La mestruazione irregolare durante l’allattamento

· 19 agosto 2018
Le irregolarità del ciclo mestruale sono dovute alle alterazioni che avvengono nel corpo della mamma durante l'allattamento. Inizialmente, la mestruazione irregolare durante l'allattamento è una situazione completamente normale, che si risolverà con il passare del tempo.

La mestruazione irregolare durante l’allattamento è una situazione completamente normale. È comune che, dopo la gravidanza e durante l’allattamento al seno, le prime ovulazioni mostrino irregolarità e che la loro comparsa sia ritardata.

Queste irregolarità del ciclo mestruale non sono dovute a nessun disturbo importante. L’organismo ha bisogno di adattarsi nuovamente al suo stato originale e riprendersi dopo aver trascorso nove mesi di cambiamenti.

Può accadere che, durante l’allattamento, si alternino cicli mestruali molto diversi. Ci sono donne che dopo il parto non hanno le mestruazioni per cinque o sei mesi, o persino di più.

In altre persone, si alternano cicli mestruali normali ad altri che sembrano non seguire nessun ritmo. Il ginecologo potrà stabilire se nel corpo tutto è normale e, se è così, il problema della mestruazione irregolare durante l’allattamento si risolverà con il tempo.

Sintomi della mestruazione irregolare durante l’allattamento

Generalmente, i cicli mestruali durante l’allattamento tendono a presentare i seguenti tratti particolari:

  • Cicli più dolorosi e abbondanti rispetto a quelli precedenti la gravidanza.
  • Compaiono sintomi premestruali: dolore all’addome, vomito, nausea.
  • Comparsa di “lochiazioni”. Le “lochiazioni” sono delle perdite che contengono coaguli, tessuti e muco che si sono formati durante la gravidanza.

“Anche se la mestruazione è irregolare, si potrebbe star avendo un’ovulazione. Per questo motivo, la donna può rimanere incinta.”

La mestruazione irregolare durante l’allattamento: alcuni dati interessanti

La prolattina e lo stato ormonale e fisico della donna sono fattori determinanti della mestruazione irregolare. Diverse donne hanno diversi livelli di prolattina, l’ormone che causa le irregolarità mestruali.

La prolattina aumenta durante l’allattamento, perché è l’ormone che permette la produzione del latte materno. Allo stesso tempo, inibisce la sintesi di ormoni sessuali nelle ovaie; per questa ragione, la mestruazione scompare o adotta cicli molto instabili.

Orologio rosa

Anche lo stato fisico generale della donna incide sulla prolattina. Perciò, il tipo e la durata delle irregolarità varierà da una donna all’altra.

Allo stesso modo, la frequenza e la durata delle poppate del neonato impattano sulla produzione di questo ormone. I neonati che vengono allattati molto frequentemente e che assumono una grande quantità di latte causano un aumento della prolattina. Quindi, il corpo della donna deve produrre più latte per soddisfare il suo bambino; in seguito all’aumento dei livelli dell’ormone, è possibile che le irregolarità mestruali si accentuino.

Un altro aspetto importante è che, anche se la mestruazione è irregolare, si potrebbe star avendo un’ovulazione. La prima mestruazione dopo il parto è un indicatore del fatto che il sistema riproduttivo sta tornando alla normalità. Per questo, la donna può rimanere incinta.

È un errore pensare che durante il periodo dell’allattamento non si possono avere gravidanze; è chiaro che il livello di fertilità si riduce, ma non si annulla del tutto. Se la donna non vuole rimanere incinta in questo periodo, dovrà usare dei metodi contraccettivi compatibili con l’allattamento.

Si può accelerare la normalizzazione della mestruazione?

In realtà, questo non è possibile. Il processo è naturale e la normalizzazione si avrà quando il corpo della donna avrà recuperato il suo stato normale, come prima della gravidanza.

Tuttavia, esistono alcuni suggerimenti che possono permettere alla donna di sentirsi più rilassata e meno preoccupata per questi sintomi:

  • Il ritmo del neonato. Se il neonato dorme più di quattro ore di seguito durante il giorno e più di sei ore durante la notte, è probabile che le irregolarità mestruali diminuiscano. Allo stesso modo, anche se il bambino consuma alimenti solidi può incidere; assumerà meno latte materno e, per questo, la prolattina diminuirà.
  • Riposarsi a sufficienza. Il riposo è fondamentale per l’allattamento e per far sì che l’organismo della donna si riprenda.
mestruazione irregolare durante l'allattamento

  • Non fumare. Il tabacco è sempre dannoso per il corpo umano. I danni si accentuano quando l’organismo è ancora debilitato dai nove mesi della gravidanza.
  • Assumere molta acqua. L’idratazione calma l’ansia; l’acqua permette all’organismo di eliminare tossine che lo danneggiano.
  • Avere una dieta bilanciata.
  • Evitare lo stress, vivere questo periodo in maniera rilassata.
  • Includere pratiche di meditazione come lo yoga. Questa attività sarà rilassante e concentrerà il pensiero della donna sulla relazione con il figlio e con il partner.

Il periodo dell’allattamento deve essere goduto appieno, poiché è in questa fase che si crea un legame con il bambino che segnerà entrambi per sempre. Per questo, è importante che la donna smetta di preoccuparsi delle anomalie nei suoi cicli mestruali; è solo questione di tempo perché scompaiano.