5 consigli per le prime settimane da neomamma

· 24 Gennaio 2018

Siete appena diventate mamme e vi siete rese conto già da subito che le cose non sono come ve le eravate immaginate. Anche se siete molto felici di tenere il vostro bambino tra le braccia, vi sentite stanche e un po’ depresse. Ecco allora cinque consigli per queste prime settimane da neomamme. Sicuramente vi serviranno.

All’improvviso pensate che sia molto complicato adattarvi a questa nuova vita. Questi cinque consigli cadono proprio a fagiolo: vi aiuteranno a vivere serenamente le prime settimane di maternità. Ricordatevi che nessuna nasce sapendo già come essere madre, ma di certo il vostro istinto materno vi aiuterà a capire che cosa fare in ogni momento.

Consigli per le prime settimane

I consigli dei famigliari e degli amici ci faranno comodo quando dovremo superare piccoli contrattempi. Potete anche mettervi in contatto con altre mamme conosciute al corso di preparazione al parto o che hanno formato un gruppo di mamme. Di sicuro vi sarà utile confrontare le vostre esperienze e condividere dubbi e domande.

Da parte nostra, vorremmo offrirvi cinque consigli per le prime settimane. Sicuramente vi saranno d’aiuto.

Dormite

Uno dei suggerimenti più importanti per le prime settimane è dormire quanto lo fa il vostro bambino. Se non lo farete, presto comincerete a sentirvi stanche, perché è difficile riposare se ogni tre ore dovete dargli da mangiare, cambiargli il pannolino, fargli fare il ruttino, farlo dormire. All’inizio vi risulterà scomodo dormire a qualsiasi ora, ma presto sarà il vostro corpo a chiedervi di farlo. Immaginatelo come una batteria che ha bisogno di essere ricaricata ogni tre ore. Dormire è molto importante per recuperare in poco tempo.  

Non preoccupatevi se vi sentite tristi

È normale che una neomamma si senta triste nelle prime settimane dopo il parto. È una conseguenza degli sbalzi ormonali e passerà presto. Poi tornerete a essere quelle di prima.

Se sentite continuamente il bisogno di piangere o se credete di non farcela, non vi preoccupate, è normale. Se invece il periodo di tristezza si prolunga troppo, vi consigliamo di consultare il vostro medico o uno psicologo.

mamma e figlio

Non esauritevi: chiedete aiuto

Durante le prime settimane i genitori vivono una vera e propria maratona: allattamento, biberon, vestitini da lavare, sonno, coliche… A volte sono così stanchi che non sanno come fare a riposare e sbrigare tutte le faccende domestiche. E la situazione si complica se oltre al neonato ci sono anche dei fratellini che richiedono attenzioni e aiuto.

Non esitate a rivolgervi a famigliari o amici fidati per far fronte agli impegni fissi.  Di sicuro saranno disponibili a farvi la spesa, a comprare qualche medicina o ad andare a prendere il fratellino all’asilo. Siete appena diventate madri e avete bisogno di qualcuno che si prenda cura di voi e vi aiuti. 

Non esitate neanche  a rinviare una visita non vi sentite in forma o se pensate che non sia il momento più adatto. È normale che i famigliari e gli amici vogliano conoscere il bambino, ma nelle prime settimane sarete stanche morte.

Non preoccupatevi del peso

È molto difficile perdere peso e tornare a essere come prima del parto nelle prime settimane. Vi consigliamo di perdere peso poco a poco nei mesi successivi al parto.

Inoltre, non è una buona idea mettersi a dieta adesso, perché nelle prime settimane dovete riprendervi fisicamente dal parto e mantenere una dieta sana. La cosa migliore è adottare il prima possibile delle sane abitudini alimentari.

passeggiata con il bambino

È consigliabile anche fare esercizio fisico nei mesi successivi al parto. Potreste cominciare col fare una passeggiata tutte le mattine o tutti i pomeriggio con il bambino. È un’ottima idea per riprendervi.  Non farà bene solo alla linea, ma vi aiuterà a rilassarvi e a godervi la maternità.

Godetevi il vostro bambino

Ricordate che non vi capiteranno più momenti come queste prime settimane con il vostro bambino.  Sfruttatele al massimo. Dategli tutto l’affetto che potete e godetevi i suoi riposini, i suoi sorrisi, i suoi sguardi e i suoi sbadigli… Non dimenticatelo: è uno dei momenti più belli della vostra vita. Assaporatelo.