15 consigli per neomamme che vi saranno utili

17 marzo, 2020
Diventare mamma per la prima volta può provocare dubbi e incertezze. Commettere qualche errore è del tutto normale. Ecco perché sono così utili i seguenti consigli per neomamme.
 

Essere mamma non è un compito affatto semplice; se siamo alla nostra prima esperienza, poi, il lavoro si presenta molto più difficile. Acquisiamo la nostra esperienza un po’ alla volta, attraverso errori e successi. In sostanza, è l’esperienza stessa a offrirci le conoscenze di cui abbiamo bisogno. Ecco perché i consigli per neomamme possono risultare così utili.

Quando veniamo a sapere che saremo mamme per la prima volta, siamo colte da una certa dose di paura. Si tratta di una reazione del tutto normale, proprio perché si tratta di un’esperienza che ci è ancora sconosciuta.

Leggere qualche consiglio non fa mai male. Molti possono contribuire a renderci il compito più semplice, soprattutto in questa epoca, nella quale Internet ci offre una grande mole di informazioni in merito a ciò di cui abbiamo bisogno.

“Quando teniamo tra le braccia un neonato, stiamo contemplando il miracolo della vita”.

– M. J. Márquez –

Se anche voi siete tra queste neomamme, i consigli che seguono vi saranno molto utili. È importante sottolineare che i consigli sono solamente dei suggerimenti e non costituiscono né prescrizioni né regole da seguire rigorosamente. Questi consigli hanno l’unico scopo di offrivi una guida, in modo che acquisiate voi stesse la capacità di prendere le vostre decisioni.

Consigli per neomamme

Fin dal primo istante in cui venite a sapere di essere incinte, è importante che vi rivolgiate al vostro medico. Non affrontare una gravidanza senza il supporto necessario è il più importante tra i consigli per neomamme.

 
  1. Non appena ricevete la notizia, consultate il vostro medico.
  2. Contate le settimane trascorse dal primo giorno delle vostre ultime mestruazioni. A volte ci è molto difficile contare le settimane a partire dalle quali siamo rimaste incinte. Potete quindi iniziare il calcolo dal primo giorno della vostra ultima mestruazione.
  3. Sentirete il bebè tra la 18a e la 20a settimana di gravidanza. La prima cosa che sentirete sarà un solletico o un formicolio.
    i consigli per neomamme possono aiutarci a prenderci meglio cura del nostro bebè
  4. Dovete fare attenzione a eventuali sintomi anomali manifestati dal vostro corpo. Se presentate un’emorragia abbondante, febbre superiore a 38° o un dolore addominale molto forte, è bene che vi rivolgiate al vostro medico.
  5. Le contrazioni sono un sintomo molto forte che indica che state per partorire. Si tratta di un dolore addominale o lombare che tende a crescere con forza.
  6. Effettuare dei viaggi è possibile. Naturalmente, a meno che non si tratti di una gravidanza a rischio.
  7. Sì: durante la gravidanza, potete fare esercizio. Potete praticare senza alcun problema alcune attività fisiche.
  8. Durante la gestazione potete avere rapporti sessuali. Sempre a patto che la vostra non sia una gravidanza a rischio.
  9. I cambiamenti di umore sono un fenomeno del tutto naturale, in gravidanza. Ricordate che il vostro corpo è sottoposto a un gran numero di alterazioni, così come i vostri ormoni.
  10. Documentate la gravidanza. Le foto e i video non possono assolutamente mancare. Si tratta di un’esperienza unica che vale pena ricordare.
  11. Cercate di tenervi sempre informate. Parlate con altre madri o fate ricerche su Internet: in questo modo potrete acquisire maggiori conoscenze sull’argomento.
  12. Appoggiatevi al vostro partner, ai familiari o agli amici. Sono persone che vi sosterranno in ogni momento: raccontate loro le vostre preoccupazioni.
  13. Cercate di dormire quando lo fa anche il bebè. In questo modo potrete ricaricare le vostre energie, che vi saranno preziose per occuparvi di lui.
  14. Cercate di non esagerare, anche per quanto riguarda le visite che ricevete. I primi giorni saranno i più difficili, perché starete attraversando un cambiamento radicale e vi sentirete particolarmente stanche. Cercate di non esagerare con le visite.
  15. Non tormentatevi a causa del vostro peso. All’inizio sarà difficile perdere quei chili di troppo. Iniziate mangiando cibo sano e facendo delle passeggiate al mattino.
 

Gli errori più comuni che commettono le neomamme

In una fase che comporta cambiamenti così radicali, tutte noi possiamo commettere degli errori. Non c’è alcuna ragione per affliggersi: si tratta di cose che possono capitare. Per questo motivo, elenchiamo di seguito gli errori più comuni che ci accade di commettere:

  • Coprire troppo il bebè. I neonati si raffreddano spesso, ma, se li copriamo troppo, possiamo farli sudare molto. Bisogna evitare di far sudare il piccolo, perché è stato provato che questo fenomeno potrebbe provocare asfissia o morte istantanea.
i consigli per neomamme possono rendere molto più semplice svolgere questo ruolo

  • Fare il bagno al bebè tutti i giorni. I pediatri consigliano di fare il bagno al bebè tra le due e le tre volte a settimana. Sarà più che sufficiente: cercate di non farlo troppo spesso.
  • Lasciar piangere il bebè. Anche se alcune teorie affermano che lasciar piangere il bebè rappresenta il comportamento corretto da adottare, in realtà non è così. Quando il bambino piange, dobbiamo immediatamente prenderlo in braccio e consolarlo.
  • Cambiare il seno prima che abbia finito di poppare. Per cambiare seno al bebè dovete prima attendere che abbia finito.
  • Prestare sempre ascolto alla nonna. La nonna possiede una grande esperienza ed è molto informata sull’argomento, ma è importante che prendiate in considerazione anche l’opinione del vostro pediatra.
 

È normale che vi sentiate frustrate perché avete commesso qualche errore con il vostro primo bebè? Sì. Ciò che è davvero importante, però, è che vi teniate costantemente in contatto con altre madri dotate di maggiore esperienza, in grado di orientarvi nella vostra prima gravidanza. Ricordate che anche loro devono aver commesso qualche errore, proprio come voi, e, grazie al loro apprendimento, sono riuscite a migliorare notevolmente.