Bisogna svegliare il bambino per cambiargli il pannolino?

· 22 Ottobre 2017

Di giorno o di notte, bisogna svegliare il bambino per cambiargli il pannolino.  È sempre molto importante cambiarlo in tempo per evitare irritazioni che potrebbero diventare complicate. La frequenza di questa azione dipenderà da diversi fattori, tra cui l’età e il cibo che mangia.

In base all’età, ci sono ragioni diverse ma forti motivi per svegliarlo di giorno o notte. Inoltre è molto probabile che sia il bambino stesso a far capire che è necessario cambiargli il pannolino.

Rimanendo a lungo con un pannolino sporco un bambino può avere ustioni o arrossamenti della pelle, spesso accompagnati da dermatiti o infezioni. Indipendentemente dalla qualità del pannolino e dalla sua comodità, è fondamentale essere consapevoli che ogni bambino è diverso.

Bisogna svegliare il bambino per cambiargli il pannolino?

Quando è un neonato

Se è un neonato, il pannolino va cambiato più spesso. Lo stomaco del neonato è molto piccolo e il suo sistema digerente si sta sviluppando. Processa i cibi lentamente, ma scarta rapidamente quello che ha assimilato della sua alimentazione, che di solito è il latte materno.

D’altra parte, mangia solitamente ogni due o tre ore: volte durante il giorno e di circa tre volte di notte. È necessario essere attenti dopo avergli dato da mangiare, perché è comune che espellano rapidamente, quindi è consigliabile stimolarli per evitare l’ostruzione intestinale o l’accumulo di gas.

Allo stesso modo è possibile che il freddo che sente (nel pancione della mamma la temperatura è diversa) lo faccia urinare più spesso. Ciò significa che anche svestirlo per cambiarlo gli provoca il bisogno di urinare, quindi non sorprendetevi se fa la pipì mentre lo cambiate.

Se è un bambino più grande

Crescendo, diminuisce il numero di volte in cui bisogna cambiargli il pannolino. Ma l’urina è più abbondante e sentirsi bagnato gli dà fastidio: il pianto è il suo modo per dimostrarlo e il suo meccanismo di difesa. Perciò è consigliabile riconoscere quando il pianto del bambino ci dice che è necessario cambiare il pannolino.

Di solito i bambini cominciano ad espellere facilmente nel momento in cui imparano a gattonare, grazie alla mobilità alle gambe, che favorisce il transito intestinale. Ciò implica una maggiore frequenza durante il giorno. Tuttavia ci sono bambini che richiedono almeno un cambio del pannolino a notte, che dipende anche molto dall’alimentazione che ricevono.

Si deve svegliare il bambino per cambiargli il pannolino?

L’attenzione al pannolino dovrebbe essere la stessa durante il giorno come durante la notte, e a qualsiasi età. Tuttavia, ogni fase ha le proprie condizioni e vantaggi.

  • I neonati necessitano costantemente che si cambi loro il pannolino, ma il loro sonno è piuttosto irregolare. Svegliare il bambino per cambiargli il pannolino durante il giorno determinerà le sue abitudini di sonno. Facendolo in maniera corretta programmeremo il sonno di notte.
  • Per i bambini in fase di crescita è importante per formare le abitudini di pulizia. In futuro, diventerà uno strumento per formarlo e aiutarlo a iniziare a controllare gli sfinteri.

Il sonno del bambino e il cambio del pannolino

Molti bambini dormono molto durante il giorno e meno di notte,  anche se ogni bambino è diverso. Questo fenomeno è dovuto al fatto che il bambino non ha ancora stabilito i suoi ritmi di sonno, perché è un programma invertito che è abituale nel grembo materno.

Per evitare che il cambiamento di programma sia drastico, è consigliabile adattare gradualmente il bambino ai suoni del giorno, alla luce del sole e alle abitudini diurne. Se ha bisogno di cambiare il pannolino durante il sonno diurno, possiamo approfittarne per svegliarlo con la musica, facendogli un bagno o dandogli da mangiare.