Il puzzle: un gioco educativo per tutte le età

I bambini hanno la capacità di migliorare e sviluppare le proprie abilità attraverso il gioco. Ma pochi giochi educativi hanno tanti vantaggi come il puzzle.
Il puzzle: un gioco educativo per tutte le età

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio, 2022

Il puzzle è un gioco educativo adatto a qualsiasi età, anche se nell’infanzia ha apprezzabili benefici. Se rimanete con noi, in questo articolo vi aiuteremo a scoprire quali sono.

Che cos’è un puzzle e quale sono le sue origini?

Conosciuto come puzzle dal suo nome in inglese, è un gioco didattico che consiste nel trovare un’immagine divisa in più pezzi che si incastrano tra loro. È uno dei giochi più conosciuti e antichi esistenti, tuttavia ha molteplici vantaggi per persone di tutte le età.

Il primo puzzle fu messo insieme per la prima volta nel 1760, quando John Spilsbury creò accidentalmente una mappa dell’Europa mettendo insieme diversi pezzi. Tuttavia, il gioco stesso iniziò a circolare all’inizio del 1800 con puzzle artistici in legno destinati agli adulti.

Nel corso degli anni, il gioco è diventato popolare a tal punto che la sua produzione è diventata massiccia. Oggi è possibile trovare puzzle che vanno da 10 a 10.000 pezzi, e che si adattano a qualsiasi età.

Il puzzle migliora la concentrazione, l’analisi e favorisce il processo decisionale

Per mettere insieme un puzzle, nostro figlio deve prestare attenzione al gioco, concentrarsi, analizzare dove va ogni pezzo in base all’immagine che deve formare e prendere la decisione di metterlo in una posizione piuttosto che in un’altra. Poi, lascerà la parte nella sua posizione o la sostituirà con quella corretta.

Deve anche scoprire qual è il modo migliore per mettere insieme il puzzle. L’obiettivo non è quello di essere sopraffatto da così tanti pezzi da posizionare, ma di trovare un modo per facilitare la ricerca di quelli che sta cercando.

puzzle

In questo compito determinerà se è più facile per lui iniziare dagli angoli fino al centro, dall’esterno verso l’interno, dall’interno verso l’esterno, o posizionare i pezzi a caso senza seguire un ordine specifico.

Anche se sembra semplice, questo esercizio sarà utile per allenare la sua mente e sviluppare le sue capacità di concentrazione, analisi e decisione come abbiamo discusso all’inizio.

Un gioco che esercita la memoria

Il puzzle è un gioco che non si mette insieme una volta sola. Quando il bambino viene portato a casa, lo monta e smonta più volte finché non impara praticamente a memoria dove va ogni pezzo. Nel suo gioco deve memorizzare dove vanno i pezzi, ed è grazie a questo esercizio di ricordare la loro disposizione che sviluppa la memoria.

È inoltre necessario ricordare l’immagine che si vuole formare, così come i pezzi che non sono combacianti. In questo modo, la memoria, in particolare la memoria visiva, viene costantemente allenata mentre assembla un puzzle.

Il puzzle nel porre e risolvere i problemi

Proporre e risolvere problemi è un altro concetto che nostro figlio deve imparare a gestire, perché in futuro sarà fondamentale per la sua vita. Il puzzle è un gioco che lo aiuta ad esercitarsi. Il suo problema in questo caso è “mettere insieme il puzzle” e la soluzione “posizionare pezzo per pezzo fino a quando l’immagine non è completa”.

La risoluzione dei problemi nella vita reale ha gli stessi fondamenti che vengono utilizzati per fare un puzzle. Per far fronte alle difficoltà è necessario osservare con attenzione, identificare il problema, confrontare e trovare la soluzione migliore.

L’attività che insegna a impegnarsi e a non arrendersi

Non arrendersi di fronte agli ostacoli è un’abilità che nostro figlio impara mentre interagisce con il mondo. Sforzarsi, essere costante nel suo scopo, lo aiuterà a raggiungere i suoi obiettivi.

Il puzzle gli mostrerà come non arrendersi e continuare a pensare, analizzare e decidere dove mettere i pezzi fino a quando non avrà finito di piazzare l’ultimo. Indubbiamente, questo hobby lo aiuterà ad essere costante nel suo obiettivo, a fare uno sforzo, anche se si sente sopraffatto, e a non lasciarsi atterrire dalle difficoltà.

Un hobby che concede pazienza

Se vogliamo calmare l’iperattività di nostro figlio, regaliamoli un puzzle. Questo hobby lo fa rilassare e prendere tempo per pensare. Il posizionamento dei tasselli deve essere fatto con cura, solo in questo modo è possibile agganciarsi tra loro. Se il puzzle viene messo insieme troppo in fretta, la parte che è già stata fatta viene spesso rovinata.

Da parte loro, i puzzle aiutano anche a ridurre lo stress. Concentrandosi sul gioco, il respiro è regolato e la mente è distratta. Pertanto, più gli piace questa attività, maggiore è il relax.

Un gioco educativo per tutte le età

Il puzzle è un gioco educativo che stimola l’osservazione e, quindi, l’apprendimento. È un hobby che può essere condiviso in famiglia, infatti quando viene giocato con altre persone può aumentarne i benefici man mano che il bambino impara a lavorare in squadra, a condividere idee e a mettere in pratica i suggerimenti degli altri.

L’attenzione degli adulti e il fatto che condividano con lui uno dei loro giochi lo aiuta a sentirsi amato e apprezzato. Completare un puzzle lo rende orgoglioso del suo lavoro. Tutto questo migliora la sua autostima.

Il puzzle è un gioco didattico che sviluppa capacità logiche e tolleranza alla frustrazione. Abilità logica perché permette al minore di stabilire diverse strategie nel plasmare il gioco.

D’altra parte, tolleranza alla frustrazione perché una volta che non riesce a posizionare uno dei pezzi, impara a non irritarsi. Inoltre, lo aiuta ad essere paziente per concentrarsi meglio fino a trovare la parte corretta.

La mamma, posizionare i pezzi al loro posto esatto e assemblarli migliora lo sviluppo della motricità fine. Se nostro figlio ha circa 3 anni, o anche meno, anche se dobbiamo aiutarlo a completare il quadro, diamogli dei puzzle con cui giocare.

Potrebbe interessarti ...
Benefici psicologici dei puzzle per i bambini
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Benefici psicologici dei puzzle per i bambini

I puzzle sono un ottimo gioco per sviluppare capacità cognitive. In questa sede vi spieghiamo alcuni benefici psicologici dei puzzle per i bambini.