7 ricette Baby Led Weaning per uno svezzamento partecipato

02 gennaio, 2020
Il Baby Led Weaning è diventato il metodo di introduzione degli alimenti per eccellenza. Per questo motivo, vi invitiamo a provare le ricette Baby Led Weaning che presentiamo in questo articolo.

L’introduzione degli alimenti inizia dopo i primi 6 mesi di ingestione esclusiva di latte materno. In passato gli omogeneizzati erano i pasti per eccellenza per lo svezzamento, ma dal 2003 sempre più famiglie optano per il Baby Led Weaning. A seguire potrete capire in cosa consiste e imparare alcune ricette Baby Led Weaning, molto varie tra loro.

Baby Led Weaning: un nuovo modo per introdurre gli alimenti

Questo metodo di svezzamento consiste nell’offrire al neonato gli alimenti a pezzetti così che possa prenderli con le mani. Sebbene si consigli di iniziare appena compiuti i sei mesi, bisogna valutare se è possibile farlo tenendo conto delle seguenti premesse:

  • Il bambino deve sedersi mantenendo la testa dritta.
  • Dovrà coordinare le mani, gli occhi e la bocca per poter vedere l’alimento, afferrarlo e mangiarlo.
  • Può ingoiare alimenti solidi senza sputarli.

Il vantaggio è che mangerà gli stessi cibi del resto della famiglia, evitando i prodotti pensati esclusivamente per neonati che in genere contengono zuccheri aggiunti. In questo modo, inoltre, la sua dieta sarà sana, varia e completa in quanto a nutrienti. Potrà persino regolare l’assunzione di cibo interrompendola quando si sente sazio e alla velocità che ritiene opportuna.

Può mangiare qualsiasi alimento?

In teoria sì, tranne gli alimenti che potrebbero favorire il soffocamento. In genere si tratta di cibi che non riesce ad afferrare bene con le mani fino ai 9 mesi per via della forma che hanno, dato che a quest’età non gli è ancora possibile realizzare la presa con pollice e indice. Ma prima di scoprire gli alimenti da evitare, è importante seguire alcune norme di sicurezza, quali:

  • Un adulto deve essere sempre presente per vigilare e agire il prima possibile in presenza di un qualsiasi segnale d’allerta.
  • Evitare qualsivoglia tipo di distrazione, come la televisione, i giochi, etc.
  • Il neonato deve stare seduto, né inclinato né sdraiato.
  • Nessuno deve introdurgli gli alimenti in bocca, deve farlo da solo.
Neonato che mangia secondo il baby led weaning

Detto ciò, gli alimenti che non bisogna offrirgli sono:

  • La frutta secca intera (noci, mandorle, nocciole, pistacchi, noci brasiliane,…), i semi e le arachidi prima dei 3 anni. Può tuttavia assumerli sbriciolati o frullati, come una crema da ungere sul pane o da includere in una ricetta.
  • Le caramelle, dure e morbide, sono vietate fino ai 5 anni poiché vengono ingerite in un sol boccone e il neonato non ha sviluppato ancora del tutto la capacità di ingoiare e masticare; di conseguenza, aumenta il rischio di aspirazione.
  • Gli alimenti rotondi interi, come i ceci, i piselli, le ciliege, i frutti di bosco, le olive e l’uva. Alcuni, per di più, contengono il nocciolo che bisognerà eliminare previamente per poi triturare e tagliare a pezzi il frutto in questione.
  • Salsiccia e wurstel, poiché le loro dimensioni sono simili alle vie aeree del bambino.
  • Alimenti duri come le carote e le mele crude o i popcorn.
  • Fette biscottate, cracker e grissini.
  • Gli ortaggi crudi, come il peperone, la cipolla, il sedano, etc.

Ricette Baby Led Weaning

Tenendo a mente quanto visto finora, cerchiamo di metterlo in pratica con alcune ricette salutari ricche di nutrienti.

Ricette a base di verdure

1. Dadi di zucchine speziati

Ingredienti

  • Zucchine
  • Rosmarino
  • Pepe
  • Olio extra vergine d’oliva

Preparazione

Prima di tutto, lavate le zucchine e tagliatele a dadi. Mettetele in una teglia con l’olio e le spezie. Cuocetele in forno a 180ºC per 40-45 minuti finché non si ammorbidiscono.

 2. Bocconcini di zucca con paté di olive

Ingredienti

  • Zucca
  • 250 grammi di olive nere
  • 40 ml di olio extra vergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • Prezzemolo

Preparazione

Sbucciate e rimuovete i semi della zucca. Tagliatela a fettine sottili e cucinatele su entrambi i lati in una padella. Nel frattempo, frullate le olive nere insieme all’olio e al resto degli ingredienti. In seguito, ungete la zucca con il paté di olive.

Ricette a base di legumi

I legumi costituiscono la principale fonte di proteine vegetali, soprattutto per i bambini vegetariani e vegani. Si tratta anche di una fonte di ferro sebbene l’assorbimento sia minore per la presenza di fitati.

È tuttavia possibile inattivarli e migliorare il grado di assorbimento di ferro mettendoli ammollo, cuocendoli o facendoli germinare. Lo stesso vale se li accompagniamo ai peperoni o un agrume (arancia, mandarino, pompelmo, ananas e kiwi), e in generale agli alimenti ricchi di vitamina C.

3. Hummus di carote 

Ingredienti

  • 2oo g di ceci o qualsiasi legume da cuocere
  • 150 g di carote
  • 1 cucchiaio da tavola di tahina (crema di sesamo)
  • Olio
  • Cumino (facoltativo)
  • Sale
  • Peperoncino

Preparazione

Frullate tutti gli ingredienti aggiungendo l’olio poco per volta fino a ottenere una consistenza cremosa.

4. Vellutata di piselli e yogurt

Ingredienti

  • 300 g di piselli
  • 600 ml di brodo di verdure
  • 1 yogurt naturale
  • Foglie di menta a piacere
  • Olio

Preparazione

Fate cuocere i piselli in una pentola. Poi frullateli con il resto degli ingredienti. Alla fine potete aggiungere un filo d’olio extra vergine d’oliva e qualche pezzettino di prosciutto.

Il pesce non può mancare!

5. Polpette di merluzzo e patata americana

Ingredienti

  • 2oo g di merluzzo
  • 1 patata americana di media grandezza
  • Olio d’oliva extra vergine

Preparazione

Prima di tutto, infornate la patata americana a 180ºC per 35-40 minuti. Trascorso questo tempo, verificate che sia ben cotta introducendo la punta del coltello. Poi mettetela da parte. A seguire, fate bollire il merluzzo per 5 minuti. Mettete la patata americana in una ciotola e schiacciatela con la forchetta.

Lo svezzamento del bambino

Togliete le spine e la pelle del pesce e unitelo alla patata americana finché non si amalgamano per bene. Aggiungete un po’ d’olio. A questo punto prendete poca quantità del preparato e formate delle palline. Doratele in padella con olio per evitare che si attacchino.

Ricette Baby Led Weaning a base di frutta fresca e secca

6. Frullato di banana e arachidi

Ingredienti

  • 1 cucchiaio da tavola di crema di arachidi
  • 1-2 banane di media grandezza
  • 1 bicchiere di latte o bevanda vegetale, tranne di riso
  • Cannella in polvere

Preparazione

Unite tutti gli ingredienti, fatta eccezione per la cannella, e frullateli. Aggiungete il tocco finale con la cannella in polvere.

7. Energy balls

Per dare ai bambini energie a sufficienza per continuare a giocare.

Ingredienti

  • 6 datteri
  • 1 cucchiaio di crema di anacardi o arachidi
  • 100 g di noci tritate
  • Cacao in polvere senza zuccheri aggiunti
  • Olio di cocco liquido (facoltativo)

Preparazione

Per prima cosa, mettete i datteri ammollo. Poi, eliminate il  nocciolo. Unite tutti gli ingredienti in un recipiente e frullateli. Se si frullano con difficoltà, aggiungete un po’ di olio di cocco. Infine, formate delle palline e passatele nel cacao.

Come potete vedere, il Baby Led Weaning è del tutto sicuro e richiede solo un po’ di immaginazione per presentare i piatti. I vostri bambini non solo impareranno a mangiare sano, ma li aiuterete anche a sviluppare le loro abilità motorie e a capire l’importanza di mangiare in famiglia.

Recomendaciones para la alimentación saludable en la primera infancia (de 0 a 3 años). Agencia de Salut Pública de Cataluña.

Dogan E, Yilmaz G, Caylan N, Turgut M, Gokcay G, Oguz M. Babyled complementary feeding: Randomized controlled study. (2018). Pediatr Int, 60(12): 1073-80.

Grueger, B; Canadian Pediatric Society and Community Paediatrics Commitee.  (2013). Paediatr Child Health, 18(4): 210.

Cameron, S. L; Heath, A. M and Taylor, R. W. (2012). How Feasible Is Baby-Led Weaning as an Approach to Infant Feeding? A Review of the Evidence. Nutrients, 4: 1575-1609.

Wright, C; Cameron, K; Tsiaka, M and Parkinson, K. (2011). Is baby-led weaning feasible? When do babies first reach out for and eat finger foods? Maternal and Child Nutrition, 7:27-33.

Lidia Folgar. Aprender a comer solo (2017). 2ªEd, España. Arcopress.

Juan Llorca y Melisa Gómez. Sin dientes y a bocados. (2018). Editorial Vergara.