Come posso stimolare il bebè a iniziare a parlare?

3 Gennaio 2019
Ascoltare le prime parole pronunciate da un bambino è sempre un'esperienza emozionante, soprattutto per i suoi genitori. In questo articolo vedremo in che modo potete stimolare il bebè a iniziare a parlare. Prendete nota!

Dopo mesi passati a sentire il vostro bebè balbettare, il momento nel quale dice la sua prima parola è davvero emozionante. Anche se questo evento costituisce una parte naturale del processo di sviluppo, esistono comunque dei mezzi che permettono di stimolare il bebè a iniziare a parlare, proprio come stiamo per esporre in questo articolo.

Imparare a parlare è un processo che richiede molto tempo. Infatti, il piccolo non sarà in grado di formare frasi di due o tre parole fino a quando non si troverà nel suo secondo anno di vita, o perfino più tardi.

Tuttavia, potete aiutarlo in questa evoluzione fin dal primo giorno, dando un contributo importante. In queste righe vi offriamo alcuni consigli per accelerare questo processo così emozionante e stimolare il bebè a iniziare a parlare. Non dimenticate che dovete sempre elogiare i suoi sforzi!

Consigli per stimolare il bebè a iniziare a parlare

1. Iniziate presto

Anche che se parlare con un neonato può sembrarvi del tutto inutile, dovete sapere che le sue orecchie e il suo cervello reagiscono ai suoni fin dalla nascita. Per questa ragione, maggiore è il numero di parole ascoltate dal bebè, più viene favorito lo sviluppo della parola. Anche se durante i primi mesi non comprenderà ciò che gli dite, apprezzerà però la vostra voce e il vostro sorriso.

Si tratta di una strategia che offre notevoli vantaggi al piccolo. Di conseguenza, vi raccomandiamo di parlare il più possibile con lui, perché il cervello assorbe più di quanto possiate immaginare. Il fatto è che voi svolgete un ruolo importante nello sviluppo del linguaggio del bebè. Imparate a parlare con il vostro piccolo nella maniera corretta, in modo che sia in grado di comunicare il più presto possibile.

2. Condividete un libro

In secondo luogo, condividere un libro con il vostro bebè può costituire un’idea meravigliosa. Naturalmente, non ci aspettiamo che il bambino presti attenzione alla trama. Non è nemmeno necessario seguire fedelmente la storia. In questo caso, ciò che conta davvero è soprattutto la condivisione di un’esperienza.

per stimolare il bebè a iniziare a parlare, è importante trascorrere molto tempo in sua compagnia

Trascorrere insieme del tempo rappresenta uno strumento essenziale per fare in modo che il piccolo arricchisca il proprio vocabolario e si abitui al linguaggio il più presto possibile. Tutto ciò costituisce un aiuto alla sua comprensione precoce che si manifesterà quando finalmente giungerà il momento di iniziare a parlare. Presto muoverà le sue labbra come se stesse parlando ed emetterà dei gorgoglii.

3. Balbettate insieme a lui

Quando il vostro bebè balbetta, dovete balbettare anche voi, in segno di risposta. Ripetete i suoni e il ritmo dei suoi rumori, partecipando a un gioco di imitazione.

Tenete conto del fatto che il vostro bebè sarà felicissimo di attirare tutta la vostra attenzione, giocando e imitandovi. Potete anche introdurre nuovi suoni nel gioco, in modo che anche il piccolo si senta stimolato.

4. Rispondete ai suoi tentativi

Quando vostro figlio è ormai un po’ più grande ed è in grado di comunicare impiegando una sola parola, assicuratevi di rispondergli con frasi complete. Se utilizza esclusivamente dei suoni, dovete rispondere usando le parole appropriate.

Anche se è possibile che non riesca ancora a formulare frasi complete o pronunciare le parole adatte, rispondendo nella maniera corretta state comunque creando un’opportunità di apprendimento.

“Maggiore è il numero di parole ascoltate dal bebè, più viene favorito lo sviluppo della parola. Anche se durante i primi mesi non comprenderà ciò che gli dite, apprezzerà però la vostra voce e il vostro sorriso.”

5. Ripetete le parole

Anche ripetere le sue parole aiuta il processo di sviluppo della parola nel bebè. Se prendete un oggetto e ne ripete il nome più volte, la cosa inizierà ad avere senso, per lui.

Poco a poco, metterà l’oggetto in relazione con il termine e arriverà a pronunciarlo da solo. In fin dei conti, un bebè apprende attraverso l’imitazione. Più ripete le parole che si ritrova ad ascoltare, più desidererà imitarvi e imparare ogni vocabolo in questa maniera.

6. Rilassatevi e siate pazienti

Generalmente, i bambini piccoli percepiscono le preoccupazioni dei genitori. Ciò rappresenta un ostacolo che impedisce di fare grandi passi avanti nello sviluppo, dal momento che parlare richiede una certa dose di coraggio. Rilassatevi, siate pazienti e abbiate fiducia nella capacità innata di crescere che vostro figlio possiede.

ogni bambino è diverso, e il linguaggio si sviluppa in tempi differenti

Molti genitori hanno verificato che le competenze verbali dei loro figli emergono dalla sera alla mattina, attraverso un’esplosione del linguaggio. Al contrario, se ritenete che vostro figlio sia un po’ in ritardo nella sua capacità di comprendere il linguaggio, potete sempre richiedere la valutazione da parte di uno specialista.

Infine, non dimenticate che ogni bebè si sviluppa in maniera differente e, di conseguenza, diverso è anche il momento in cui impara a parlare. In questa fase iniziale, ciò che conta è che cerchiate di utilizzare le parole adatte  mentre parlate o cantate al vostro piccolo.

Siamo convinti che, grazie a questo elenco di consigli e al vostro desiderio di condividere tutto con il vostro bebè, riuscirete ad accelerare il suo processo di apprendimento e vi ritroverete presto a sentirlo pronunciare le sue prime parole.