioni e addirittura forme diverse, possono convivere nella maniera più serena. Completandosi gli uni con gli altri. Sostenendo l’altro, lasciando da parte l’egoismo, dimostrandosi dei compagni fedeli.

In questo corto diverse generazioni e razze interagiscono senza alcuna difficoltà. La comprensione delle necessità dell’altro, l’accettazione e il rispetto di gusti e interessi diversi dai propri. Conoscere le debolezze degli altri, poter dare ciò che si ha anche quando si tratta di poca cosa. Senza chiedere nulla in cambio, solo in nome dell’amore.

Non vi resta che guardarlo:

Monsterbox

MonsterboxUn bellissimo cortometraggio che descrive in silenzio il mondo delle emozioni e delle relazioni, invitando a porre attenzione al sentire…

Posted by Argo Studio di Psicologia on Friday, March 25, 2016

  • Arias Martínez, B. y Fuertes Zurita, J. (1999). Competencia social y solución de problemas sociales en niños de educación infantil: un estudio obser- vacional. Mente y Conducta en situación educativa. Revista electrónica del Departamento de Psicología. Universidad de Valladolid, 1, (1), 1-40.
  • Bandura, A. y Walters, R. (1974). Aprendizaje social y desarrollo de la personalidad. Madrid: Alianza.
  • Lacunza, A. B., & de González, N. C. (2011). Las habilidades sociales en niños y adolescentes. Su importancia en la prevención de trastornos psicopatológicos. Fundamentos en humanidades, 12(23), 159-182. https://www.redalyc.org/pdf/184/18424417009.pdf
  • Michelson, L., Sugai, D., Wood, R. y Kazdin, A. (1987). Las habilidades sociales en la infancia: Evaluación y tratamiento. Barcelona: Martínez Roca.