L’istinto materno è una leggenda

· 16 settembre 2017

Essere mamma è considerato un istinto innato che spinge le donne a proteggere e a badare ai propri figli. Eppure per alcune di noi l’istinto materno è una leggenda.

Istinto materno o scelta consapevole? 

Una madre sa come proteggere suo figlio e prendersi cura di lui: queste parole riassumono il concetto di istinto materno. Tuttavia, ogni giorno molti esempi ci allontanano da questa nobile credenza, facendoci pensare che essere mamma sia scegliere di esserlo.

La maggior parte di noi è stata educata per fidanzarsi, sposarsi e procreare. Ma un numero sempre più importante di donne non ha motivo, disponibilità o tempo per assumere questo ruolo.

Per essere mamme bisogna avere una certa maturità emozionale che permetta di soddisfare efficacemente la richiesta di attenzioni e amore di un neonato.

A seconda del significato che una donna attribuisce alla maternità, al rapporto con sua madre e col compagno, questa esperienza sarà piacevole o fonte di conflitti e sacrifici. 

Il vissuto, le emozioni, l’educazione e il contesto sociale influiscono sulla scelta di essere o non essere mamma.

fascia-bebe

Avere dei figli è una scelta personale, essere consapevoli di quello che si prova e si pensa circa la maternità è fondamentale per il futuro del vostro bebè.

È importante avere un progetto in cui tener presente cosa si vuole fare per soddisfare le aspettative di donne e madri.

Alcune preferiscono realizzarsi professionalmente per contare su un sostegno economico prima di assumersi la responsabilità della maternità. Con un appoggio finanziario possono cercare il sostegno di qualcuno che le aiuti nel compito, mentre continuano l’ascesa della loro carriera.

Per altre, essere madri è una priorità, pertanto la cura e la protezione del bambino sorgono spontanee dal momento in cui viene al mondo.

 

Aspetti di cui tener conto prima di diventare mamme 

Essere madre è un’esperienza unica e gratificante. Non esiste il momento perfetto, eppure è bene pensarci bene prima di prendere tale decisione.

  • La donna deve rendersi conto della situazione che sta attraversando la coppia, se si trova in un buon momento e se si è d’accordo nel mettere al mondo un figlio.
  • Anche se l’età raccomandata per dare alla luce un bimbo è compresa tra i 18 e i 22 anni, qualunque donna si metta d’impegno, ha le capacità e le risorse adeguate per badare a suo figlio. 
  • Rivolgersi ad uno specialista è uno dei passi più importanti prima di diventare madri.
  • Prima di considerare di avere un figlio, la donna deve abbandonare tutte le cattive abitudini che possono danneggiare la salute del bebè, come le sigarette, l’alcol e cibi grassi o troppo zuccherati.

Alcuni consigli 

Di seguito trovate ulteriori raccomandazioni.

  • Pensate a quanti figli volete avere e in quanto tempo.
  • Consultate il vostro compagno per sapere cosa ne pensa e se possiede le condizioni per lavorare insieme per la crescita del piccolo.
fidanzati-parlano

  • Se siete single ma decidete di avere un figlio per conto vostro, dovreste possedere un fondo che vi garantisca possibilità finanziarie in qualunque evenienza. 
  • Se pensate di non avere le giuste competenze per essere una buona madre, ma lo desiderate, rivolgetevi ad uno specialista per superare dubbi e paure. 

L’importante è prendere coscienza di una decisione così importante, avere il cuore pronto e la mente aperta per crescere i figli con amore e dedizione.