Come scegliere le scarpe per il bambino

12 Ottobre 2019
Ecco alcuni consigli per scegliere le scarpe giuste per il vostro bambino. Basta acquisti inutili!

Oggi si tende a comprare sempre più presto le scarpe per i bambini, ma quando è giusto indossarle? E come scegliere le scarpe giuste per il vostro bambino?

Meglio scalzi!

Molti studi hanno scientificamente dimostrato che i bambini a piedi nudi sono più intelligenti e, soprattutto, molto più felici.

Dal punto di vista dello sviluppo neurologico e della sensibilità tattile, i piedi del neonato hanno una sensibilità molto più acuta di quella della mano fino a otto o nove mesi.

Pertanto, durante i primi mesi i piedi hanno una funzione essenziale:

  • Informano il bambino sul mondo esterno.
  • Toccare tutto con i piedi.
  • Toccare con mani e piedi allo stesso tempo.
  • Portare i piedi alla bocca, dove le terminazioni nervose sensibili sono maggiori.

Inoltre, il fatto di far indossare continuamente le scarpe ai bambini li priva di informazioni tattili. Anche la percezione della posizione e del movimento dei piedi rispetto allo spazio gioca un ruolo importante nel sistema nervoso centrale.

Piedini
Le scarpe ideali per i primi passi

Ancora una volta vale la pena insistere sul fatto che, quando possibile, i vostri figli dovrebbero andare a piedi nudi. Il fatto di mantenere il piede scalzo sulle superfici contribuisce allo sviluppo muscolare.

Le calzature durante i primi passi inibiscono le sensazioni, inoltre aggiungono un peso eccessivo ai piedi impedendo loro di muoversi liberamente. Ciò spiega perché i bambini, quando hanno un maggiore controllo del proprio corpo, si tolgono continuamente le scarpe.

Tuttavia, le calzature diventano necessarie quando usciamo fuori di casa e quando c’è freddo. Pertanto, quando iniziano a muovere i primi passi, le scarpe ideale per i bambini sono quelle che forniscono loro equilibrio e stabilità, unendo sostegno e flessibilità.

Educare un bambino significa essenzialmente insegnargli a fare a meno di voi.

-Ruskin-

Alcuni consigli per scegliere le scarpe per il bambino

  • Non bisogna mai usare le scarpe di seconda mano, poiché ogni bambino ha la sua impronta.
  • Non comprare scarpe per bambini senza provarle.
  • Se si tratta delle loro prime scarpe, è importante provarle, poiché ogni produttore utilizza un design specifico e le dimensioni possono differire l’una dall’altra.
  • Se le acquistate online, è molto difficile sapere se ci sono cuciture nascoste che possono danneggiare i piedi del bambino.
  • È sempre meglio che il bambino provi le scarpe camminandoci un po’, prima di fare la scelta e l’acquisto.
  • Osservare i movimenti e la postura che il bambino adotta quando cammina e continuate a farlo anche nel tempo.

Primi passi
Come scegliere le scarpe per il vostro bambino

La scarpa dovrebbe arrivare fino al malleolo, che sono le ossa laterali della caviglia.

Nel caso degli stivaletti, devono essere abbastanza flessibili da consentire il movimento completo dell’articolazione della caviglia.

Quando decidete di scegliere le scarpe per il vostro bambino, tenete a mente i seguenti suggerimenti:

  • La soletta della scarpa deve essere piatta e flessibile.
  • Una scarpa sana è piatta e con pochissimo tacco, per favorire l’equilibrio e salvaguardare le gambe e le schiena.
  • Le calzature devono essere abbastanza larghe davanti, per consentire alle dita di aprirsi e muoversi liberamente.
  • Si consiglia di acquistare scarpe realizzate con materiali naturali che consentano la traspirazione, come la pelle.
  • Il modello più adatto è una scarpa morbida, che si allaccia bene al piede, con lacci o velcro sul collo del piede.
  • Infradito, zoccoli o ballerine non sono raccomandati perché la percezione che la scarpa esca ad ogni passo costringe le dita a fare un lavoro extra.
  • Pur avendo scelto le scarpe giuste, tenete presente che le scarpe dovrebbero essere utilizzate solo poche ore al giorno.
  • Si raccomanda che a casa i piedi siano liberi. Sarà sufficiente utilizzare una calza o una pantofola antiscivolo per stare a casa, se non ci sono controindicazioni.
  • La scarpa deve essere testata con le calze e assicurarsi che ci sia uno spazio tra 0,5 e 1,5 centimetri tra la punta più lunga e la scarpa. Premete la punta in alto per vedere se le dita si sfregano contro di essa: in tal caso, le calzature sono troppo piccole.
  • Il momento migliore per provare le calzature è alla fine della giornata, quando i piedi del bambino sono più gonfi. Si consiglia di alzarsi, in modo da portare il proprio peso su entrambi i piedi.
  • Non comprare mai una scarpa di un numero maggiore con l’obiettivo che il bambino possa usarla più a lungo.
  • Se la scarpa non è della giusta taglia potrebbe alterare il modo in cui cammina o creare vesciche.

Da ricordare

Le malattie più comuni dovute all’uso di calzature inadeguate vanno dalla deformità delle dita e delle unghie alla tendinite, al dolore alla pianta del piede e alle verruche dovute a materiali sintetici.

Quando i bambini realizzano i primi passi, è necessario eseguire controlli periodici per verificare che non vi siano complicazioni. Nel caso in cui ce ne fossero, adottare le misure necessarie in modo che non influisca su altre aree, come le ginocchia o la schiena.