La mancanza della vitamina D nelle donne

· 13 novembre 2018
La mancanza di vitamina D nelle donne può dare gravi problemi di salute, specialmente in gravidanza.

La vitamina D nelle donne è un nutriente estremamente importante per i suoi effetti sui vari sistemi del corpo. Questa vitamina è prodotta principalmente dall’organismo a partire da uno specifico colesterolo, che si trasforma grazie all’effetto del sole.

Tuttavia, può essere assorbita dagli elementi consumati. Anche se si tratta di una vitamina, viene considerata un ormone che si sintetizza essenzialmente nella pelle tramite varie tappe di trasformazione nel fegato e nei reni.

Di certo, la vitamina D è importante per le donne, specialmente per quelle che allattano e per quelle incinte che non assumono dei supplementi. La sua mancanza è un fattore di rischio per lo sviluppo del feto, per il sistema immunitario e per le ossa.

Di seguito, vi spiegheremo alcuni semplici sintomi che dimostrano che non si sta assumendo abbastanza vitamina D. Se li osservate, è necessario che parliate con il vostro medico, che vi consiglierà di fare un’analisi del sangue, l’unico modo per determinare il livello di questa vitamina.

Rischi relazionati alla mancanza di vitamina D nelle donne

Gran parte della vitamina D viene prodotta dal corpo; ciò avviene nella pelle attraverso l’azione della luce ultravioletta del sole sul colesterolo. L’altra parte invece proviene dall’alimentazione.

La vitamina D si trova nella maggior parte dei cibi. I principali sono i pesci grassi, l’olio di fegato di merluzzo e alcune piante come i funghi.

I sintomi evidenti che indicano una mancanza di questa sostanza sono: dolore cronico alle ossa, ai muscoli e alle articolazioni, o uno stato di depressione e di stanchezza.

donna nel prato che si mette crema

1. Ipertensione

La pressione alta è un disturbo comune e un fattore di rischio cardiovascolare molto importante. La vitamina D ha un ruolo essenziale nella salute della donne e aiuta a ridurre il rischio cardiovascolare provocato dalla pressione alta.

Di fatto, la mancanza di vitamina D può avere un impatto negativo sulla pressione arteriosa. Per questo, assumere delle compresse di questa vitamina è uno dei modi migliori per regolare la pressione.

2. Depressione

È possibile che la depressione sia causata da una mancanza di vitamina D. Di fatto, esiste un legame importante tra i bassi livelli di questo elemento e i sintomi della depressione. Allo stesso tempo, questa vitamina aiuta a regolare la sintesi della serotonina.

La serotonina è un neurotrasmettitore che regola l’appetito e gli stati d’animo, che viene attivata dalla vitamina D in forma ormonale. Pertanto, si tratta di un elemento determinante per lo stato d’animo delle donne e svolge un ruolo importante in caso di depressione.

3. Stanchezza e mancanza di sonno

Una delle funzioni principali della vitamina D è quella di aiutare il corpo ad assorbire il calcio, oltre a combattere la stanchezza e a stimolare il sistema immunitario. La fatica e la sonnolenza sono alcuni dei sintomi più noti della mancanza di questa vitamina nelle donne.

Come ormone, la vitamina D è importante per il metabolismo e per il sistema immunitario, ma anche per la qualità del sonno.

donna che mangia pesce a tavola

4. Articolazioni e ossa

Il dolore alle articolazioni è uno dei sintomi principali della mancanza di vitamina D. Di fatto, questa vitamina permette di diminuire i fastidi alle ossa e ai muscoli.

La vitamina D ha degli effetti benefici sulla salute delle donne, poiché promuove il buon funzionamento dei muscoli, ne aumenta la forza e riduce il rischio di cadute e di fratture.

Inoltre, aiuta a prevenire l’assottigliamento e l’indebolimento delle ossa, e riduce la probabilità di soffrire di osteoporosi, comune nelle donne, poiché gli estrogeni diminuiscono durante la menopausa.

Per concludere, considerate che la vitamina D è una sostanza organica necessaria al metabolismo del corpo di una donna. Quindi, è essenziale adottare una dieta equilibrata ed esporsi quotidianamente al sole per prevenirne il rischio di una mancanza.