La quantità di latte raccomandata a seconda dell’età del bebè

· 10 luglio 2018
Vi state chiedendo qual è la quantità di latte raccomandata per il vostro bebè? Varia a seconda dell'età, come vi spieghiamo in questo articolo.

Che nutriate il bebè al seno o con latte in polvere dal biberon ci sono delle quantità standard da rispettare per soddisfare i suoi bisogni. Non tutti i bambini però sono uguali, perciò oggi vi parliamo della quantità di latte raccomandata a seconda dell’età del bebè.

Conoscere la quantità di latte raccomandata vi aiuterà ad assicurarvi che vostro figlio cresca sano e forte.

La quantità di latte raccomandata per il bebè

Durante i primi sei mesi di vita l’allattamento è l’opzione maggiormente consigliabile, quando possibile. Salvo nel caso in cui date al bebè un biberon, la quantità di latte che prende non è mai precisa. Potete tenere presente i seguenti dati.

Durante una poppata uno o entrambi i seni si svuotano completamente. La poppata deve durare 10 minuti calcolando che il bebè potrebbe attardarsi nei primi 5 e usare gli altri 5 per la poppata finale. Inoltre dovete considerare che alcuni bebè sono più rapidi nella suzione di altri.

La quantità di latte raccomandata a seconda dell’età

Se siete delle madri adottive o se non potete allattare per ragioni mediche, il latte artificiale è il vostro miglior alleato. Se invece fornite al piccolo il latte materno nel biberon potete controllare quanto ne ingerisce.

Durante le prime settimane è importante nutrire il bebè a richiesta. Ovvero tutte le volte che vuole e nella quantità che richiede.

D’altro canto man mano che cresce dovete controllare la quantità del latte materno o in polvere per tenere d’occhio il peso. Quindi vi servirà conoscere le quantità stimate per ogni tappa di età:

Quantità di latte raccomandata per i bebè dai 0 ai 2 mesi di età

In generale consumano dai 2 ai 4 grammi per poppata che avviene ogni 3 o 4 ore; alcuni anche tra le 5 e le 6 ore. Se è necessario potete svegliare il bebè per nutrirlo.

Quantità di latte raccomandata per i bebè dai 3 ai 6 mesi di età

I bebè consumano approssimativa dai 4 ai 6 grammi di latte ad ogni poppata. In questa fase dormono di più di notte, e quindi non dovete svegliarli per farli mangiare.

quantità di latte raccomandata

Quantità di latte raccomandata per i bebè dai 7 ai 12 mesi di età

In questa tappa il bebè può prendere tra i 3 e i 5 biberon al giorno, che equivale più o meno a 8 grammi di latte ad ogni poppata. Se il piccolo consuma anche qualche altro tipo di alimento potete lasciar passare più tempo in mezzo ai pasti per dargli il biberon.

A partire dai 12 mesi potete sostituire il latte in polvere con quello di vacca con la dovuta autorizzazione del pediatra. La quantità indicata sono due bicchieri al giorno, potete aggiungere anche yogurt e formaggi nei pasti principali.

Come sapere se il bebè consuma la quantità di latte adeguata?

Se fate attenzione potrete notare se il bebè assume la giusta quantità di latte. Uno dei segnali di sazietà si manifestano quando il piccolo chiude la bocca e si volta all’avvicinarsi del biberon.

Potrebbe addormentarsi appena finito di mangiare, sazio e rilassato. Altri indizi sono la quantità di volte in cui il piccolo si alimenta, l’aumento di peso, quante volte bagna il pannolino e va di corpo; tutto ciò è consigliabile che succeda 3 o 4 volte al giorno.

“Durante le prime settimana è importante nutrire il bebè a richiesta. Ovvero tutte le volte e in tutte le quantità di cui il bambino necessita.”

Il latte in polvere o formula

Esistono tre tipologie principali di questo tipo di latte. Sono le seguenti:

  • Pronto per essere usato; un latte pratico che non richiede nessun tipo di preparazione, è più costoso sul mercato.
  • Liquido e concentrato; si deve mescolare una parte di latte ed una parte di acqua.
  • In polvere; si mescolano due grammi di acqua per uno di latte. Questo tipo di latte è il più raccomandato perché si conserva a lungo ed è il più economico.
  • Esistono latte in polvere specifici per bambini dai bisogni speciali, come quelli appositi per il riflusso, per i bebè prematuri o sottopeso. Ci sono anche formule speciali a base di soia, ipoallergenici e altre tipologie per bambini cardiopatici.

Questo tipo di latte contiene nutrienti simili al latte materno e quindi aiuta a rinforzare il sistema immunitario e le difese del corpo. Allo stesso tempo contiene vitamine e minerali.

quantità di latte raccomandata

Sintomi dell’allergia al latte in polvere

Alcuni sintomi di allergia al latte artificiale sono le reazioni cutanee e le infiammazioni sul viso e intorno l’ano. Può presentarsi anche diarrea o difficoltà di evacuazione; in alcuni casi feci scarse e compatte.

In altre occasioni il bebè si irrita e piange dopo mangiato oppure vomita subito dopo il pasto. Potrebbe manifestare irrequietezza durante la notte. Se presenta diversi di questi sintomi è bene sospendere il latte e recarsi dal pediatra.

Alimentare il bebè adeguatamente è il primo compito di ogni genitore. Perciò è bene essere sempre informati su tutte le opzioni disponibili, rimanendo nei parametri indicati, e ovviamente non esitate a rivolgervi al medico in caso di dubbi.