Mettere il bambino a pancia sotto di giorno: ecco perché

· 5 giugno 2018

Anche se si sente dire spesso che i neonati devono stare supini, è utile metterli anche in posizione prona. Ecco i 3 motivi principali per mettere il bambino a pancia sotto durante il giorno.

Da molti anni si è sottolineata l’importanza di mettere a dormire il neonato a pancia in su, ovvero in posizione supina. Lo si fa per evitare la Sindrome della Morte Improvvisa del Lattante (SIDS, dall’inglese Sudden Infant Death Syndrome).

Tuttavia, esistono diversi motivi per mettere il bambino a pancia sotto durante il giorno. Questa posizione è conosciuta anche come posizione in decubito prono. Vi illustreremo i 3 motivi principali per farlo. Inoltre, vi offriremo anche alcuni consigli pratici per rendere le cose più semplici al vostro piccolo.

Perché mettere il bambino a pancia sotto durante il giorno

1. Sviluppo delle funzioni motorie

Passare abbastanza tempo a pancia sotto aiuterà il vostro bambino a sviluppare il senso dell’equilibrio nonché la capacità visiva e uditiva.

Inoltre, contribuirà a irrobustire la testa, il collo, i muscoli delle spalle e della schiena, agevolando e aiutando il bambino nelle azioni quotidiane, come spingere, girarsi di lato, sedersi, alzarsi e gattonare.

Nei primi mesi di vita, il neonato deve scoprire quali movimenti è in grado di compiere con il proprio corpo e in che modo riuscire a controllarlo. In questo modo svilupperà le abilità fisiche necessarie a girarsi, sedersi e gattonare. Cosa che non avviene in modo adeguato se il bambino trascorre molto tempo nella sdraietta o in altri posti che limitano la sua libertà di movimento.

Come se non bastasse, un neonato che sta tutto il tempo in posizione supina, vede solamente il soffitto e gli oggetti da entrambi i lati. Invece, messo a pancia sotto solleva la testa e inizia a osservare i numerosi oggetti che lo circondano.

Mettere il bambino a pancia sotto contribuisce al rinforzo dei muscoli

2. Sviluppo normale della testa

Una conseguenza delle campagna pubblicitarie lanciate per aiutare a prevenire la Sindrome della Morte Istantanea del Lattante è stato un aumento di bambino affetti da plagiocefalia.

Di che cosa si tratta? Non essendo le ossa del cranio ancora del tutto saldate tra loro – caratteristica che aiuta a sopportare piccoli colpi – la testa dei neonati può subire delle deformazioni se rimane a lungo nella stessa posizione.

I neonati tendono a passare troppo tempo dormendo a pancia in su e anche troppo tempo nella sdraietta o nella culla (sempre supini). A causa di ciò, la nuca tende ad appiattarsi. Ecco perché è fondamentale che il bambino trascorra abbastanza tempo a pancia sotto durante il giorno, mentre è sveglio e gioca.

3. Sviluppo delle abilità sociali

Un altro motivo per mettere il bambino a pancia sotto durante il giorno ha a che vedere con le capacità sensoriali e percettive. È utile anche per migliorare le abilità socio-emotive, di risoluzione dei problemi, di apprendimento e di adattamento alle sfide.

Quando si trova in posizione di decubito prono, il bambino rimane all’erta e percepisce meglio il mondo che lo circonda. Questa posizione gli consente di rimanere in uno stato in cui riceve costantemente degli stimoli esterni e che gli permette di interagire con tutto ciò che trova intorno a lui.

“I neonati messi a pancia sotto sollevano la testa e cominciano a guardare le numerose cose che li circondano.”

Modi di mettere il bambino a pancia sotto durante il giorno

Se non sapete esattamente qual è il modo corretto per mettere il bambino a pancia sotto per un tempo abbastanza prolungato, o se vi sembra che questa posizione non gli piaccia molto, ecco per voi alcuni consigli pratici.

Da 0 a 2 mesi

Cercate di mettere il bambino a pancia sotto su di una coperta. Se vedete che non riesce a sollevare la testa, mettetegli la mano sulla parte inferiore della schiena e spostagli il peso verso il basso. Se anche così non riesce a sollevare la testa, mettetegli un asciugamano arrotolato sotto il petto e appoggiate il bambino sulle vostre gambe.

Un’altra ottima alternativa è appoggiarsi il bambino al petto. Così si sentirà più sicuro e verrà stimolato a sollevare la testa per guardarvi. Con questa attività il piccolo riuscirà a sviluppare il controllo della testa, rinforzando inoltre la parte superiore del corpo.

Mettere il bambino a pancia sotto permette al bambino di osservare l'ambiente circostante

Da 3 a 5 mesi

Dopo aver rinforzato la schiena e il collo, sarà in grado di sostenersi da solo con gli avambracci. Potete trascorrere del tempo con il vostro bambino usando giochi e specchi per stimolarlo ulteriormente a spostare il peso e ad ampliare il suo raggio d’azione.

Ebbene, sarà in grado di interagire con l’ambiente circostante a livello visivo. Riceverà molti più stimoli e imparare a rispondervi.

A mano a mano che vostro figlio acquisirà sempre più forza, comincerà a sollevarsi sulle braccia tese per poter raggiungere gli oggetti e giocarci. Questo gli servirà come preparazione per sedersi e gattonare.

“Mettere il bambino a pancia sotto contribuirà a irrobustire la testa, il collo, i  muscoli delle spalle e della schiena.”

Da 6 a 9 mesi

Una volta che sarà più forte, potrete fare giochi come “l’aeroplanino”, sollevandolo e sostenendolo unicamente per i fianchi. Un’alternativa è appoggiarlo sulle gambe flesse e muoverlo su e giù.

Così facendo lo aiuterete a rinforzare tutto il corpo. In questo modo svilupperà una maggiore capacità di gattonamento ed esplorazione.

Ricordate che è consigliabile svolgere queste attività con il vostro bambino quotidianamente. Questo è il modo migliore di aiutarlo e di contribuire al suo sviluppo.