I migliori giorni per restare incinta

· 24 settembre 2017

Se desiderate avere un figlio e ancora non sapete quali sono i migliori giorni per restare incinta, il vostro stesso corpo ve lo indicherà.

Dopo che il corpo ha completato la trasformazione da bambina a donna, il ciclo riproduttivo comincia in modo permanente e ininterrotto (in condizioni normali), così che siamo pronte a generare una vita in qualsiasi momento.

Alcuni fattori, tuttavia, possono ostacolare la possibilità che una gravidanza si verifichi in maniera corretta. Sono dovuti ad anomalie presenti in alcune donne, a causa della menopausa o per aver perso il prezioso calcolo della fertilità e per agire nella maniera sbagliata.

Quali sono i migliori giorni per restare incinta?

I migliori giorni per restare incinta sono quelli in cui siamo sicure di desiderare quel bambino e siamo preparate per una gravidanza sana.

Non prendere decisioni affrettate e non curarsi di fattori esterni garantisce che il bambino arriverà al momento giusto. Un altro aspetto importante è essere preparate e conoscere il nostro corpo alla perfezione, con fiducia e onestà nei confronti di noi stesse.

Ecco cosa dovete sapere per individuare i giorni ideali per aumentare le possibilità di restare incinte:

  1. Il ciclo mestruale è determinante per effettuare i calcoli. Se non lo avete fatto, ricordate di cominciare a tenere un calendario personale. Questo ciclo di 28 giorni circa, nonostante si ripeta di continuo, ha le proprie fasi e delle irregolarità.

Ad esempio, tra il primo e il decimo giorno dopo le mestruazioni non ci sono molte probabilità di gravidanza, perché il corpo si trova nella fase di formazione del prossimo ovulo.

  1. Sebbene l’ovulo venga liberato in un giorno specifico, ciò non significa che quello sia l’unico giorno in cui può essere fecondato. L’ovulazione avviene tra il dodicesimo e il diciassettesimo giorno dopo le mestruazioni.

Tuttavia, in quel giorno preciso il vostro corpo vi indicherà che si sta verificando il processo ovulatorio. Lo farà con un leggero aumento della temperatura, il muco cervicale e altri sintomi riconoscibili.

  1. Se per qualche motivo pensate di aver perso l’opportunità di restare incinte in questo ciclo, ricordate che gli spermatozoi possono rimanere in attesa dell’ovulo fino a 72 ore, se non è ancora stato rilasciato.

Può anche accadere che l’ovulo rilasciato resti in attesa di essere fecondato anche per più di 48 ore. Se ciò non accade in questo periodo di tempo, inizierà a viaggiare verso l’utero, sua ultima destinazione.

I migliori giorni per restare incinta dopo aver abbandonato la pillola.

  1. In molti casi i periodi di attesa tra l’ovulo e gli spermatozoi possono variare. Per questo a volte si verificano gravidanze al di fuori dal periodo previsto.

Per cercare di rimanere incinte, la raccomandazione è  di avere fiducia, dimenticare ansia di rimanere incinta ed essere molto decise.

Come aumentare le possibilità di una gravidanza

Ora che sapete quali sintomi indicano che siete nei giorni fertili potete mettervi d’impegno per raggiungere il vostro obiettivo. Fate molta attenzione ai seguenti aspetti:

  • Il calcolo dei giorni fertili non è del tutto preciso, perché il ciclo mestruale può variare; cioè, anche se fondamentalmente è di 28 giorni, di fatto la media è dai 26 ai 32 giorni.
  • Alcuni dei sintomi presenti nei giorni più fertili possono essere confusi con alcuni cambiamenti dovuti a stato febbrile, stress o uso di farmaci. Pertanto, anche se i segnali possono essere gli stessi, l’origine può essere un’altra.
donna-felice-con-test-di-gravidanza

  • Essere rilassate, in comunicazione e in armonia con il partner, può determinare l’efficienza della routine per concepire un bambino. Evitate che la ricerca del giorno perfetto per concepire pregiudichi la vostra vita sessuale e le vostre attività sociali.
  • Non bisogna essere ossessionate dal calcolatore dei giorni fertili, poiché non è del tutto preciso, il che può danneggiarvi emotivamente se non riuscite ad ottenere risultati immediati.
  • Molti fattori esterni contribuiscono a migliorare la fertilità, come una buona alimentazione e il ricordo ad abitudini di vita salutari. Ciò è sempre legato all’equilibrio emotivo e alla disposizione mentale per realizzare cambiamenti importanti.