Il neonato ha freddo? Consigli per i neo genitori

· 10 Febbraio 2019
Una delle peggiori paure dei neo genitori è che il loro bebé non stia bene. Se non sapete se il vostro neonato ha freddo, eccovi qualche consiglio utile.

È molto comune vedere i bambini ben coperti quando sono molto piccoli, poiché la difficoltà di regolare la temperatura richiede alcune precauzioni. Tuttavia, spesso i genitori si preoccupano molto, chiedendosi se il loro neonato ha freddo. Con il tempo, e l’esperienza, mamma e papà impareranno a gestire questo aspetto della loro creatura, ma è bene tenere presente qualche elemento chiave.

In questo articolo vi parleremo della temperatura ottimale dei bebè, spiegandovi come fare per capire quando il neonato ha freddo. Vi daremo anche una serie di consigli pratici per prevenire ed evitare possibili problemi per la sua delicata salute.

Come sapere se il neonato ha freddo?

Nei primi mesi di vita, la temperatura del neonato può variare molto, perché il sistema di circolazione sanguigna non è ancora del tutto rodato. Questa incapacità significa che il suo giovanissimo organismo non in grado di regolare naturalmente la temperatura corporea. Questo è riscontrabile se toccate le mani e i piedi del vostro piccolo che saranno generalmente freddi. Dunque, sapere quando il neonato ha freddo è davvero cruciale per il suo benessere.

Quando il neonato ha freddo mettetegli un pigiamino

Ci sono tre parti del corpo che possono aiutarvi a capire quando il neonato ha freddo: la pancia, le gambe e il collo. Toccando queste zone riuscirete a determinare approssimativamente la temperature di vostro figlio. Tuttavia, il modo più sicuro per sapere se ha caldo o freddo è controllare il colore delle guance e se piange in modo sofferente. In alcuni bambini è possibile osservare una colorazione rosa o bluastra sul naso e sulle labbra. Sintomi che, inoltre, possono indicare alcune difficoltà a livello di respirazione.

Suggerimenti per i nuovi genitori

La iperprotezione è abbastanza normale nei neonati, per il timore dei genitori di non riuscire a gestire in modo ottimale la temperatura del piccolo. Tuttavia, non bisogna mai esagerare perché coprire troppo un bebè o, al contrario, vestirlo in modo troppo leggero potrebbe favorire situazioni di malessere. Per evitare di sbagliare e avere la certezza di tenere vostro figlio sempre nella migliore condizione, eccovi 4 consigli utili da tenere sempre presenti.

Copritelo con una coperta

Un altro modo per determinare se il neonato ha freddo è avvolgerlo in una coperta. Se notate che si muove molto cercando di rimuoverla, probabilmente gli dà fastidio. Altrimenti, se osservate che rimane immobile, significa che gradisce e ha bisogno di quel calore supplementare.

Vestitelo a strati

Per evitare le fluttuazioni del clima e gli shock che possono essere controproducenti, vi suggeriamo di vestire il neonato a strati. Ciò significa che è necessario posizionare prima abiti leggeri e morbidi e infine quelli che fungono da copertura contro il freddo. Inoltre, invece di posizionare un unico strato spesso, è meglio creare più strati sottili, in modo che potranno essere rimossi gradualmente. Quindi, nel caso in cui il vostro neonato ha freddo, potrete rimettergli ulteriori strati. Al contrario, lo alleggerirete in situazioni di maggior calore.

Ricordate che è consigliabile vestire il bambino con indumenti di cotone perché, oltre ad essere morbidi, facilitano il movimento in qualsiasi clima.

Copritegli mani, piedi e testa

Uno degli aspetti che caratterizza i bambini è la rapida perdita di calore. Pertanto è necessario coprire loro mani, piedi e capo con indumenti di cotone, che sono morbidi al tatto. Idealmente cappelli, calze e guanti permettono alla pelle di respirare anche nelle stagioni fredde. I bambini sotto i due anni possono essere molto vulnerabili e i rischi aumentano quando hanno meno di 6 mesi. Pertanto, se è il clima è particolarmente ventoso o freddo, è preferibile non uscire di casa.

Se il neonato ha freddo potete abbracciarlo

Regolate la temperatura della casa

I bambini piccoli sono sensibili alle variazioni di temperatura, quindi dovrete controllare bene la temperatura della stanza in cui si trova. È bene mantenere il termostato tra i 23 e i 24 gradi C. Inoltre, assicuratevi che l’aria circoli senza che colpisca direttamente la culla del piccolo.

In conclusione, avete paura che il vostro neonato abbia freddo, ci sono diversi modi per evitare qualsiasi tipo di problema a livello di temperatura. Tenete sempre presente che il processo di termoregolazione e il flusso di sangue non sono completamente rodati, quindi sarà normale che possa avere mani e piedi freddi. Controllate la situazione da vicino e, in caso di dubbio, non esitate a consultare il vostro pediatra.