Quando si deve cambiare il pannolino ad un bebè?

· 21 Marzo 2019
Per i neogenitori non è facile capire quando cambiare il pannolino al loro bebè. Quando ha fatto la cacca ok, ma che fare quando ha fatto solo una goccia di pipì? Ecco qualche consiglio.

“Quando si deve cambiare il pannolino ad un bebè?” è una domanda che si fanno molti genitori, soprattutto se sono alle prime armi. La risposta dipende da molti fattori che vi spiegheremo

L’ideale sarebbe che il bebè stia comodo ed asciutto per tutto il tempo, per questo è importante sapere quando gli si deve cambiare il pannolino. Si tratta di un tema interessante, poiché i neonati urinano circa venti volte al giorno, quindi si deve cambiare in maniera equilibrata affinché vostro figlio non passi troppo tempo con il pannolino bagnato, e allo stesso tempo non consumi un pacco di pannolini al giorno.

In quale momento si deve cambiare il pannolino ad un bebè?

La prima cosa da sapere è che si deve cambiare il pannolino ad un neonato subito dopo che ha defecato. Alcune volte, una volta messo, può farlo di nuovo. In genere, ciò accade dopo averlo allattato.

Invece, sapere quando si deve cambiare dopo che ha urinato è difficile da calcolare, poiché ogni bebè ha il suo ritmo. In genere i neonati urinano spesso, specialmente durante l’allattamento. La cosa più raccomandabile è stabilire un momento fisso per cambiarli, che può essere prima o dopo che hanno mangiato.

Inoltre, è necessario mettergli un pannolino pulito prima di andare a dormire, con il fine di evitare l’accumulo eccessivo di liquido mentre dorme. Prima di uscire di casa, mettetegliene uno pulito per evitare di cambiarglielo per strada.

Tuttavia, nel caso in cui il vostro bebè soffra di reflusso o che rigurgiti dopo aver mangiato, è conveniente cambiarlo prima.In questo modo, potrete evitare che vomiti ciò che ha appena ingerito se sta sdraiato dopo l’allattamento.

Cambiare il pannolino in base all’età del bambino

Se vostro figlio è appena nato, dovete cambiargli il pannolino molto spesso. Questo perché i neonati mangiano ogni due o tre ore ed evacuano rapidamente.

Allo stesso tempo, fanno la pipì con molta frequenza perché consumano il latte materno che è composto in gran parte di acqua. Inoltre, sentono molto il freddo per il cambiamento della temperatura, e ciò li fa urinare costantemente.

padre che cambia pannolino

A mano a mano che crescono, aumenta anche il volume nell’urina, poiché la trattengono per lassi di tempo più prolungati. Ciò potrebbe provocare dei fastidi al bebè, che si farà sentire piangendo.

Se vostro figlio rimane per troppo tempo con il pannolino asciutto, dovete consultare un pediatra.Questo sintomo può indicare che soffre di qualche anomalia o di disidratazione.

Perché sostituirlo spesso?

I bebè sono vulnerabili agli agenti irritanti nella zona dove indossano il pannolino. Di conseguenza, l’urina e le feci che si accumulano per troppo tempo possono causare delle irritazioni alla pelle del piccolo.

Le feci e l’urina, inoltre, insieme allo sfregamento del pannolino, sono un terreno fertile per funghi e batteri. Questi producono irritazioni, eruzioni ed infezioni se non trattati in tempo. Occorre sottolineare che alcuni neonati sono più propensi a soffrirne di altri.

I pannolini hanno anche un limite di assorbimento dei liquidi. Questi quindi possono propagarsi e bagnare altre parti del corpo dei piccolo o la culla.

Si deve cambiare il pannolino mentre il bimbo dorme? 

Se il neonato sta dormendo, non è consigliabile cambiargli il pannolino per non interrompere il suo ciclo del sonno. Tuttavia, durante la notte si può approfittare per cambiarlo prima o dopo avergli dato da mangiare. Nonostante ciò, se durante il giorno notate che è necessario mettergli un pannolino pulito, svegliatelo. Se lo fate con la musica di sottofondo o parlandogli, si adatterà all’orario diurno e alla luce del giorno.

mamma con neonato sdraiato

Cosa si deve fare mentre si cambia il pannolino?

Potete rendere il cambio del pannolino un’opportunità per stimolare i sensi. Per questo, l’attività deve essere divertente; potete cantare, parlare o mettere della musica; tutto questo crea una routine piacevole per entrambi.

Tenete tutti gli oggetti di cui avete bisogno vicini a voi: sapone, asciugamano, pannolini puliti e le salviette umide. Allo stesso modo, portate tutto anche quando uscite di casa.

Prendete dei pannolini di dimensioni adatte all’età di vostro figlio. Non  devono essere né troppo piccoli né troppo grandi. Ciò lo fa stare comodo ed evita gli arrossamenti e le irritazioni che possono comparire se si usano pannolini troppo stretti. Al contrario, se gli stanno grandi, i bisogni potrebbero fuoriuscire.

Per concludere, non è sempre facile determinare quando si deve cambiare il pannolino ad un bebè. Tuttavia, con questa semplice guida potrete imparare a pulire vostro figlio nel momento adatto.