Impatto emotivo del trauma sui bambini

Vivere un'esperienza traumatica durante l'infanzia provoca un forte impatto emotivo e può avere gravi conseguenze. Vi diciamo di più sul trauma infantile e sul suo approccio.
Impatto emotivo del trauma sui bambini
Elena Sanz Martín

Scritto e verificato da lo psicologo Elena Sanz Martín.

Ultimo aggiornamento: 22 settembre, 2022

Un evento traumatico è estremamente difficile da affrontare per chiunque, ma lo è ancora di più per i minori, visto che non hanno ancora tante risorse di gestione come l’adulto. Essendo vulnerabili e dipendenti, l’impatto emotivo può essere maggiore e duraturo su di loro. Il trauma nei bambini scuote il senso di sicurezza e benessere nelle loro vite, quindi avranno bisogno di supporto per superarlo.

L’infanzia è una fase in cui abbiamo bisogno di sentirci amati, al sicuro e protetti. È in questi anni che si forgia la nostra fiducia negli altri e nella vita, e subire una grave battuta d’arresto può far crollare tutte queste fondamenta.

Di conseguenza, l’insicurezza, la paura e l’ansia possono insediarsi nella vita del bambino ed è possibile che anche le sue reazioni e comportamenti non siano dei più appropriati, poiché nasceranno in base a quell’evento che ha cambiato tutto.

Cos’è l’impatto emotivo del trauma nei bambini?

Quando parliamo di trauma, ci riferiamo a un evento vissuto con grande paura o angoscia, considerando che potrebbe minacciare la nostra integrità fisica o psicologica. In altre parole, è un’esperienza negativa vissuta con grande intensità, percepita come molto minacciosa e di fronte alla quale si sente che le risorse necessarie non sono disponibili per affrontarla.

Si può così parlare di catastrofi naturali, attentati, incidenti o abusi subiti; ma anche di situazioni apparentemente meno drammatiche.  Questo perché un trauma non è caratterizzato tanto dal fatto in sé, ma dal modo in cui la persona lo vive. Ad esempio, un bambino che ha subito l’abbandono dei genitori, che ha assistito a litigi nell’ambiente familiare o che ha subito separazioni dalle sue figure principali può vivere questo come un trauma.

La gravità dell’impatto emotivo dipenderà da diversi fattori. Tra questi, l’età del bambino, la sua personalità e le risorse a sua disposizione. Ma è anche noto che l’impatto è maggiore quando la situazione negativa si ripete, è continua o quando il minore non ha una rete di supporto sociale.

La gravità dell’impatto emotivo generato dal trauma nel bambino dipenderà, tra gli altri fattori, dalla sua età, dalla sua personalità e dalle risorse e dal supporto di cui dispone per affrontarlo.

In che modo il trauma influisce emotivamente sui bambini

Il trauma ha un impatto in molti modi diversi. Quando viene vissuta un’esperienza così minacciosa e negativa, il cervello incoraggia quella memoria a non essere dimenticata e la forte risposta di lotta-fuga che è stata innescata all’inizio può rimanere in seguito. Pertanto, queste sono alcune delle principali conseguenze che il bambino può subire:

Allerta costante

Appare l’ipervigilanza, una tendenza ad essere costantemente attenti a ciò che succede e consapevoli dell’ambiente, in modo da prevenire future situazioni negative. Il minore sembra incapace di rimanere calmo e asseconda ogni stimolo dall’esterno con ansia.

Bisogno di controllo

Il controllo ci dà un senso di calma, ed è questo il momento in cui hanno più bisogno di sentire che il loro mondo è prevedibile. Per questo motivo, possono avere difficoltà ad affrontare i cambiamenti e reagire in modo estremo quando si verificano.

Risposte inappropriate

Determinate situazioni o stimoli possono innescare risposte inadeguate. Ci sono luoghi, persone, suoni, odori o sensazioni che ricordano il trauma e, quando compaiono, riattivano quelle reazioni di panico e di difesa. I bambini di solito cercano di evitare questi fattori scatenanti, ma possono reagire con capricci o aggressività se si verificano.

Difficoltà a gestire le emozioni

C’è una grande difficoltà nel gestire le emozioni opprimenti. Possono comparire grande tristezza e apatia o intorpidimento affettivo, cioè il bambino può sentirsi emotivamente paralizzato. Inoltre, potresti tendere a isolarti.

I bambini che hanno subito traumi hanno spesso incubi ricorrenti. Possono anche rivivere l’evento attraverso ricordi e immagini mentali.

Impatto emotivo del trauma: avere incubi

È molto comune che il bambino riviva o riviva l’evento attraverso flashback, incubi o immagini o ricordi mentali che sono molto angoscianti.

Attaccamento disorganizzato

Se il trauma viene vissuto con i caregiver primari, è probabile che il neonato o il bambino svilupperà un attaccamento disorganizzato. Di conseguenza, avrà diffoltà a fidarsi di se stesso e degli altri, il che influenzerà il suo benessere e le sue relazioni.

Impatto emotivo del trauma: trattamento e intervento

Il trauma nei bambini in genere innesca un disturbo acuto da stress. È una condizione che include i sintomi di cui sopra, compare immediatamente dopo l’evento e dura da tre giorni a un mese. In altri casi, può svilupparsi un disturbo da stress post-traumatico.

Quando un bambino sperimenta un trauma, avrà bisogno del supporto di un adulto per superare questa esperienza e le sue conseguenze.

La cosa migliore che si può fare per loro è offrire loro stabilità e prevedibilità, con routine rispettate e affetto sempre disponibile. Permettere loro di scegliere in determinati aspetti della loro giornata (ad esempio, cosa mangiare o come vestirsi) darà loro anche un senso di controllo di cui hanno bisogno.

Ma, soprattutto, è importante essere pazienti e lavorare sull’espressione emotiva. Il piccolo ha bisogno di imparare i modi per esprimere e canalizzare ciò che sente. Per tutto questo sarà di grande importanza cercare un aiuto professionale per evitare che l’impatto del trauma si prolunghi nel tempo.

Potrebbe interessarti ...
Traumi multipli in gravidanza: quali rischi?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Traumi multipli in gravidanza: quali rischi?

L'associazione tra traumi multipli e gravidanza si fa più frequente a causa dei cambiamenti lavorativi delle donne gravide e degli spostamenti.