Alterazioni del ciclo mestruale nelle adolescenti

· 15 Maggio 2019
Le alterazioni del ciclo mestruale nelle adolescenti sono piuttosto frequenti, durante i primi periodi, e generalmente non sono considerate pericolose. Bisogna comunque consultare un ginecologo per accertarsi che non ci siano eventuali problemi di salute correlati.

Durante i primi anni nei quali le bambine “diventano donne” (come si dice popolarmente), possono presentarsi degli squilibri nel ciclo. Questo fenomeno è dovuto al fatto che il corpo si sta abituando a questa nuova condizione. In questo articolo vi spiegheremo tutto ciò che avete bisogno di sapere sulle alterazioni del ciclo mestruale nelle adolescenti.

Il mio ciclo mestruale è irregolare: è normale?

Le alterazioni del ciclo mestruale rappresentano la ragione principale per le quali viene richiesto il parere di un ginecologo. Nella maggior parte dei casi, non costituiscono il sintomo di nessuna malattia o problema di salute.

La durata del periodo è compresa tra i 3 e gli 8 giorni, con una media di 5 giorni. L’intervallo tra un ciclo e l’altro è di 28 giorni. Tutto ciò è valido solo in teoria, naturalmente, perché solo il 15% delle donne adulte presenta cicli regolari o tipici.

Che cosa viene definito, quindi, come ciclo mestruale irregolare o anomalo? Con tale definizione ci riferiamo a quel ciclo che non si presenta ogni 28 giorni o le cui perdite durano solo un giorno oppure più di sette. Oppure, quando ci sono mesi durante i quali non c’è alcun mestruo o in cui si presenta più di una perdita.

Il ciclo mestruale irregolare può essere provocato da anemia, problemi ormonali, stress, eccessiva perdita di peso, disturbi alimentari, postumi del parto oppure da una qualche patologia grave, come il tumore del collo dell’utero.

Può essere causato anche da lesioni organiche, alterazioni all’apparato genitale o malattie endocrine. Non possiamo trascurare nemmeno il periodo precedente alla menopausa, durante il quale i cicli mestruali iniziano a distanziarsi sempre di più.

Se abbiamo dei dubbi, dobbiamo consultare il ginecologo, in modo che realizzi diversi esami e stabilisca così se l’irregolarità è inoffensiva o meno. Possiamo anche porgli delle domande sulla quantità di sangue perduto, che può essere irregolare anche in una donna dal ciclo regolare.

Il ciclo mestruale viene considerato anomalo quando sono necessari più di 8 assorbenti o tamponi in uno stesso giorno. Inoltre, è importante fare attenzione, perché potrebbe provocare anemia, a causa della notevole perdita di sangue.

le alterazioni del ciclo mestruale sono molto frequenti nelle adolescenti

Le alterazioni del ciclo mestruale sono frequenti nelle adolescenti?

La risposta è: decisamente sì. Un’adolescente può avere il ciclo mestruale ogni due mesi, due volte nello stesso mese oppure attraversare periodi di amenorrea (assenza di mestruazioni) per diversi mesi, senza che ci sia possibilità di aver contratto una gravidanza.

Può anche accadere che la mestruazione duri due giorni o una settimana. I primi periodi sono generalmente estremamente irregolari e, nella maggior parte dei casi, i cicli si normalizzano a partire dal primo o dal secondo anno. Potrebbe comunque accadere che l’irregolarità perduri tutta la vita.

Che cosa influenza il ciclo mestruale delle adolescenti?

I cicli mestruali nelle adolescenti sono influenzati dallo sviluppo e dalla crescita generale. Per questa ragione, l’irregolarità è un fenomeno più frequente di quanto crediamo. Inoltre, non possiamo trascurare il fatto che, in questa fase, i livelli ormonali sono fluttuanti e che tutto ciò incide direttamente sulla periodicità e sulla durata della mestruazione… compresa la quantità di sangue perduto!

Altri motivi per i quali possono presentarsi alterazioni del ciclo mestruale nelle adolescenti hanno a che fare con le loro abitudini. Non c’è alcun dubbio che questa sia una fase di grandi cambiamenti, che, a volte, sono accompagnati da abitudini non del tutto sane.

Per esempio, se viene svolto esercizio fisico in eccesso, se si seguono diete molto rigide, se si prendono pillole per dimagrire, se si consumano droghe o se ci si sente continuamente stressate o sotto pressione, è possibile che si verifichino alterazioni del ciclo mestruale.

Proprio come non esiste nessuna regola specifica sull’età o il momento nel quale le mestruazioni iniziano a presentarsi per la prima volta, non è nemmeno possibile determinare quando e se i cicli irregolari saranno destinati a normalizzarsi.

Si stima che fino ai 20 anni la donna presenti un ciclo irregolare e che durante questa fase l’amenorrea sia un fenomeno del tutto normale, dal momento che l’organismo e gli ormoni si stanno accomodando per consentire alla donna di essere madre.

“Un fatto di cui si deve tenere conto è costituito dalla durata e dall’intensità delle perdite, così come i sintomi che si presentano durante la mestruazione e dopo la sua scomparsa.”

adolescenza e mestruazioni

In conclusione…

È perfettamente normale che, durante i primi anni in cui compare il ciclo, questo si presenti in maniera irregolare: di conseguenza, non avete motivo di preoccuparvi. Tuttavia, per eliminare tutti i vostri dubbi, è sempre meglio consultare il ginecologo, soprattutto se le perdite sono accompagnate da dolori molto intensi al basso ventre e alla schiena, debolezza, nausea, mal di testa, senso di affaticamento, crampi molto forti o sudorazione eccessiva.

  • Serret Montoya, J., Hernández Cabezza, A., Mendoza Rojas, O., Cárdenas Navarrete, R., Ángel, M., & Keever, V. (2012). Alteraciones menstruales en adolescentes. Bol Med Hosp Infant Mex.