Come capire se il neonato soffre di coliche

25 febbraio, 2020
Come potete capire se il vostro bebè soffre di coliche? Leggete questo articolo per conoscere i sintomi e le cause di questo problema così comune.
 

Le coliche del lattante rappresentano un male molto comune. Generalmente hanno inizio due settimane dopo la nascita oppure, nel caso dei bebè prematuri, una settimana dopo.

Si tratta di una condizione nella quale un bebè ben alimentato può arrivare a piangere per più di tre ore di seguito, tutti i giorni, per più di tre giorni alla settimana, per più di tre settimane.

Potete accorgervi facilmente se il vostro bebè soffre di coliche, perché a questa età i sintomi presentati sono molto evidenti. In primo luogo, il vostro bebè inizia a diventare rosso, piange, serra i pugni, inarca la schiena e solleva le ginocchia verso la pancia.

Anche se le coliche non rappresentano un pericolo per la sua salute, per il bebè sono molto dolorosePer questo piange senza sosta.

Se il vostro bebè piange senza riuscire a calmarsi e il suo pediatra ha già confermato che il suo stato di salute è buono, allora è probabile che stia soffrendo di questa condizione temporanea.

Le coliche sono molto dolorose e, generalmente, scompaiono quando il bebè raggiunge i tre o quattro mesi di età. Anche se il vostro bebè dovesse offrire di coliche, non allarmatevi. Continuerà ad alimentarsi e a guadagnare peso in maniera normale.

Fino a oggi, non è stata rilevata alcuna evidenza scientifica che indichi che le coliche possono esercitare effetti a lungo termine sulla salute del bebè.

La causa di così tante lacrime e dolore è dovuta al fatto che lo stomaco del bebè è ancora immaturo e sta ancora iniziando ad abituarsi all’alimentazione che riceve al di fuori del ventre materno. Proprio come accade agli adulti, i bebè possono soffrire di coliche che li riempiono di gas e provocano loro un forte fastidio e senso di disagio.

 
un pianto intenso è un possibile segnale della presenza di coliche

Segnali che indicano la presenza di coliche

  • Episodi di pianto inconsolabile. Un bebè che soffre di coliche piange tutti i giorni quasi alla stessa ora, di solito al pomeriggio o durante la notte. Gli episodi di colica possono presentare una durata che varia da diversi minuti a tre ore o più.
  • Pianto intenso. Il pianto provocato dalle coliche è pieno di angoscia e particolarmente intenso, e presenta una tonalità molto alta. Il viso del bebè può diventare notevolmente rosso e risulta particolarmente difficile consolare il piccolo.
  • Il pianto si verifica senza alcuna ragione apparente. È del tutto normale che i bebè piangano. Un neonato che piange può voler dire che ha bisogno di un cambio di pannolino o di essere alimentato, ma potrebbe anche significare che il piccolo ha freddo oppure troppo caldo. Quando invece il pianto si verifica senza alcuna ragione apparente, è molto probabile che sia causato dalle coliche.
  • Cambiamento di postura. Un bebè con le coliche può tenere i pugni serrati, le gambe sollevate verso il ventre e i muscoli addominali tesi.
un pianto privo di causa apparente potrebbe essere provocato dalle coliche
 

I genitori dovranno cercare di calmare il bebè con l’applicazione di massaggi delicati sul ventre, accompagnati da movimenti gentili delle gambe. Questo intervento contribuirà ad alleviare le coliche ed espellere i gas. Per quanto riguarda il pianto, è necessario portare pazienza.

Cause di questo problema

Nelle righe che seguono vengono elencate alcune delle cause che possono provocare le coliche nei bebè che hanno pochi giorni o mesi di vita.

  • Reflusso gastroesofageo. Il reflusso è una condizione nella quale il bambino presenta acidità di stomaco, a causa del latte e dell’acido gastrico che fluisce verso l’esofago.
  • Problemi digestivi. I problemi digestivi possono essere dovuti all’intolleranza alle proteine e al lattosio.
  • Un apparato digerente ancora non completamente sviluppato, al quale i muscoli dell’intestino provocano spasmi.
  • Presenza di gas (aria) nel tratto intestinale.
  • I livelli ormonali sono più alti del normale. Questi ormoni sono noti per provocare uno stato d’animo agitato o dolori di stomaco.
  • Intensa sensibilità agli stimoli ambientali, come, per esempio, la luce, i suoni, ecc.
  • Un sistema nervoso non ancora completamente sviluppato.
  • Temperatura troppo alta oppure troppo bassa.

Grazie a tutte queste informazioni, potrete capire facilmente se il vostro bebè soffre di coliche e agire così di conseguenza. Vi ricordiamo che il vostro bebè avrà bisogno di tutto il vostro affetto e di tutto l’amore del mondo per poter percepire la calma e la sicurezza di cui ha bisogno per trovare sollievo dal suo malessere.

 

Come sempre, è il vostro pediatra la persona in grado di offrirvi le migliori informazioni che vi metteranno in grado di aiutare il vostro piccolo.