Migliori posizioni per allattare il neonato: quali sono?

Molte tra le migliori posizioni per allattare il neonato sono veramente semplici; bisogna solo controllare che il piccolo stia succhiando il latte correttamente.

Per le donne che diventano madri per la prima volta è una bella sfida capire come allattare il loro piccolo. Per questo, se vi trovate in questa situazione, vi servirà sicuramente sapere quali sono le migliori posizioni per allattare il neonato.

Ci sono diverse posizioni per allattare il neonato che sono comode per voi e per il vostro piccolo. In questo articolo vi spiegheremo da come posizionarlo a come dovete sedervi per nutrirlo.

Le 4 migliori posizioni per allattare il neonato

Esistono diversi tipi di posizioni; quella che sceglierete dipenderà dal vostro stato fisico e da come vi sentirete più comode nell’allattarlo. Per di più, potrete variare la posizione del bambino, in modo che anche lui si senta a suo agio.

Indipendentemente dalla posizione che scegliete, controllate che il bambino afferri bene il seno in modo da succhiare nel modo corretto. Ad esempio, la bocca deve essere aperta, con la lingua che regge il capezzolo da sotto e le labbra all’infuori. Inoltre, sia il mento che il naso devono toccare il seno.

Posizione ventrale o biologica

È la posizione più comune in qualsiasi mammifero; è anche ottima per gli esseri umani, in modo che il neonato possa cercare da sé il seno e possa spostarsi all’altro quando lo crede necessario.

Per questa posizione dovete essere con la schiena distesa o semi-sdraiata. Mettete il bambino su di voi, sdraiato a pancia in giù e con la testa tra i vostri seni. Dal momento che il bambino rimane con tutto il corpo a contatto con il vostro, non è necessario che lo sosteniate, dovete solo tenerlo d’occhio.

Posizione del bambino sdraiato

Posizione della madre seduta

Quando la madre rimane seduta o semi-seduta, esistono varie opzioni per posizionare il neonato. Tra queste ci sono:

  • Il bambino sdraiato. La madre si siete e mantiene la schiena eretta, nel frattempo sostiene il bambino rivolto verso un seno e con i piedi posizionati verso l’altro seno. Se il piccolo rifiuta la posizione in uno dei seni, mettetegli i piedi verso il lato opposto, perché magari sente che sta prendendo il latte dal seno che lui accetta.
  • Stile pallone da rugby. È quando il neonato è sdraiato a pancia in su succhiando il seno, con il corpo che passa sotto al braccio della madre e i piedi verso la sua schiena. Questa è, senza alcun dubbio, una delle migliori posizioni per allattare il neonato. Soprattutto se avete partorito con un cesareo, perché così il bambino non farà pressione sulla ferita. Inoltre, in questa posizione è possibile svuotare bene i dotti del seno ed evitare ostruzioni da ritenzione di latte.
  • In verticale o come un cavalluccio. Per questa posizione, la madre si siete e mette il piccolo seduto su una delle sue gambe. In questo modo, lui rimane in posizione verticale. Questa posizione favorisce il contatto visivo ed evita che al bambino vada il latte di traverso quando succhia molto velocemente. Perciò è consigliabile che il capezzolo punti verso l’alto, in modo che una buona parte del seno rimanga sotto e il neonato possa reggersi.

Posizione sdraiata di lato

In questa posizione, il neonato si sdraia sul letto e rimane steso sul vostro lato. In questo modo potete riposare mentre lo allattate.

Anche questa è una delle migliori posizioni per allattare il neonato. Ad esempio quando è già molto pesante, o quando soffrite dei fastidi del parto. Questa posizione può essere adottata con i piedi del bambino verso la vostra testa o verso la vostra pancia.

“La posizione che la madre sceglierà dipenderà dal suo stato fisico e da come si sentirà più comoda nell’allattare il suo bambino.”

Posizione a quattro zampe

Anche se non è molto usuale, è una buona opzione quando la madre soffre di mastite acuta, perché così si facilita lo svuotamento dei dotti. Per arrivare a questa posizione, dovete posizionare il bambino a pancia in su e mettervi in ginocchio con le gambe vicino alla sua testa. Dopodiché, vi chinate verso di lui e gli avvicinate il seno alla bocca.

Neonato prende il latte dalla mamma

Cosa dovete tenere a mente al momento di allattare il neonato?

È importante che vi prepariate e che teniate sotto mano varie cose di cui avrete bisogno, dal momento che le ore che passerete allattando saranno molte. Alcune tra le cose che dovrete avere vicino sono:

  • Una buona poltrona su cui allattarlo.
  • Cuscini per riposare le braccia mentre sostenete il bambino e anche altri per la zona cervicale e lombare, così come per la zona in cui si piegano le ginocchia.
  • Libri da leggere, fazzoletti, un bicchiere d’acqua e altre cose che potreste desiderare, perché non dobbiate alzarvi ad ogni momento.

Infine, ora che avete ampliato il ventaglio di quelle che sono le migliori posizioni per allattare il neonato, potete utilizzare quella che preferite o in cui entrambi vi sentite più comodi. E, come ultimo punto, considerate che l’allattamento è un perfetto legame d’amore, che renderà felice, forte e sano vostro figlio.

Guarda anche