I 10 sintomi più strani della gravidanza

Siete incinta e i vostri sintomi non sono quelli che vi aspettavate? Tranquille! Alcuni di loro sono meno comuni, ma altrettanto normali. Scoprite di più!
I 10 sintomi più strani della gravidanza

Ultimo aggiornamento: 22 ottobre, 2021

La gravidanza è caratterizzata da cambiamenti fisici nel corpo della madre, che si verificano come meccanismo di adattamento per accogliere una nuova vita. Alcuni di essi producono sintomi totalmente insospettabili durante la gravidanza. Volete conoscerli?

1. Rinite e altri strani sintomi della gravidanza

Conosciuto anche come raffreddore della donna incinta, è un quadro di congestione nasale prolungata che inizia nel primo trimestre e si risolve dopo il parto.

Si verifica a causa dell’azione vasodilatatrice degli estrogeni sulla mucosa nasale, che stimola le ghiandole a produrre più muco del solito. Di conseguenza, la donna incinta può avvertire una costante sensazione di ostruzione al naso e fastidio durante la respirazione.

rinite in gravidanza gravidanza allergia muco freddo congestione nasale soffio fazzoletto tessuto

2. Sanguinamento dal naso e dalle gengive

Come con la rinite, l’azione degli estrogeni sui vasi sanguigni aumenta il flusso di sangue alla mucosa nasale e orale. Ciò predispone il sanguinamento a verificarsi con un trauma minimo.

Nel caso del naso, questo sanguinamento è chiamato epistassi e sebbene possa essere fastidioso, è lieve e si attenua rapidamente. L’importante è sapere che questa emorragia non genera grossi rischi per la salute della mamma e del suo bambino.

D’altra parte, le gengive si infiammano all’inizio della gravidanza e sono particolarmente sensibili a traumi minori, come lo spazzolino da denti. Questo è noto come gengivite da gravidanza.

3. Pica tra gli strani sintomi della gravidanza

La pica è il desiderio di ingerire sostanze atipiche, come argilla, cemento, amido, dentifricio o ghiaccio. In alcuni casi, può essere un’indicazione di anemia sideropenica, ma non è l’unica causa.

Sebbene sia un sintomo comune al di fuori della gravidanza, può comparire durante la gravidanza e scomparire dopo la nascita.

Uno dei rischi più importanti di questa abitudine è il possibile avvelenamento da metalli pesanti, come il piombo. Questa sostanza è presente in alcune pitture su pareti in calcestruzzo.

4. Costipazione

I movimenti intestinali rallentano durante la gravidanza, principalmente nei primi due trimestri.

Gli estrogeni rilassano i muscoli della parete intestinale e aumentano il tempo di permanenza del cibo, con l’obiettivo naturale di favorire l’assorbimento dei micronutrienti. Allo stesso modo, provocano una riduzione della velocità di evacuazione e questo favorisce l’accumulo di feci dure e secche.

5. Eruttazione e gas tra gli strani sintomi della gravidanza

Anche lo stomaco ritarda il suo tempo di svuotamento e tende a dilatarsi più facilmente. Inoltre, anche le sue porte (chiamate sfinteri) si rilassano e questi due fattori combinati favoriscono la risalita del contenuto dello stomaco verso la bocca.

Man mano che l’utero cresce, la pressione esercitata sugli organi addominali peggiora ulteriormente questo fenomeno.

Come conseguenza del rallentamento intestinale, dalla fermentazione del cibo viene prodotta una grande quantità di gas, che cercano di fuoriuscire attraverso la bocca (eruttazione) o l’ano (gas).

6. Aumento della salivazione

Il tialismo è un sintomo raro della gravidanza ed è dovuto all’eccessivo aumento della salivazione, che può arrivare fino a 2 litri al giorno.

Sebbene non vi sia stato un netto aumento della produzione, si ritiene che questo fenomeno sia legato alle difficoltà di deglutizione sperimentate dalle donne in gravidanza con nausea.

Per migliorare il disagio, si consiglia di limitare l’assunzione di alimenti che contengono amido e alti livelli di zucchero.

7. Disturbi visivi

I cambiamenti oculari della gravidanza sono generalmente transitori, poiché l’effetto degli ormoni della gravidanza ispessisce lo strato più esterno dell’occhio: la cornea.

Questa modificazione oculare provoca difficoltà a vedere chiaramente (o acuità visiva) o a mettere a fuoco gli oggetti, come avviene nell’ipermetropia.

Tuttavia, l’improvvisa perdita della vista, la comparsa di lampi o la limitazione dell’ampiezza del campo visivo, dovrebbero far sospettare una patologia neurologica e richiedono una valutazione medica urgente.

8. Oscuramento della pelle

Durante la gravidanza, le aree della pelle normalmente pigmentate, come l’areola o la vulva, si scuriscono ancora di più.

Questo fenomeno si verifica anche in altre zone del corpo solitamente leggere, come il mento o le guance. Questo è il famoso cloasma o melasma della donna incinta e la sua causa è ancora incerta. Si ritiene che il progesterone sia responsabile, poiché con la diminuzione dei suoi livelli nel periodo post-partum, il sintomo si risolve.

9. Vene varicose vaginali tra gli strani sintomi della gravidanza

Le vene varicose nelle gambe si verificano a causa di molteplici fattori, tra cui l’età e la genetica. Ma durante la gravidanza, possono apparire a causa della compressione delle grandi vene addominali da parte dell’utero in crescita.

Allo stesso modo, alcune donne incinte soffrono di vene varicose vaginali che possono coincidere o meno con quelle delle gambe. Oltre a causare disagio estetico, provocano infiammazione nella zona genitale, prurito o dolore. E quando sono grandi, rischiano di rompersi e causare emorragie.

Per evitarle o curarle, si consiglia l’uso di collant compressivi al ginocchio.

10. Insonnia

insonnia gravidanza terzo trimestre gestazione donna difficoltà a conciliarsi mantenere il sonno

“La gravidanza provoca un aumento dei disturbi del sonno e cambiamenti rilevanti nel profilo e nel modello del sonno che persistono durante il periodo postpartum”

-Kathryn Lee-

L’American Academy of Sleep Medicine ha descritto uno specifico disturbo del sonno che inizia in gravidanza e può persistere dopo il parto.

È caratterizzato dalla presenza di insonnia o eccessiva sonnolenza e può essere associato a varie complicazioni della gravidanza, come l’ipertensione materna o il ritardo della crescita intrauterina fetale (Louis, 2010).

Le cause dell’insonnia in gravidanza sono i cambiamenti ormonali e il disagio fisico, come la crescita dell’addome.

Sebbene sia un sintomo comune, è importante consultare il proprio ostetrico per escludere condizioni di salute più gravi, come le apnee notturne.

Il corpo della madre si prepara all’arrivo del bambino

Sebbene molti di questi sintomi siano noti, sicuramente con alcuni sarete rimaste sorprese. In entrambi i casi, la ragione dell’essere è la stessa: il vostro corpo inizia a prepararvi alla maternità.

Da 9 mesi il nostro corpo perfetto si adatta alle esigenze di una nuova vita e questo ci insegna ogni giorno cosa significa prendersi cura di un bambino. Pertanto, cercate di ricordare che ogni cambiamento ha un significato nobile e che non è altro che l’adattamento naturale per vivere una nuova e imbattibile avventura. 

Potrebbe interessarti ...
Gravidanza senza sintomi: è normale?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Gravidanza senza sintomi: è normale?

Avere una gravidanza senza sintomi non significa necessariamente che c'è qualcosa che non va nelle condizioni di salute della madre o del bambino.



  • García penche-Santillán I et al.  Modificaciones fisiológicas de la mujer durante el embarazo. Capítulo 5. En: Gonzalez-Merlo J et al. Obstetricia. 7° Edición. Elsevier. España. Año 2018.
  • Antony K, et al. Fisiología Materna. Capítulo 3. En: Gabbe S et al. Obstetricia. Embarazos normales y de Riesgo. 7° Edición. Elsevier. España. Año 2019.
  • Atención prenatal. In: Cunningham F, et al. Williams Obstetricia. 25° Edición. McGraw-Hill. Año 2019.
  • Fathi R. Melasma. National Insittute of Heath USA – MedlinePlus. Año 2020. Disponible en: https://medlineplus.gov/spanish/ency/article/000836.htm
  • Lee KA, Zaffke ME, McEnany G. Parity and sleep patterns during and after pregnancy. Obstet Gynecol. 2000 Jan;95(1):14-8. doi: 10.1016/s0029-7844(99)00486-x. PMID: 10636494. Disponible en: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/10636494/
  • Ramos-E-Silva M, Martins NR, Kroumpouzos G. Oral and vulvovaginal changes in pregnancy. Clin Dermatol. 2016 May-Jun;34(3):353-8. doi: 10.1016/j.clindermatol.2016.02.007. Epub 2016 Mar 2. PMID: 27265073. Disponible en: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27265073/
  • Suzuki S, Igarashi M, Yamashita E, Satomi M. Ptyalism gravidarum. N Am J Med Sci. 2009 Nov;1(6):303-4. PMID: 22666711; PMCID: PMC3364630. Disponible en: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22666711/