Come ridurre l'edema alle gambe durante la gravidanza

21 febbraio, 2020
Muovere le gambe è un buon modo per alleggerire la pesantezza tipica della gravidanza, l'intorpidimento e quindi l'edema.
 

L’edema alle gambe durante la gravidanza è piuttosto comune, soprattutto durante il terzo trimestre, che è quando si verifica maggiormente. Tuttavia, ci sono donne che soffrono di gonfiore alle caviglie, ai piedi e alle mani già durante le prime settimane di gravidanza.

Questa patologia è causata dalla ritenzione idrica nel corpo e dallo scarso afflusso di sangue agli arti, causato dalla pressione dell’utero sulle vene. Sebbene questo problema non possa essere eliminato del tutto, esistono vari modi per alleviarlo. Vediamo insieme come ridurre l’edema alle gambe durante la gravidanza.

Come ridurre l’edema alle gambe in gravidanza

Evitare di mantenere la stessa posizione troppo a lungo tempo

Per ridurre l’edema delle gambe, evitare di mantenere la stessa posizione troppo a lungo tempo può essere utile. Infatti, le infiammazioni agli arti inferiori prevalgono e peggiorano quando si rimane nella stessa posizione, sia che stiate sedute o in piedi.

Per evitare che ciò accada, vi consigliamo di fermarvi e sedervi ad intervalli, camminare, fare qualcosa, tenersi occupate e poi sdraiarsi per un po’. Insomma, mantenere un equilibrio tra riposo e stasi, alternando l’una e l’altra postura.

Camminare è un ottimo rimedio contro l’edema alle gambe in gravidanza

Camminare è un esercizio eccellente per le donne in gravidanza. Finché il ginecologo lo consente, è bene fare delle piccole passeggiate. Infatti, questa attività fisica contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna.

 
Massaggi per edema


Massaggi anti edema alle gambe

I massaggi, specialmente alle gambe, stimolano i linfonodi e migliorano la circolazione del sangue. Questo processo terapeutico aiuta anche a ridurre i lividi e a sgonfiare le vene varicose, quindi è un altro modo per evitare l’edema alle gambe.

Alzare i piedi aiuta contro l’edema alle gambe

Quando vi sedete o vi coricate, posizionate i piedi sopra il bacino: questo migliora la circolazione sanguigna e riduce la pressione sulle gambe.

Mangiare il sale in modo sano

Il sale è importante per l’organismo umano perché fornisce iodio. La carenza di iodio durante la gravidanza può causare aumento di peso, aborto, depressione, nonché ritardo mentale e deformità nel feto.

Sentirsi grasse dura nove mesi, ma la gioia di diventare madre dura per sempre.

-Nikki Dalton-

Il sale contribuisce alla buona idratazione perché aumenta il desiderio di bere acqua e aiuta a regolare i liquidi corporei. Partecipa anche alla generazione di impulsi nervosi e al rilassamento muscolare. Tuttavia, oltre al suo deficit, l’eccesso di sale può essere dannoso, specialmente durante la gravidanza.

 

Infatti, troppo ioduro di sodio può aumentare la pressione sanguigna, favorire il sovrappeso, aumentare i problemi renali e aumentare la ritenzione idrica e quindi causare edema alle gambe. Quindi, se si desidera avere una gravidanza tranquilla, vale la pena bilanciare l’assunzione di sale nella dieta.

Mantenere le gambe in movimento

Muovere le gambe serve per alleggerire la pesantezza tipica della gravidanza, l’intorpidimento e l’infiammazione.

Indossare scarpe basse

Durante la gravidanza dovreste evitare i tacchi alti o le scarpe alte: sono più rischiose rispetto a qualsiasi altra calzatura da indossare. Le scarpe basse che non sono strette per i piedi favoriscono la locomozione e migliorano l’afflusso di sangue agli arti inferiori.

Piedi gonfi

Bere tanta acqua

L’edema alle gambe è il prodotto della ritenzione idrica nel corpo, ma ciò non significa che per ridurlo bisogna bere meno acqua; piuttosto il contrario. Se soffrite di infiammazioni alle gambe, si consiglia di mantenere una buona idratazione. L’acqua aiuta a purificare il corpo ed eliminare le tossine e questo riduce direttamente l’edema.

 

Mangiare frutta e bere infusi di piante diuretiche

Per ridurre la ritenzione idrica, è bene mangiare molta frutta e bere infusi di piante diuretiche. Tra i frutti non possono mancare quelli tropicali come ananas, limone, arancia, pompelmo e melone. Se avete intenzione di bere infusi, scegliete tra dente di leone, verbena e ortica.

Mangiate anche verdure che hanno questa proprietà. Vi consigliamo di preparare insalate con sedano, asparagi e pomodori maturi.

Ulteriori suggerimenti

Infine, vi diamo questi altri suggerimenti:

  • Bagnate le gambe con acqua fredda e poi calda: alternare le temperature aumenta la circolazione sanguigna.
  • Indossate abiti larghi, in particolare pantaloni e gonne.
  • Applicate periodicamente dei gel rilassanti per le gambe stanche.